I peperoncini sono divertenti da coltivare dal seme con le molte forme e varietà disponibili, ma a volte le piantine possono essere complicate per iniziare. Potresti spesso chiederti “perché i miei peperoni non crescono?” ed essere tentato di gettare l’intero bidone nel compost.

Ho avviato i peperoncini in casa per alcuni anni e finalmente ho trovato i modi migliori per evitare il problema più grande della coltivazione dei peperoncini e ottenere i risultati che tutti desiderano una buona crescita laterale e steli forti e spessi.

Innanzitutto, tieni presente che i peperoni possono impiegare molto tempo a germogliare. Non aspettarti di vedere il verde fino a circa 2 settimane dopo aver seminato i semi.

Dai un’occhiata a 5 segreti per coltivare peperoncini dal seme di seguito.

1. Semina due piante di peperoncino per vaso

I peperoni crescono bene da soli, ma sono più produttivi se ne pianti due insieme. Ho iniziato i peperoni separatamente in vasi, poi li ho raggruppati insieme quando era il momento di spostarli in vasi più grandi.

La crescita dello stelo non viene influenzata e le piante saranno molto sane.
Coltivare peperoncini dal seme non è un compito impossibile! Anche un principiante può coltivare molti peperoni nel proprio giardino, concediti le migliori possibilità con semi e terriccio di buona qualità.

2. Avviare i peperoncini dai semi in casa 8-10 settimane prima dell’ultima data di gelo.

Quando è il momento migliore per iniziare i peperoncini? Idealmente, inizierai i semi in casa 8-10 settimane prima della tua ultima data di gelo, li indurirai per sopravvivere all’aperto la settimana dopo l’ultima data di gelo, quindi li pianterai nel terreno la settimana successiva.

I peperoncini hanno una stagione di crescita più lunga, quindi se fai giardinaggio in aree con periodi caldi piuttosto brevi, devi avviarli entro quel lasso di tempo. Questo spesso significa iniziare da metà febbraio all’inizio di marzo, indurirli a metà maggio, quindi metterli in giardino a fine maggio o addirittura all’inizio di giugno.

Certo, cresceranno abbastanza grandi e dovrai prenderti cura di loro, ma sarai in grado di raccogliere peperoncini per tutta la stagione invece di un peperoncino alla fine dell’estate.

3. Mantieni una buona luce di crescita (o usa una finestra esposta a sud)

A nessuno piacciono le piantine con steli lunghi e sottili! (Le piantine con steli lunghi e sottili sono quando le tue piante sono allungate perché stanno cercando di raggiungere la fonte di luce). Puoi evitare questo destino per le tue piante mantenendo una luce di crescita a soli 2-5 cm di distanza.

Se stai coltivando i tuoi peperoni su una finestra esposta a sud, non dovrai spostare la luce, ma dovrai spostare la pianta. Riposiziona le tue piante di pepe ogni pochi giorni in modo che non si pieghino su un lato. Probabilmente li girerai ogni giorno dopo che hanno germogliato per la prima volta, poi ogni pochi giorni una volta che si sono stabilizzati un po’ di più.

4. Pizzicare (tagliare) i peperoni allo stadio di 8-10 foglie

Vuoi steli forti e molta crescita laterale? Allora devi potare le tue piante di peperone! Quando la pianta raggiunge lo stadio di 8 o 10 foglie, taglia le ultime 2 o 4 foglie sulla parte superiore della pianta.

Sì, probabilmente ti sentirai un assassino di piante per aver potato le tue piante in questo modo. Ma ti prometto che sarai ricompensato con steli spessi, una folta pianta di peperoncino e tanti frutti!

5. Piantare nel posto giusto nell’orto

Una volta che hai coltivato quella perfetta pianta di peperoncino dal seme, il tuo lavoro non è finito! I peperoncini non crescono molto alti e amano il sole e il calore il più possibile. Piantali in un contenitore o in un punto del giardino che riceve 6 o più ore di sole al giorno, nel punto più caldo possibile. (A meno che tu non viva in un posto molto caldo.)

Se hai accesso a una serra o a un tunnel, dare ai tuoi peperoni un po’ di questo prezioso strumento ti aiuterà ad avere peperoni molto migliori. I peperoni beneficiano del calore extra e hanno molte più possibilità di ingrossarsi.