Press ESC to close

10 piante tossiche da evitare in casa

Che siano verdi o fiorite, succulente o perenni, le piante sono ovunque nelle nostre case. Li amiamo per il loro lato decorativo e rilassante. Le piante, infatti, portano la natura nei nostri interni e ci permettono di avere un contatto con la terra e gli esseri viventi. Ma attenzione, non tutte le piante sono benefiche in alcun modo. Alcuni sono pericolosi e contengono sostanze nocive e possono essere tossici anche per l’uomo e gli animali domestici, se li avete sul balcone è meglio rimuoverli.

Quando scegliamo una pianta ci interessa soprattutto il suo lato estetico, la sua facilità di manutenzione ma a volte dimentichiamo che alcune di esse possono causare avvelenamenti ed essere dannose per l’uomo, gli animali o le altre piante della casa. Scopriamo quali specie evitare in ambienti chiusi e all’aperto.

Piante da evitare all’aperto

Piante da balcone - fonte: spm

Il giardinaggio è un piacere  ed è uno dei passatempi preferiti dei francesi, però, affinché il sogno non si trasformi in un incubo bisogna assolutamente conoscere queste piante da giardino e i loro pericoli:

Colchico

Anche se questa pianta è magnifica e ha una bella fioritura, sappi che il suo bulbo può essere tossico se ingerito e può causare nausea, vomito o addirittura diarrea.

Colchico - fonte: spm

L’aro maculato

È una pianta erbacea che contiene sostanze tossiche e rientra nell’elenco delle piante che possono provocare irritazioni alla pelle, infiammazioni, bruciore o addirittura gonfiore della lingua e delle labbra, se assorbite dalle parti fresche. Stai attento !

Aro maculato - fonte: spm

mughetto 

Quando si avvicina il mese di maggio siamo felici di vedere fiorire sul nostro balcone i rametti di mughetto. Ma dietro le graziose campanelle bianche e profumate si nasconde una sostanza tossica che, una volta ingerita, può risultare irritante e tossica per il cuore. Inoltre gli animali lo hanno capito bene e non si avvicinano. Da evitare soprattutto se si hanno bambini che potrebbero ingoiarlo.

Mughetto - fonte: spm

Edera

Cosa c’è di più bello dell’edera che si arrampica su un muro per incorniciare una porta o una finestra. Ma attenzione perché tutte le parti della pianta sono dannose. I suoi steli e il fogliame sono allergenici e possono causare dermatiti. Per quanto riguarda le sue bacche, assomigliano ai mirtilli ma non sono commestibili e una volta mangiate provocano vomito e coliche o addirittura allucinazioni e convulsioni. Evitate se avete bambini piccoli!

Edera - fonte: spm

Oleandro 

Pianta ornamentale dai fiori rosa, è onnipresente nelle colture in vaso eppure è pericolosa. I suoi steli, foglie e fiori contengono glicosidi, un vero veleno per il cuore. Quindi non esitate a sbarazzarvene, soprattutto se avete dei piccoli.

Pianta tossica dell'oleandro - fonte: spm

Piante da evitare in casa

Quando vogliamo abbellire e rendere più gradevole il nostro interno, portare i benefici della natura con le piante d’appartamento, a volte commettiamo inconsapevolmente degli errori che danno il risultato opposto. Alcune piante sono dannose e devono essere rimosse dalla casa. Scopriamo quali.

Il filodendro

Questa pianta verde è senza dubbio la più diffusa perché di facile manutenzione e resistente. Ma quello che spesso si ignora è che contiene ossalati di calcio insolubili che, una volta ingeriti, possono provocare irritazioni alla bocca e problemi digestivi. Le vittime principali sono gli animali domestici e in particolare  i gatti a cui piace sgranocchiare le foglie delle piante.

Il filodendro - fonte: spm

Yucca

Molto apprezzato per il tocco tropicale che dona agli interni, non è meno pericoloso anche per i vostri compagni a 4 zampe e può provocare nausea e avvelenamenti. Assicurati di tenerlo fuori dalla portata del tuo gatto o cane.

Yucca - fonte: spm

Ficus benjamina 

Molto apprezzato per le sue proprietà disintossicanti, può purtroppo essere fonte di allergie a causa delle proteine ​​simili al lattice contenute nella sua linfa. Può causare rinite, congiuntivite, eczema e attacchi d’asma.

Amarillide

Chiamata anche Belladonna, questa pianta è tossica per gli animali e per l’uomo. Contiene licorina che può provocare avvelenamenti: vomito, diarrea e problemi respiratori se ingerita. Il suo liquido può provocare arrossamenti e ustioni per il semplice contatto con la pelle.

Il fiore della luna (Araceae)

Molto comune questa pianta, proprio come i gigli, può essere pericolosa per gli animali domestici e per l’uomo. La linfa ha quindi proprietà irritanti e tossiche. Deve quindi essere appeso in alto, fuori dalla portata dei bambini e dei gatti.

Piante d'appartamento - fonte: spm

Ormai sei a conoscenza della pericolosità di alcune piante, non esitare a informarti e chiedere consiglio prima di acquistare una pianta.

Attenzione: usate i guanti durante il giardinaggio, lavatevi bene le mani e in caso di ingestione rivolgetevi al centro antiveleni più vicino a voi.