Oggi dobbiamo parlare di questo grande paese che avrà sempre spazio nel mio cuoricino, il Messico! Questo paese sorprende per i suoi colori vivaci ma ha anche una vegetazione estesa e imponente che lascia a bocca aperta chi lo visita.

Con il passare del tempo, la vegetazione ha dato origine a piante provenienti da ogni luogo per via del clima caldo che accompagna tutto l’anno, ma la sua grande ricchezza sono le piante endemiche del luogo, non solo per l’aspetto visivo ma anche per essere parte di molti dei pasti o dei dolci che ti piacciono di più.

In passato i messicani padroneggiavano l’arte della cucina con i fiori, e ogni buon messicano conosce il sapore di ogni erba e in questo modo può mettere in risalto i suoi squisiti piatti. Oggi entreremo nel magico mondo delle piante tropicali!

 

1-Cactus

Questa pianta vi accompagnerà tutto l’anno perché è una pianta perenne, i suoi fusti sono piatti di forma ellittica e con due tipi di spine. Consiglio di lasciare uno spazio ampio in quanto tende a svilupparsi molto, nella scelta dello spazio fare attenzione che non si allaghi facilmente perché non ama l’acqua in eccesso. Una volta che sarai incoraggiato a questo cactus potrai goderti il ​​suo bellissimo fiore e i suoi frutti ma devi stare attento quando vuoi mangiarli poiché ha molte spine all’esterno, le posate saranno ottimi alleati per poterti godere la sua deliziosa polpa.

2- Cacao

Chi non ha ceduto al fascino di un delizioso cioccolato fondente, ci troviamo di fronte all’origine del nostro piacere nascosto… Cacao . La pianta del cacao è un albero tipico delle zone tropicali perché ha bisogno di calore e umidità per svilupparsi completamente. I suoi frutti sono delle grosse bacche rossastre allungate al cui interno si trovano tra i 30 ei 40 semi scuri che sono l’ingrediente principale del pregiatissimo cioccolato.

3- Vaniglia

Un’altra delizia che ci accompagna da quando eravamo piccoli, il suo dolce aroma ci trasporta alla maggior parte dei dolci che cucinavano le nostre nonne. La vaniglia appartiene al genere delle orchidee e potremmo aver bisogno di un po’ di esperienza per poterla riprodurre in zone non tropicali . Quando lo si rimuove dal suo ambiente, si dovrebbe creare il clima più simile possibile, gli ambienti caldi e umidi e l’esposizione al sole sono i più adatti per sentirsi a proprio agio. Se sei in ansia questa non sarebbe la tua pianta, solo dopo anni potrai goderti un buon baccello di vaniglia.

4- Agave

Con questa pianta entreremo nel mondo dei distillati, chi non ha provato una tequila in una serata fuori con gli amici. Questa pianta avrà bisogno di pieno sole per crescere, la sua temperatura ideale è compresa tra 20º e 30º. E se vuoi coltivarlo in vaso, considera una varietà che ha dimensioni ridotte, è noto che gli steli dei fiori raggiungono i 9 metri. Devo dire che il colore tra il verde e il blu delle sue foglie appuntite mi fa impazzire, mi piace il suo contrasto con il resto delle piante verdi del mio giardino.

5- Cempasuchil

Un’altra pianta fondamentale nel mio giardino, perché attira gli impollinatori ed emana anche un aroma che di solito respinge gli insetti poco graditi. Le sue dimensioni sono grandi rispetto ad altri tageti e il colore dei suoi petali varia tra giallo, arancione o una miscela di bordeaux e giallo. Riconoscerai sicuramente i loro fiori tipici della celebrazione messicana del Giorno dei Morti, tracciano con i loro petali un percorso che rappresenta una guida affinché i loro parenti defunti possano ritrovare la strada di casa e godersi una serata in famiglia.