Piantare la tua erba preferita può spesso essere una vera soddisfazione. Tuttavia, questo potrebbe rivelarsi un processo complicato e talvolta innervosire.

La procedura di semina si ripete e il processo di attesa è sempre un dolore al collo.

Tuttavia, se ti prepari facendo una solida ricerca e un background sul processo di semina, ci riuscirai a pieni voti. I ricercatori hanno scoperto modi nuovi e aggiornati per semplificare il processo di semina e li elenchiamo tutti di seguito.

Se decidi di coltivare piante da talee, accelererai notevolmente il processo, invece di limitarti a piantare da zero o con i semi.

La coltivazione di piante da talee ti consentirà di avere le stesse piante che avevi prima, che questa volta cresceranno più forti e più velocemente. Nel caso in cui tu vada con la semina o la semina da zero, esponi la pianta al fallimento della crescita o fornisci meno frutti.

Le talee sono più popolari dei semi, poiché puoi replicare e ripiantare la stessa pianta sana che hai già piantato. Puoi sempre scambiare talee con i tuoi amici e facilitare enormemente il processo di semina.

In alcuni casi, le piante non hanno semi, quindi il taglio è l’unica opzione.

Se vuoi coltivare piante da talee, devi prestare attenzione a quanto segue:

  • I tipi di talee
  • Il processo di radicazione delle talee
  • L’elenco delle piante che puoi coltivare da talee

Tipi di talee

Alcune piante ed erbe possono essere coltivate da varie parti dello stelo, o anche dalla radice o dalle foglie.

Talee di legno duro: queste talee vengono raccolte in autunno e in inverno e dovrebbero essere pronte entro la primavera. Puoi prenderli da steli legnosi e maturi e il processo di preparazione inizia quando gli arbusti iniziano a perdere le foglie.

Se lo fai bene, entro la primavera, la tua pianta crescerà abbastanza radici per essere piantata.

Talee di conifere: queste talee vengono prelevate da steli appena cresciuti e conservate fino a quando non sviluppano una radice, cosa che avviene rapidamente. Il momento migliore per prendere queste talee è in primavera e saranno pronte per la semina nello stesso periodo del prossimo anno.

Talee semi-mature: queste talee sono una combinazione delle prime due. In questo caso le radici hanno bisogno di più tempo per crescere, quindi il periodo migliore per raccogliere queste talee è l’estate e il caldo le aiuterà a crescere.

Talee di tacco: per prelevare queste talee è necessaria una radice vecchia e matura, per lo più proveniente dalla pianta madre.

Talee di punta: queste talee sono pensate per piante che stanno ancora crescendo, quindi viene presa la punta in crescita (da circa 6 a 8 pollici).

Talee basali:  per prendere queste talee, devono essere lunghe da 6 a 10 pollici e tagliate il più vicino possibile al gambo principale.

Talee fogliari:  alcune piante, come le piante grasse, forniscono talee dalle loro foglie, e altre piante come begonie e piante di serpente, forniscono talee dal fusto.

Sezioni dello stelo:  le piante che formano canne a volte vengono coltivate dai loro lunghi steli. Quando prendi le talee, assicurati che siano uniformi e assicurati di riconoscere la radice.

Sezioni di radici: alcune piante offrono migliori talee di radici invece di talee. Tale pianta è il papavero californiano o il sommacco.

Radicare le talee

Dopo aver raccolto le talee, devi iniziare il processo di radicazione. In alcuni casi, come con i gambi carnosi, devi conservare le talee un paio di giorni solo in modo da poter formare un callo o talee legnose- rimuovi lo strato esterno, in modo da poter esporre completamente il tessuto cambiale.

Quando le tue talee sono pronte, l’unica cosa di cui devi essere consapevole è mantenerle umide. Per fare ciò, unisci sabbia o perlite e muschio di torba: questo manterrà le talee umide.

Inoltre, i fertilizzanti sono sconsigliati e lo stesso vale per il terreno del giardino. Coprendo i vasi, permetterai alle talee di crescere in un ambiente umido e permetterai loro di crescere più velocemente.

Tuttavia, è importante sapere che mentre l’umidità è rilevante, lo è anche il drenaggio. Quindi, se fai crescere le radici nell’acqua, potrebbero diventare fragili e devi maneggiarle con cautela.

Quando coltivi una pianta che ha bisogno di più tempo per radicarsi, puoi usare gli ormoni, ma non i fertilizzanti.

Di seguito puoi trovare l’elenco di 20 piante che sono più facili da coltivare da talee:

Lavanda:  di solito viene coltivata da talee di punta, circa 3 pollici, e devi radicarla in una cornice fredda. Al termine, tra le 4 e le 6 settimane circa, puoi trasferirlo nelle aiuole.

