Press ESC to close

Come avere capi morbidi dopo il lavaggio senza ammorbidente?

Dormire in una coperta fresca di bucato o indossare la tua felpa preferita appena uscita dalla lavatrice è una sensazione meravigliosa. Solo che non è necessario utilizzare l’ammorbidente che spesso è pieno di sostanze chimiche e costoso. Gli ingredienti pronti per la cucina possono aiutarti a ottenere un tessuto morbido e setoso.

Esistono altri modi per profumare i vestiti in modo che escano dalla  lavatrice  con un odore gradevole poiché gli ammorbidenti non rimuovono le macchie dai tessuti. Puoi avere un bucato morbido senza usarlo.

Un consiglio fondamentale per lavare la biancheria è però terribilmente poco conosciuto.

Metti i vestiti in lavatrice

È facile preparare l’ammorbidente in casa, soprattutto perché non avrai bisogno di molti prodotti. Puoi anche scegliere la profumazione che preferisci per i tuoi vestiti.

Ingredienti per preparare l’ammorbidente fatto in casa

  • aceto  bianco
  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio
  • Olio essenziale con il tuo profumo preferito

Come preparare l’ammorbidente in casa? La guida passo passo

  • In un contenitore di plastica, diluire l’acqua e l’aceto. Dovresti usare per ogni due misurini d’acqua, mezza tazza di aceto.
  • Quindi aggiungere il bicarbonato di sodio. La misura approssimativa dovrebbe essere un cucchiaio per ogni misura di aceto. Fare attenzione quando lo si incorpora al composto, farlo poco a poco perché la reazione chimica provoca l’effervescenza.
  • Una volta terminata la reazione, mescolare bene il tutto con un cucchiaio.
  • È ora di aggiungere qualche goccia del tuo olio essenziale preferito. La più utilizzata in genere è la lavanda perché ricorda “l’odore di pulito”, ma ne avete un’ampia varietà.
  • Ora hai il tuo ammorbidente fatto in casa. Basta aggiungerlo al serbatoio dedicato a questo scopo e goderti un gradevole profumo sui tuoi vestiti. Magico, vero?

Consigli per lavare i tuoi vestiti preferiti senza danneggiarli

Vestiti morbidi dopo il lavaggio

Leggere attentamente il manuale della lavatrice

Questa è un’azione che tendiamo a trascurare. Dobbiamo solo ricordare che non tutte le lavatrici sono uguali e non hanno lo stesso tipo di programmi specializzati per ogni tipo di capo, che dobbiamo utilizzare in ogni caso.

Presta particolare attenzione alle etichette su ogni capo di abbigliamento

Indicano il tipo di composizione, le istruzioni e i consigli di lavaggio. Dovrai sempre prestare attenzione al riquadro che indica il tipo di temperatura, lavaggio, cicli, stiratura, ecc. Questo sarà il modo migliore per evitare che i vestiti vengano danneggiati a causa di negligenza.

Separare sempre i vestiti per colore

Ordina i vestiti per colore

Anche se questo può sembrare un consiglio ovvio, chi non ha avuto un capo di abbigliamento che è sbiadito perché mescolato con uno di una tonalità più scura? Per ottenere i migliori risultati, si consiglia di separare i bianchi, i colori chiari, i colori scuri o neri e i tessuti delicati.

Differenziare per tipo di tessuto

Dopo aver studiato l’etichetta di ogni capo di abbigliamento e della lavatrice, potremo scegliere per ognuno la tipologia di programma più adeguata. Spesso si utilizzano due o tre programmi base per tutti i capi, siano essi di cotone, sintetici o seta, ma la strada giusta sarebbe quella di scegliere programmi specifici affinché ogni capo riceva il tipo di  lavaggio  e di cura di cui ha bisogno, affinché rimanga impeccabile. il più a lungo possibile.