Abbiamo sempre i limoni nella nostra dispensa. E per una buona ragione, è l’agrume essenziale per ravvivare tutti i nostri piatti; ma anche per disintossicare il nostro organismo. Solo che, acquistandoli e accumulandoli a lungo in cucina, rischiamo di vederli marcire e di doverli buttare via a malincuore. Forse non lo sapevi, ma esistono diversi modi per conservarli più a lungo senza correre il rischio diventano ammuffiti.

Scopri questi quattro modi per conservare a lungo i limoni per non farli ammuffire o sprecarli inutilmente.

Limone in stampi per cubetti di ghiaccio

Negli stampi per cubetti di ghiaccio

Il primo metodo sono i cubetti di ghiaccio. Originale, ma davvero efficace, questo consiglio vi eviterà di sprecare i vostri limoni e ne conserverà la freschezza a lungo.

Prendete i vostri limoni, grattugiatene la scorza, poi spremetene il succo. Mettete il tutto negli stampini per i cubetti di ghiaccio. Tutto quello che devi fare è metterli nel congelatore. Quando saranno ben solidificati, toglieteli dagli stampini, metteteli in un sacchetto isolante di silicone e rimetteteli in freezer. Potrete tirarli fuori quando volete e utilizzarli per tutte le occasioni.

Con stuzzicadenti

Il secondo metodo sono gli stuzzicadenti. Come sapete, spesso abbiamo l’abitudine di tagliare il limone a metà e di utilizzarne solo la metà, mentre l’altra parte viene riposta in frigorifero. Ma l’errore che facciamo quasi tutti è quello di tenere aperta questa metà. Ovviamente perderà la sua freschezza e le sue proprietà nutritive. La buona reflex da prendere: utilizzare degli stuzzicadenti infilandoli tra una metà e l’altra del limone in modo da unirlo. In questo modo rimarrà fresco per diversi giorni e pronto all’uso!

Limoni in acqua

 

In acqua

Anche questo metodo è saggio perché si conserverà tutto il limone. Semplice e pratico, questo consiglio vi permetterà di conservare i vostri limoni più a lungo senza vederli ammuffire. Mettili semplicemente in un contenitore e aggiungi abbastanza acqua per coprirli. Mettete il coperchio sul contenitore e riponete il tutto in frigorifero per almeno 2 o 3 giorni. Se invece avete solo mezzo limone da conservare, mettete la metà tagliata a testa in giù in un piattino pieno d’acqua, che ne conserverà la polpa.

Con un condimento salato

Infine, l’ultimo metodo è senza dubbio il processo più elaborato di tutti. Prendete una pirofila e mettete all’interno uno strato di sale marino. Aggiungere poi la scorza di 5 limoni. Usa un cucchiaio per mescolare il tutto. Versate poi il succo dei limoni spremuti (ovviamente quanto più possibile). Inforniamo poi a 190° per una ventina di minuti poi altri 10 a 150°. Togliere la pirofila dal forno e lasciare raffreddare. Infine mettete il tutto in un barattolo di vetro. Hai appena creato una salsa ideale per pasta, riso freddo, insalate, ecc. Questa salsa vi sarà molto utile quotidianamente, da conservare con cura nella vostra dispensa.

Limone

 

Come coltivare i limoni in vaso a casa?

Abbiamo visto come conservare i limoni, ora vediamo come coltivarli in casa

ingredienti

  • 1 limone
  • Qualsiasi tipo di terreno organico
  • Un contenitore o un vaso adatto
  • Un ambiente con tanto sole

Piantare

1. Metti la terra nel vaso e aggiungi un po’ d’acqua per inumidirla.

2. Taglia il limone e seleziona il seme con la forma migliore. Non asciugarlo, l’umidità può sempre aiutare. Fate un piccolo buco nel terreno e metteteci dentro il seme.

3. Coprire con terra e altra acqua.

4. Copri il vaso con la plastica per trattenere l’umidità, quindi posizionalo in un luogo soleggiato.

5. Fare attenzione a non eccedere con l’acqua, che potrebbe causare la putrefazione dei semi. Tieni traccia del vaso e non appena l’albero di limone inizia a crescere, rimuovi la plastica. Questo di solito dovrebbe accadere entro una settimana o due.

6. Posiziona il vaso in pieno sole. Ricorda che la tua pianta di limone ha bisogno di otto ore di luce al giorno e che il terreno attorno ad essa deve essere costantemente umido.

Ed ecco qua, puoi coltivare i tuoi limoni a casa!