Rosmarino:  se la tua pianta di rosmarino è nuova, avrai bisogno di talee di punta prese in primavera o di talee basali o di tacco prese in autunno, anch’esse radicate in cornici fredde. Le talee dovrebbero essere prese in vasi separati e coperte con una cupola di plastica, questo impedirà alla pianta di rosmarino di crescere in modo incontrollabile.

Rosa:  per coltivare questa pianta avrai bisogno delle talee di legno duro, e prendile in autunno. Inoltre, queste talee richiedono molta irrigazione durante l’inverno.

Timo:  per questa pianta, avrai bisogno di talee di punta e prendile in estate, che dovrebbero essere successivamente trasferite in un terriccio umido.

Consolida maggiore:  questa pianta cresce da talee di radici, prelevate in primavera o in autunno. La pianta madre fornisce le talee radicali, che vengono successivamente piantate in aiuola lavorata e ricoperte di pacciame.

Basilico:  il basilico può essere coltivato dai semi o dalle talee. Puoi prenderli in qualsiasi periodo dell’anno e conservarli in una stanza calda, lontano dalla luce del sole.

Pianta serpente:  una pianta serpente può fornirti numerose talee. Basta prendere da 2 a 3 parti della foglia per far crescere nuove piante. Queste nuove piante non possederanno la variegatura originaria e per mantenerla bisogna piantare parti di rizomi.

Agrifoglio:  l’arbusto femminile fornisce le talee, che vengono prelevate in autunno. Dovrai immergerli nella polvere ormonale e metterli in una pentola con un mezzo di radicazione umido. I vasetti vanno mantenuti a temperatura ambiente.

Viole africane:  per coltivare questa pianta avrete bisogno delle giovani foglie del fusto frondoso. Usa le bacchette per fare un buco con un angolo di 70 gradi. Quindi, posiziona il gambo in un vassoio di compost umido e sabbia. Tenere la pianta in un luogo esposto al sole.

Geranio:  il modo migliore per coltivare questa pianta è attraverso la pianta madre. Prendi lunghe talee che dovrebbero radicarsi dopo 12 ore di irrigazione della pianta madre.

Fucsia:  la primavera è il periodo migliore per prelevare talee da 3 paia di foglie. Mettili in una miscela umida di compost e sabbia e coprila per riscaldarla. L’estate è il momento migliore per piantarli in modo che inizino a fiorire.

Salvia:  per coltivare questa pianta avrete bisogno di talee basali semimature prelevate in autunno. Assicurati di tenerli in una zona mediamente calda e umida. Piantali in primavera.

Papavero albero californiano:  dicembre è il mese migliore per prelevare talee da questa pianta e avrai bisogno di sezioni di 3 pollici dalle radici. Mettili in un vassoio di miscela umida di compost e sabbia. Talee di piante all’aperto durante l’estate.

Rafano:  avrai bisogno di parti di 3 pollici dalla radice, prese in primavera. Piantali nel tuo giardino a un piede di distanza.

Weigela:  Weigela ha bisogno di legni teneri o talee semi-mature prelevate in primavera o all’inizio dell’estate. Puoi anche prendere talee di legno duro in autunno. Pianta talee di legno tenero in autunno o talee di legno duro nella primavera successiva.

Ortensia:  per piantarla avrai bisogno di talee di punta con 3 o 4 foglie. Rimuovere la coppia più bassa, tagliare lo stelo più vicino al nodo e posizionarlo in un mezzo di radicazione umido sotto fogli di plastica.

Pianta di alluminio:  questa pianta viene coltivata proprio come l’ortensia. Prendi le talee di punta, tagliale bene e mantieni le talee umide.

Bastone muto:  prendi le teste frondose e lascia che formino un callo per un giorno o due. Metterli in contenitori separati e conservarli in un luogo caldo e luminoso. Avrai bisogno di canne nude, 2 pollici sopra il terreno e separale in sezioni da 3 pollici in vassoi. I vassoi devono essere pieni di compost e torba. Assicurati che siano coperti finché i germogli non crescono oltre la linea del suolo.

Sempreverde cinese:  usa le talee di punta e mettile in una miscela umida di compost e sabbia. Devi creare sezioni di 3 pollici dello stelo.

Quindi, posizionali orizzontalmente in un vassoio pieno di miscela di sabbia e torba umida e coprili parzialmente con la sabbia. Sigillare con plastica trasparente. Se hai nuove piante, mettile in vasi separati.

Filodendri:  coltiva questa pianta utilizzando talee di punta con 2 o 3 nodi. Questa pianta a volte può crescere dalla punta e talvolta dalla radice. Puoi anche utilizzare da 2 a 3 nodi, che richiederanno un periodo di tempo più lungo per crescere.