Il basilico è l’erba più perfetta, specialmente quando arriva l’estate. Lo cospargo generosamente sulle insalate capresi, ci metto sopra la pasta, lo confondo in Bloody Marys e preparo lo sciroppo di basilico dolce per le mie fragole estive a fette. E non farmi nemmeno iniziare su quanto generosamente lancio il basilico appena tritato sulla mia pizza; So di non essere solo qui.

Ma quei pacchetti o mazzetti di basilico al supermercato possono davvero sommarsi. Fatto divertente: è molto meno costoso acquistare una pianta di basilico consolidata e concentrare le tue energie sulla coltivazione delle tue foglie. Inoltre, non diventa molto più fresco del basilico appena raccolto due secondi fa!

Cos’è il basilico?

Nonostante la sua popolarità nella cucina italiana e mediterranea, il basilico è in realtà originario delle isole del Pacifico meridionale e dell’Asia meridionale. È un membro della famiglia della menta e cresce come annuale. È anche a crescita rapida – dal seme al raccolto in circa 3 – 4 settimane – il che rende questa pianta un’erba gratificante da coltivare! Se non hai mai coltivato erbe prima, il basilico è ottimo per cominciare.

Esistono diverse varietà di basilico, ognuna con le sue caratteristiche e il suo sapore unici.

  • Basilico dolce  – Il basilico dolce è una delle varietà più comuni. Popolare in insalate, pasta, pesto e altro, la maggior parte del basilico che troverai in un negozio di alimentari è basilico dolce. Ha una foglia arrotondata a forma di coppa e di colore verde medio.
  • Basilico viola  – La splendida tonalità del basilico viola è ciò che lo rende speciale. Più di un bordeaux intenso che di un viola brillante, non è così dolce come altre varietà. Ha un sapore un po ‘di chiodi di garofano ed è ottimo da macerare in olio o aceto. Il basilico viola aggiunge un sorprendente contrasto come guarnizione nei piatti preparati.
  • Basilico dolce tailandese  – Foglie scure e più piccole con un pizzico di sapore di liquirizia, il basilico dolce tailandese mantiene il suo sapore anche dopo la cottura. È spesso usato nei piatti asiatici.
  • Basilico al limone  – Una varietà sempre più popolare, il basilico al limone si trova facilmente nei vivai. Una meravigliosa aggiunta al pollame e ai piatti di pesce, è anche piacevole con le verdure o come tè.
  • Basilico piccante del globo  – Una varietà di basilico nano, il basilico piccante del globo ha un sapore forte e pepato con foglie abbastanza piccole da poter essere utilizzate intere. È ottimo per i contenitori, poiché forma un ciuffo stretto e piccolo durante la crescita.
  • Basilico alla cannella  – Fragrante e pieno di spezie, il basilico alla cannella ha foglie sottili e piccole seghettate e fiori viola scuro stretti e contrastanti. È tanto bello quanto divertente da usare in cucina. Con il suo sapore delicato, si abbina bene ai pasti asiatici e con frutta o verdure grigliate.

Come piantare il basilico

  • Dove : Il basilico è una meravigliosa aggiunta a un orto in vaso. Prospera in terreni ben drenati, posizionati in una finestra soleggiata. In un giardino più grande, pianta il basilico tra i tuoi pomodori. È uno sportello unico per la tua prossima insalata caprese.
  • Quando : Il basilico è facile da seminare da seme ed è relativamente veloce da germinare. Quando si pianta dal seme, piantare i semi circa sei settimane prima dell’ultimo gelo. Il basilico è super sensibile al freddo, quindi sia che tu stia trapiantando piantine da casa o che tu abbia piante nel terreno, osserva le prime temperature primaverili e copri se necessario. Se stai piantando una talea o trapiantando una piantina o una pianta più piccola, assicurati che la temperatura del terreno sia di almeno 22 °C.
  • Propagazione :Oltre a seminare il basilico dal seme, una talea di basilico si radicherà facilmente se messa in acqua. Seleziona una sezione di quattro pollici di basilico che non è ancora fiorita. Le radici si formeranno entro una settimana. Trapiantare il basilico direttamente nel giardino o nel contenitore una volta che è evidente un apparato radicale sano.

Come coltivare il basilico?

Se sei appassionato di sapere come coltivare il basilico, allora devi avere in mente i seguenti punti che chiariranno i tuoi dubbi sulla sua crescita e coltivazione:

Il terreno : Affinché il basilico cresca correttamente, è d’obbligo che il terreno scelto per l’invaso sia ben idratato o ben drenato. Deve avere un pH neutro che può essere aggiunto quando lo si tratta con compost, preferibilmente biologico. Tuttavia, cerca di non aggiungere troppo compost che renderà il terreno più ricco. Questo alla fine influirà sul sapore delle foglie di basilico che perderanno gran parte del loro aroma.

Il sole: se vuoi coltivare il basilico alla massima capacità, allora devi mostrare alle piante abbastanza luce solare ogni giorno. Chiunque abbia un posto come un davanzale può coltivare bene il basilico poiché questa erba ha bisogno di almeno 6 ore di luce solare. Tuttavia, assicurati di non esporli eccessivamente al sole diretto, specialmente a mezzogiorno.
L’acqua: Quando innaffi, assicurati di innaffiare la base delle piante di basilico e non le foglie. Mantieni il terreno umido ma non annaffiare troppo.
Lo spazio: le piante di basilico crescono fino a raggiungere altezze di 12-24 pollici, il che rende essenziale distanziarle di almeno 12-16 pollici l’una dall’altra in vasi o aiuole. Tra le varietà di basilico, è il basilico Globe che cresce bene in piccoli vasi e, quindi, è il migliore per la coltivazione in vaso.
I vicini: Il basilico tende ad estendere il suo aroma e sapore ad altre piante o erbe coltivate insieme ad esso. Puoi piantare prezzemolo o pomodori insieme al basilico. Ma scegli sempre piante che abbiano le stesse esigenze di quella di un basilico come acqua e luce.

Raccolta del basilico

Una delle bellezze del basilico è che non c’è un tempo di raccolta reale e definitivo: scegli solo ciò di cui hai bisogno quando ne hai bisogno. E la parte migliore è che più raccogli, più una pianta di basilico produrrà. La raccolta regolare manterrà le piante piene e rotonde. Raccolto prima che la pianta vada a seminare, o “bulloni”. Quando il basilico va a seme, le foglie avranno spesso un sapore amaro.

  • Come raccogliere il basilico  – Una volta che la pianta del basilico è alta circa 6-8 pollici, inizia a raccogliere secondo necessità. Taglia tutto il basilico che vuoi, appena sopra il punto in cui si incontrano due foglie più grandi. La raccolta uniforme attorno all’intera pianta garantirà una crescita uniforme.
  • Come conservare il basilico  – Il basilico può essere utilizzato direttamente dalla pianta. Può anche essere conservato per un uso successivo. Essiccare le foglie, congelarle o conservarle nell’aceto sono tutte opzioni per conservare il basilico. L’olio aromatizzante è un altro uso meraviglioso. E, naturalmente, non dimenticare di preparare il pesto! Le foglie di basilico fresco dureranno alcuni giorni in acqua se conservate in frigorifero.