Press ESC to close

6 prodotti per la pulizia da non mescolare mai

Per una casa che risplende utilizziamo quotidianamente i moderni detersivi venduti al supermercato. Per rimuovere lo sporco da alcune superfici, spesso siamo tentati di mescolare prodotti per la pulizia senza pensare alle conseguenze che ciò potrebbe avere sulle superfici da pulire o anche sulla nostra salute poiché possono essere tossici. Scopri le combinazioni di prodotti che dovrebbero essere bandite per sempre!

Nel tentativo di migliorare l’effetto dei prodotti per la pulizia, alcune persone diventano chimici e creano miscele di prodotti. Tuttavia, mescolare alcuni componenti chimici può essere dannoso e costituire un vero pericolo per l’individuo e per la salute di chi lo circonda.

Quali prodotti per la pulizia non dovrebbero mai essere mescolati?

Pulitori

Non tutti i prodotti disinfettanti o sgrassanti sono di per sé tossici. Sono i loro componenti chimici che possono produrre una reazione inaspettata se miscelati con un altro prodotto. È inutile affrontare una macchia ostinata mescolando prodotti quando non si è sicuri di non causare danni irreversibili! Ecco un elenco da tenere in considerazione:

– Acqua ossigenata con aceto bianco: una miscela di prodotti pericolosi

Perossido di idrogeno

Sebbene sia forte la tentazione di utilizzare questi due ingredienti per disinfettare a fondo alcune superfici, non dovresti mai mescolare il perossido di idrogeno e l’aceto bianco nello stesso contenitore. Ecco perché oggi è raro trovare questa combinazione in un unico prodotto. La miscela crea acido peracetico, la cui elevata concentrazione può danneggiare gravemente la pelle.

Usa questi ingredienti separatamente, sarai soddisfatta del risultato! L’acqua ossigenata o acqua ossigenata è un prodotto perfetto per disinfettare il piano di lavoro della cucina o il frigorifero. Per togliere una macchia, ad esempio, è possibile mescolare la farina con l’acqua ossigenata fino ad ottenere una pasta densa. Lasciarlo riposare per una notte su una superficie prima di pulirlo il giorno successivo. L’aceto bianco è ultra efficace per disincrostare e disinfettare. Per utilizzarlo è sufficiente spruzzare un po’ di aceto bianco sui rubinetti del bagno. Il prodotto farà effetto dopo 15 minuti, quindi si asciugherà!

– La candeggina miscelata con uno di questi tre prodotti è tossica

Candeggina

Come regola generale,  la candeggina non deve essere miscelata con prodotti acidi  e con alcuni detersivi. Non si mescola bene nemmeno con l’aceto bianco, l’alcol domestico e l’ammoniaca. Tuttavia, l’uso simile di aceto bianco e candeggina può essere fuorviante. Anche se utilizzata a basse dosi, questa prima combinazione rilascia un vapore tossico di cloro e cloramina che può colpire diverse parti del corpo. Gli occhi potrebbero lacrimare e i polmoni irritarsi, potresti anche avere mal di gola.

Inoltre, la candeggina può diventare estremamente tossica e irritante se mescolata con alcol domestico. Ciò porta al vomito e persino alla perdita di coscienza. Usa solo alcol domestico per rimuovere il calcare e le macchie antiestetiche dalle superfici. Basta inumidire un panno pulito con alcool prima di strofinare una superficie e farla brillare. Questo prodotto è efficace anche sulle macchie di grasso, vino e vernice presenti sui tessuti.

Infine, la combinazione di candeggina e ammoniaca può essere altrettanto tossica poiché può causare difficoltà respiratorie inalando il gas cloramina prodotto da questa miscela. Da bannare senza esitazione! Attenzione: la maggior parte dei detergenti per vetri contengono ammoniaca, quindi non mescolarli mai con la candeggina.

Le giuste azioni da adottare per un utilizzo sicuro dei prodotti

Prodotti per la manutenzione

Considerati i numerosi rischi per la salute, è meglio fare attenzione quando si utilizzano determinati prodotti. Innanzitutto, informati sugli ingredienti dei detersivi e dei prodotti per la pulizia che desideri utilizzare. Assicurati di indossare una maschera per proteggere il viso e guanti di gomma per evitare ustioni e infiammazioni della pelle. È sempre più semplice utilizzare prodotti fatti in casa come il succo di limone per ridurre al minimo i rischi. Per pulire il bagno senza dover usare la candeggina potete mescolare un litro di acqua bollente con succo di limone e mezzo bicchiere di aceto bianco. Quindi, versare il composto nella tazza del WC e lasciare agire per due ore prima di risciacquare.

Attenzione: nonostante sia un ingrediente naturale, il limone può rendere la pelle fotosensibile e pungere in caso di tagli sulla mano. Indossa i guanti per proteggerti!

Alcune combinazioni di prodotti sono pericolose per la salute. Essendo consapevoli di ciò, si riduce notevolmente il rischio di provocare reazioni chimiche dannose per la salute.