Press ESC to close

5 modi per riutilizzare il sapone avanzato

Dopo diversi utilizzi il sapone solido diventa piccolissimo e quasi inutilizzabile. Vedendoli abbandonati sul lavandino o sul bordo della vasca, spesso abbiamo la tentazione di gettarli nella spazzatura. Tuttavia, è possibile riciclare il sapone avanzato per un consumo responsabile e zero rifiuti.

A causa della mancanza di tempo o di manutenzione, piccoli pezzi di sapone possono facilmente accumularsi sul portasapone. Se ne avete abbastanza, potete raccoglierli in un luogo asciutto per riutilizzarli in seguito. Ecco alcuni consigli antispreco che ti saranno molto utili.

Come riutilizzare il sapone avanzato?

I seguenti consigli permettono di dare una seconda vita ai piccoli resti di sapone ed evitare così gli sprechi. Senza dubbio sarai interessato a scoprire  queste soluzioni ingegnose.

  • Usa gli avanzi per fare il sapone

Sapone fatto a mano

Per preparare il sapone è sufficiente  sciogliere i resti a bagnomaria o in una padella mescolandoli con un po’ d’acqua, una piccolissima quantità di latte o tè liquido,  lo scopo è semplicemente quello di sciogliere il sapone senza bruciarlo. Successivamente utilizzare stampini di varie forme per versare il liquido all’interno. Lasciare asciugare e indurire prima di sformare prima di raccogliere saponi nuovi di zecca. È anche possibile grattugiare il sapone avanzato e scioglierlo in acqua per ottenere un prodotto liquido. Puoi aggiungere glicerina e un olio essenziale a tua scelta per modificare il profumo. Quindi versare il tutto in una bottiglia con pompa.

  • Crea tasche esfolianti con il sapone avanzato

Questo secondo consiglio è molto utile per gli appassionati di giardinaggio. Consiste nel mettere un pezzo di sapone in un pezzo di collant filato. Così facendo, sarà pratico lavarsi le mani molto sporche dopo una sessione di giardinaggio o anche dopo lunghe ore trascorse in cucina.  È sufficiente inumidire il tessuto e strofinare la pelle per qualche secondo per rimuovere tutto lo sporco e i residui di cibo  che si accumulano sulle dita e sui palmi delle mani. È possibile aggiungere oli essenziali e fiocchi d’avena per esfoliare la pelle e renderla morbida al tatto.

  • Segna i tessuti con i residui di sapone

Segna un tessuto con un pezzo di sapone

Quest’altro suggerimento piacerà senza dubbio agli appassionati di cucito. Invece di acquistare gesso o pennarelli per stoffa cancellabili con acqua, puoi optare per il sapone avanzato come soluzione alternativa.  Pratica ed economica, la punta fine per sapone ti aiuterà a tracciare linee sui tessuti senza danneggiarli.  Naturalmente, per ottenere una marcatura delle cuciture impeccabile con linee rette o angoli precisi, è sempre utile avere a disposizione un righello o una squadra.

  • Prepara una spugna autoschiumosa con il sapone avanzato

Spugna schiumogena

Sorprendente, non è vero? Una spugna può facilmente diventare autoschiumosa semplicemente utilizzando il sapone avanzato. Per ottenere questo risultato, praticate un piccolo taglio su un lato della spugna in modo da potervi inserire un pezzettino di sapone.  Una volta bagnato, sarà in grado di produrre schiuma e rilasciare sapone costantemente.  Questo consiglio è molto utile sia per la pulizia, la pulizia dei piatti o la manutenzione dei servizi igienici.

  • Metti il ​​sapone avanzato nell’armadio

Vestiti piegati in un armadio

Per sentire un  profumo fresco e gradevole sui tuoi vestiti  quando ti vesti la mattina, non c’è niente come il sapone.  Proprio come la lavanda o i profumi per ambienti, mettere piccoli resti di sapone nell’armadio o nell’armadio lascia un dolce profumo.  È possibile posizionarli in fondo all’armadio accanto ai vestiti, avvolgendoli in un tessuto molto sottile o in un marsupio per evitare che segnino il bucato.

Con queste idee ingegnose per riciclare gli scarti di sapone, dai loro una seconda vita ed eviti gli sprechi!