Interruttore, telecomando, cappa… Spesso ci dimentichiamo di pulire alcune zone della casa. Eppure trattengono microbi e batteri. Dai un’occhiata a questi 7 posti della casa che la maggior parte delle persone dimentica di pulire.

La manutenzione della casa non è un compito facile. Polvere e sporco si accumulano facilmente in ogni angolo e superficie. Oltre a spolverare i mobili e lavare i pavimenti, anche altri ambienti della casa necessitano di essere puliti e disinfettati, ma spesso vengono dimenticati. Abbiamo fatto il punto per te.

Quali sono i 7 posti della casa che la maggior parte delle casalinghe dimentica di pulire?

Ecco i 7 posti che le casalinghe possono dimenticarsi di pulire.

  • Pulire il telecomando
Pulire il telecomando

 

Maneggiato da tutti in casa, il telecomando deve essere disinfettato regolarmente. Per fare ciò,  rimuovi prima le batterie,  poi inumidisci un panno in microfibra con una soluzione di acqua e aceto bianco e strofina il telecomando,  pulendo anche tra i pulsanti.  Asciugarlo con un panno pulito e asciutto, quindi sostituire le batterie.  Questa pulizia dovrebbe essere effettuata ogni settimana.

  • Pulisci la cappa della cucina

La cappa aspirante da cucina serve per  eliminare gli odori di cottura dai cibi.  Aiuta anche a trattenere gli schizzi di grasso  per mantenere pulita la cucina.  Tuttavia, spesso ci dimentichiamo di pulirlo. Per mantenere la cappa da cucina è importante  sgrassarla regolarmente.  Per fare ciò, rimuovi i filtri dalla cappa e immergili in una bacinella di acqua calda. Ciò  ammorbidirà il grasso e lo sporco  e quindi faciliterà la pulizia. Poi versate un po’ di bicarbonato di sodio sui filtri e lasciate riposare per un’ora. Non esitate a capovolgere di tanto in tanto i filtri, soprattutto se non riescono a immergersi completamente nella bacinella. Con una spugna morbida in microfibra,  strofinare i filtri per rimuovere il grasso.  Successivamente risciacquare e asciugare adeguatamente prima di rimettere i filtri al loro posto. Tieni presente che oltre al bicarbonato di sodio puoi utilizzare anche l’aceto bianco  che è uno sgrassatore e smacchiatore naturale.  Per fare ciò è sufficiente immergere un panno in microfibra nell’aceto bianco, precedentemente riscaldato, quindi strofinare i filtri.

  • Pulisci il frigorifero
Pulisci il frigorifero

 

Il frigorifero necessita di una manutenzione regolare  per eliminare batteri e cattivi odori.  Si consiglia di disinfettare l’apparecchio due volte al mese. Per fare ciò, pulisci l’interno del frigorifero con una spugna in microfibra imbevuta in una soluzione di acqua e aceto bianco. Considera anche  lo sbrinamento del frigorifero  per aumentare la durata di vita delle tue apparecchiature, ma anche  per evitare un consumo eccessivo di energia  che grava sulla bolletta elettrica.

  • Pulisci lo spogliatoio

Lo spogliatoio è un vero nido di polvere. Necessita quindi di una pulizia regolare. Per fare ciò, svuotatelo prima e poi aspiratelo per rimuovere tutta la polvere. Successivamente pulire le pareti e le aste con aceto bianco o preferibilmente alcool domestico. Asciuga l’armadio e arieggialo prima di rimetterti i vestiti.

  • Pulisci gli interruttori
Pulisci l'interruttore

 

Gli interruttori della luce vengono spesso dimenticati quando si pulisce la casa. Tuttavia, accumulano facilmente batteri. Ricordatevi di pulirli settimanalmente,  utilizzando cotone imbevuto di alcool a 90°C.  Strofinare e poi lasciare asciugare.

Gli interruttori possono anche essere puliti con una patata e un latte struccante. L’amido di questo tubero è molto efficace  nello sciogliere i grassi.  Strofina gli interruttori con mezza patata, puliscili con un panno, quindi immergi un dischetto di cotone nel latte struccante e passalo sugli interruttori. Ciò rimuoverà lo sporco residuo e  posizionerà una pellicola protettiva sugli interruttori  per proteggerli dallo sporco.

  • Pulisci le tende

Le tende spesso vengono dimenticate nella manutenzione della casa, eppure sono sempre sotto i nostri occhi. Le tende accumulano polvere  e devono essere lavate due volte l’anno.  Le tende in cotone possono essere lavate in lavatrice a 30°C. Le tende in velluto e le tende a rete devono essere lavate a mano, utilizzando acqua saponata. Per quanto riguarda le tende da doccia,  andrebbero pulite più spesso,  preferibilmente una volta ogni due mesi. Attivare un ciclo ad acqua calda a 60° per le tende in cotone,  e un ciclo a 30° per le tende in plastica.  

  • Pulisci la spazzatura

Anche se sembra ovvio, spesso ci dimentichiamo di pulire la spazzatura in casa. Dopo aver svuotato i bidoni della spazzatura del bagno o della cucina, strofina le pareti interne con una spugna in microfibra imbevuta di acqua e aceto bianco o con una pasta di bicarbonato di sodio. Sciacquare e lasciare asciugare all’aria per evitare cattivi odori che causano umidità.

Come avrai capito, mantenere gli angoli più piccoli garantisce una pulizia impeccabile della tua casa.