Press ESC to close

5 piante d’appartamento che eliminano muffe e condensa in casa

In una casa l’eccessiva umidità può essere dovuta alla risalita di capillari, ad infiltrazioni o al fenomeno della condensa. Quest’ultimo punto è l’unico su cui gli occupanti di una casa possono agire nel più breve tempo possibile modificando determinate abitudini. Per combattere questa umidità, alcune piante sono particolarmente efficaci. Questi assorbono l’umidità e prevengono la comparsa di muffe.

L’umidità può apparire come nebbia sulle finestre e rendere le pareti umide. Oltre al deterioramento delle pareti, l’aria eccessivamente umida può provocare lo sviluppo di muffe. Tuttavia, alcune piante da interno possono limitare la formazione di condensa e rappresentare un trattamento contro l’umidità.

Perchè in casa c’è condensa?

Quando il vapore acqueo presente nell’aria ambiente entra in contatto con le superfici fredde, si forma la condensa e il vapore si trasforma in acqua, generando finissime goccioline sulle superfici. Problemi di condensa possono verificarsi nei materiali da costruzione nuovi o vecchi. Alcune attività umane come semplicemente fare una doccia calda, respirare, sudare o cucinare il cibo in cucina possono aumentare i livelli di umidità. Quest’ultimo rappresenta il livello di umidità nell’aria. Pertanto, il vapore acqueo finisce per condensare e causare un problema di umidità nell’abitacolo.

Quali sono i fattori che favoriscono i problemi di condensa?

Diversi fattori possono favorire il fenomeno della condensa. Una cattiva ventilazione della casa, una ventilazione insufficiente o un guasto al sistema di ventilazione, uno scarso isolamento o addirittura il passaggio dall’aria calda all’aria fredda sono tutte cause potenzialmente responsabili della formazione di condensa in una casa.

Quali sono le conseguenze di un problema di condensa?

Come risultato del raffreddamento ad aria calda e umida, la condensa può apparire sotto forma di segni umidi su pareti, soffitti e specchi. Risultato? Sulle pareti compaiono tracce di muffa , la vernice si sta staccando e la carta da parati si sta staccando. Oltre al suo carattere antiestetico, la muffa può presentare pericoli per la salute dei residenti. Questi funghi microscopici, infatti, si moltiplicano e possono rilasciare spore e micotossine. Queste sostanze tossiche possono irritare le vie respiratorie e causare asma, rinite o bronchite.

Quali piante aiutano a deumidificare l’aria?

Per regolare il livello di umidità dell’aria ed eliminare la muffa, alcune piante da interno sono particolarmente efficaci. Agendo come un deumidificatore, queste piante verdi aiutano a pulire gli ambienti umidi e a combattere gli odori e le tracce di muffa.

1. Cactus

Una pianta che permette di avere un clima salubre

I cactus aiutano ad assorbire l’acqua ambientale e a combattere la presenza di umidità in casa. Facili da curare, queste piante da interno necessitano di essere annaffiate solo occasionalmente.

2. Felce di Boston

La felce di Boston riduce l'umidità in casa

La felce di Boston è una pianta tropicale che aiuta a rimuovere l’umidità dall’aria. Perché possa prosperare, il suo terreno deve rimanere umido. Assicurati di posizionare questa pianta in un luogo luminoso ma protetto dalla luce solare diretta.

3. Orchidee

Le orchidee sono bellissime piante disinquinanti

Molto apprezzate, le orchidee hanno radici capaci di catturare l’umidità ambientale. Posiziona la tua pianta in una stanza luminosa ma protetta dal sole e inumidiscila una volta alla settimana.

4. Tillandsia

Una pianta antiumidità

Soprannominata anche “figlia dell’aria”, la Tillandsia intrappola l’umidità nelle sue foglie. Posiziona la pianta in una stanza luminosa, lontana dal sole e usa acqua priva di calcare una volta alla settimana per umidificarla.

5. Spatifillo

Una pianta che aiuta a regolare i livelli di umidità

Lo Spathiphyllum è una pianta tropicale che grazie alle sue foglie aiuta a ridurre il livello di umidità in casa. Per permetterle di fiorire, posizionare la pianta in un luogo luminoso, senza esporla alla luce solare diretta. Innaffialo regolarmente per mantenerlo.