Press ESC to close

Come avere un basilico rigoglioso in casa?

Basta passeggiare per il supermercato per trovare piante di basilico con tante foglie verdi e profumate. Invitare la propria casa e coltivare una piantina di questa pianta aromatica è molto pratico. Questo ci permette di avere quest’ultimo a portata di mano pronto per insaporire i nostri piatti ma anche per decorare il davanzale di casa o il balcone. Scopri come avere una pianta rigogliosa e sana con questi preziosi consigli.

Sebbene sia una pianta comune, prendersene cura non è sempre facile. E per una buona ragione,  il basilico è una delle piante aromatiche più “capricciose”  e spesso commettiamo errori di giardinaggio quando lo coltiviamo.

Foglie di basilico

Dategli 6 ore di luce

Qualunque giardiniere o esperto di piante ti dirà di esporre il basilico alla luce, ma consigli più specifici ti aiuteranno a coltivarlo.

L’ideale è fornire a questa pianta almeno 6 ore di luce solare indiretta al giorno. La luce solare indiretta dovrebbe essere intensa, quindi è essenziale tenere questa pianta all’aperto o sul davanzale di una finestra.

È importante anche proteggerla dai raggi diretti del sole che possono bruciare le foglie più delicate, facendo perdere lentamente il fogliame alla pianta.

Attenzione: se nonostante le cure la pianta appassisce o non sviluppa foglie, rivolgersi a un professionista.

Mantenerlo alla giusta temperatura

Garantire la giusta temperatura alla pianta è fondamentale per garantire che abbia foglie abbondanti. Il segreto è garantire a questa pianta una temperatura minima di 20°C in ogni stagione dell’anno. In estate è abbastanza semplice: basta ricordarsi di tenere la pianta all’aperto.

In autunno e inverno, invece, dobbiamo portare il basilico in casa, facendo attenzione a non metterlo in stanze troppo fredde e umide.

Pacciamare il terreno

La pacciamatura del terreno è un gesto che adottiamo spesso con le piante più grandi, ma può essere di grande aiuto per questa pianta aromatica.

Per fare questo, usa foglie secche e corteccia, spargendole sulla terra. Garantiranno una temperatura abbastanza costante al terreno e, quindi, impediranno il raffreddamento delle radici.

Irrigazione al basilico

Misura l’acqua

Valutare la quantità di acqua di cui ha bisogno la nostra pianta non è ovviamente necessario solo per il basilico! A differenza di altre piante aromatiche, il basilico ha grandi esigenze di idratazione.

In primavera ed estate  le annaffiature dovranno essere regolari . Quando le temperature superano i 25°C, può essere anche quotidiano!

Il segreto per non sbagliare è mantenere il terreno sempre umido, ma mai bagnato.

Pertanto, ogni volta che notate che il terreno si sta seccando, non aspettate e annaffiate subito. È sempre meglio usare acqua distillata perché spesso l’acqua del rubinetto è troppo dura.

Piantagione di basilico

Problemi con le foglie secche? Ecco la soluzione

  • Usa l’argilla espansa

Uno dei luoghi meno favorevoli alla coltivazione del basilico è una zona dove si osservano ristagni idrici che, in breve tempo, possono far marcire le radici e appassire l’intera pianta.

Il segreto per ridurre il rischio di ristagno è mettere dell’argilla espansa sul fondo del vaso. Ciò aiuterà a drenare l’acqua in eccesso, evitando che si accumuli.

  • Utilizzare un vaso di terracotta

Nella maggior parte dei casi, il basilico viene venduto in piccoli vasetti di plastica. Dovrai utilizzare un vaso diverso per mantenere in vita questa pianta verde per lungo tempo.

Scegliete una pentola di circa 20 cm di diametro, preferibilmente di terracotta.

Assicurati di rinvasare ogni due anni all’inizio della primavera. In questo modo permetterai alla pianta di crescere ed eviterai che le sue radici si irrigidiscano.