Una mancanza di ventilazione, uno scarso isolamento o infiltrazioni d’acqua possono rendere l’aria di casa molto umida. Un alto tasso di umidità provoca molti inconvenienti, in particolare lo sviluppo di muffe nere o verdastre. Troviamo poi questi funghi microscopici sulle pareti, sul soffitto, ma anche sul bordo delle finestre. Lungi dall’essere estetica, la muffa provoca anche allergie e problemi respiratori. Scopri come eliminare la muffa dalle finestre.

Se c’è un problema ricorrente di cui soffrono molte famiglie, è proprio l’umidità. Questo vapore acqueo che circola nell’aria ambiente può causare problemi quando raggiunge una velocità significativa. Infatti, un livello di umidità superiore al 60% favorisce lo sviluppo di muffe. Questi possono rivestire pareti , fughe di piastrelle, ma anche infissi.

muffa del davanzale della finestra

Muffa sul davanzale – Fonte: spm

Perché si forma la muffa sulle finestre?

Due fattori principali causano la muffa sui davanzali: infiltrazioni d’acqua e condensa.

Infiltrazioni d’acqua:  con il passare del tempo le guarnizioni delle finestre si consumano, favorendo così le perdite d’acqua, soprattutto durante i giorni di pioggia. Diciamo quindi che la finestra perde, cioè lascia infiltrare l’acqua. La sua tenuta stagna viene quindi messa in discussione. Queste perdite favoriscono l’umidità e quindi lo sviluppo di muffe.

Condensa: l’  umidità, accompagnata da una differenza di temperatura, provoca la  formazione di condensa sulle finestre.  Infatti, in assenza di ventilazione, l’aria all’interno diventa calda e assume umidità. Quando viene a contatto con la superficie fredda delle finestre,  il vapore acqueo in essa contenuto si trasforma in goccioline.  È così che le finestre e gli infissi si inumidiscono, e chi dice umidità, dice muffa. Questi funghi microscopici , infatti,  si nutrono di vapore acqueo che diventa liquido.  Poiché la nebbia si forma più facilmente sul vetro, la muffa cresce rapidamente intorno alle finestre.

Come eliminare la muffa attorno alle finestre?

  • aceto bianco

Questo prodotto naturale è efficace nell’eliminare muffe e  disinfettare le superfici infette da spore, grazie al suo contenuto acido.  Per fare questo, riempire un flacone spray con aceto bianco e spruzzare sullo stampo. Lasciare agire per un’ora e strofinare con un panno in microfibra imbevuto di acqua tiepida. Quindi stirare il davanzale e il telaio della finestra con un panno pulito e aerare la stanza.

pulire il telaio della finestra

Pulisci il telaio della finestra – Fonte: spm

  • Olio essenziale dell’albero del tè

L’olio essenziale dell’albero del tè ha  proprietà antimicotiche e antibatteriche  che ti permetteranno di eliminare efficacemente questi funghi dalle finestre. Per questo, mescolare in uno spray mezzo bicchiere d’acqua con 10 gocce di questo olio essenziale. Agitare il flacone per amalgamare bene i due ingredienti e spruzzare sullo stampo. Lascia agire per un’ora e pulisci la finestra con un panno pulito. Non dimenticare  di ventilare la stanza, asciugare bene la finestra.

  • Bicarbonato di sodio

finestra di cottura

Bicarbonato di sodio – Fonte: spm

Questo alleato della pulizia è efficace anche nel superare le muffe più ostinate. Per fare questo, mescola il bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua per formare una pasta e applicala sulle superfici ammuffite. Lasciare riposare fino a quando la pasta si asciuga e strofinare lo stampo con un pennello imbevuto di acqua tiepida. Pulisci il davanzale della finestra con un panno asciutto per rimuovere la pasta.

  • perossido di idrogeno

Antimicotico e antibatterico, il perossido di idrogeno ti permette di eliminare tutta la muffa che ricopre i tuoi vetri. Per fare ciò, spruzzare una piccola quantità di questo prodotto sulle zone interessate dalla muffa e lasciarlo agire per 10 minuti. Quindi pulire le macchie con un panno in microfibra. Ricordarsi di proteggere le mani con i guanti durante la pulizia.

Si noti che non è consigliabile utilizzare candeggina per rimuovere la muffa. In effetti,  potrebbe danneggiare le guarnizioni delle finestre.

Come prevenire la comparsa di muffa sulle finestre?

Ventilare la casa: ventilare la casa  ogni giorno per 10-15 minuti per rinnovare l’aria ambiente  ed evacuare l’umidità in eccesso.

Elimina l’umidità:  Per evitare la formazione di muffe, è importante mantenere asciutti i serramenti e gli infissi. Per fare ciò, asciuga ogni volta la condensa che si forma sui vetri.

Controllare le guarnizioni: le guarnizioni  usurate o crepate favoriscono le infiltrazioni d’acqua. È quindi importante controllare frequentemente le guarnizioni per sostituirle in caso di guasto, e garantire così ai vostri serramenti una migliore tenuta all’acqua e all’aria.

Tenere pulite le finestre:   se la muffa cresce sulle superfici umide, bisogna dire che  questi microscopici funghi amano anche la polvere . Infatti, è sufficiente che questa polvere diventi umida e calda perché si sviluppi la muffa. È quindi importante spolverare i vetri e pulirli spesso per evitare che la muffa ricresca.

Grazie a questi consigli per la pulizia, potrai sbarazzarti della muffa in modo rapido ed efficace, ma è comunque importante adottare queste misure preventive per evitare problemi di umidità e prevenire l’eventuale ricomparsa della muffa.