Press ESC to close

A che temperatura si lavano le tende?

Oltre a rendere l’atmosfera più accogliente, riparandola da sguardi indiscreti o proteggendoci dal troppo caldo, le tende danno anche il tocco finale alla decorazione del soggiorno o della camera da letto. Il problema, bisogna ammetterlo, è che tendiamo a dimenticarli e a trascurare la pulizia. Tuttavia, contrariamente a quanto si potrebbe credere, con il tempo si sporcano anche. È addirittura un vero e proprio nido di polvere e macchie scure. Quali sono gli accorgimenti di lavaggio per evitare di rovinare le vostre tende? Ti diciamo tutto.

Tende

Lavare le tende può sembrare facile, ma il compito non è così banale. E per una buona ragione, la varietà di modelli e tessuti è così ampia che rischiamo presto di commettere errori. Per poter  pulire correttamente  le vostre tende senza rovinarle, dovete innanzitutto determinare se sono di lino naturale, velluto, materiale sintetico o opaco. Tieni presente che alcuni tessuti sono più fragili di altri e potrebbero  restringersi ,  scolorirsi sfilacciarsi.   

In breve, pulire le tende non è un compito facile. Dobbiamo quindi usare cautela e prestare un po’ più di attenzione ad esso. Per evitare ogni possibile inconveniente, la soluzione migliore è controllare attentamente  l’etichetta del produttore per definire chiaramente le condizioni di lavaggio. Se non riesci a trovare questa indicazione, prova a scoprire qual è la composizione del tessuto delle tue tende. Questo è ciò che ti permetterà di definire quale tipo di lavaggio sarà più appropriato.

Come mantenere e lavare correttamente le tende di casa?

Una tenda pulita per il soggiorno

A volte, non importa quanto teniamo le finestre aperte nella stanza, scopriamo comunque che l’atmosfera è un po’ buia e c’è un odore di muffa. I colpevoli di questa sensazione non sono altro che le tende sporche, cariche di polvere e altri batteri ostinati che possono contaminare l’interno della casa. Ecco perché è necessario lavarli regolarmente.

Tuttavia, se non vengono lavati adeguatamente, il tessuto può deteriorarsi e costringerci a cambiarlo, con conseguenti spese inutili. Il che ovviamente non è auspicabile, soprattutto se i modelli di tende che ti piacciono sono molto costosi. La cosa migliore è mantenere adeguatamente le tue vecchie tende rinnovandole!

Prima di utilizzare  la lavatrice , la prima cosa da fare è accertarsi del materiale di fabbricazione per applicare il ciclo di lavaggio più adatto. Bisogna tenere conto soprattutto della temperatura alla quale dovrete lavare le tende. In genere, le tende più comuni nelle case sono in cotone, lino, seta o tessuto sintetico. Logicamente, tutte queste informazioni compaiono già sull’etichetta del prodotto, che è necessario conservare, per seguire le istruzioni alla lettera.

Per rimuovere le macchie di sporco dalle tende, acqua e sapone saranno particolarmente efficaci. Ma attenzione, puntate soprattutto sul detersivo giusto!

Detersivo in polvere, il nemico numero 1 delle tue tende

Togli la tenda

La tua tenda ha   un motivo stampato? Soprattutto non usate detersivi in ​​polvere perché, la maggior parte delle volte, questo tipo di prodotti contiene sostanze sbiancanti che rischiano di scolorire i vostri ambienti. Meglio quindi affidarsi a sapone e detersivo liquido per evitare spiacevoli sorprese. Come vantaggio aggiuntivo, le tende non si seccano al sole.

Tornando alla scelta della temperatura della lavatrice, come abbiamo accennato in precedenza, questa varia a seconda del materiale di cui sono realizzate le tende.

Ecco alcune regole di base:

  • Non riempire eccessivamente il cestello dell’apparecchio per evitare che le tende si sgualciscano facilmente all’interno.
  • In generale la temperatura dell’acqua non deve superare i 50°C ed è importante che la macchina abbia un programma minimo di pressatura o centrifuga.
  • Per il cotone, optare per un programma di lavaggio delicato (30°C), le tende bianche possono arrivare fino a 40°C.
  • Esistono diverse varietà di tende in lino, ma per la maggior parte si consiglia di utilizzare un ciclo di lavaggio a 30°C e una centrifuga a 400 giri al minuto. Più robusta, la tela di lino può essere lavata a 40°C.
  • Il raso perde la sua lucentezza se lavato a temperature troppo elevate o con detersivi aggressivi.
  • Le tende dipinte a mano, in colori naturali (non sintetici o chimici), devono essere lavate esclusivamente a mano, preferibilmente con sapone di Marsiglia.
  •  Immergete velocemente le tende di tulle in una ciotola di acqua tiepida, nella quale sarà stato sciolto un po’ di sapone. Non strofinarli.
  • Le tende sintetiche, soprattutto quelle più trasparenti, richiedono una temperatura di 30°C.
  • I capi in seta sono sicuramente i più fragili: bisogna innanzitutto accertarsi che queste tende siano lavabili in acqua, perché la maggior parte si lava a secco. In ogni caso la temperatura non deve superare i 30°C e si sconsiglia la centrifuga.
  • Dopo il lavaggio, dovresti provare il più possibile ad appendere le tende orizzontalmente in modo che siano distese per evitare pieghe e pieghe. Se desiderate stirarli, fatelo quando sono ancora un po’ umidi, utilizzando il ferro da stiro a bassa temperatura (senza vapore!).