Press ESC to close

Come far rifiorire un’orchidea per non comprarne mai più una?

Per mantenere e propagare questa pianta nota per i suoi bellissimi fiori, non sempre è necessario recarsi dal fiorista per sostituirli. Puoi coltivarli quante volte vuoi con questi metodi semplici, economici ed efficaci.

Questi graziosi fiori da offrire o da contemplare possono essere conservati indefinitamente. Per coltivare questa pianta bisogna dimostrare rigore e pazienza senza essere un professionista del giardinaggio. Coltiva le tue orchidee ed evita di comprarne di nuove.

È possibile coltivare nuove orchidee senza sostituirle

Far fiorire le tue orchidee e ricavarne le talee è facile a patto di avere una certa conoscenza di botanica. Con semplici gesti , potrete assistere ad una nuova fioritura di questi graziosi fiori colorati. Grazie a questa tecnica potrete far rivivere la vostra orchidea piantata in terra o in vaso.

Orchidee selvatiche

Questi fiori, simboli di fertilità, sono piante resistenti che possono essere capricciose quando si tratta di farli sbocciare! Tuttavia, rimangono facili da coltivare con un piccolo metodo. Le orchidee sono una famiglia molto diffusa con una popolazione di quasi 25.000 specie. Quelle che si trovano più spesso dal fiorista  sono le Phalaenopsis che si distinguono per i loro petali spessi.

Coltivazione orchidee - provenienza: spm

Keiki: coltivare nuove orchidee

Per evitare di dover sostituire queste graziose piante d’appartamento, è possibile farle rifiorire. Il segreto per vedere crescere le nuove foglie: keiki. Quest’ultima è una piantina presente sullo stelo di questo fiore che può crescere in un vaso di plastica. Permette la fioritura senza impollinatori dell’orchidea. Se non ne vedi sul tuo fiore , puoi sempre coltivarli per osservare una moltiplicazione dei boccioli.

Orchidea rosa - fonte: spm

Come coltivare questa piantina presente sugli steli?

Se non vedi il keiki dopo la fioritura, puoi coltivarlo da solo. Per fare ciò, bisognerà tagliare il fusto appena sopra il colletto della pianta in modo che possa nascere la piantina. Quando noti che ha raggiunto i 4-5 centimetri, puoi rinvasare un’orchidea per ripiantarla nello stesso vaso. Per una crescita ottimale della pianta, dovrai seguire le istruzioni per la cura della pianta. Inizia tagliando  fino a 5 centimetri da questo pezzo di stelo  e poi piantandolo. Per fare ciò, le radici dovranno essere inclinate verso il basso e leggermente ricoperte di terra. Anche il gambo del fiore dovrebbe essere interrato  per favorire una nuova crescita . Quando avrai coltivato con successo questa piantina, potrai metterla in un vaso separato dall’orchidea iniziale.

orchidea tropicale

Puoi far rifiorire le tue orchidee con talee

Puoi assistere alla crescita dei germogli tagliando le talee, cioè pezzi delle sue piante da fiore. Per iniziare vi servirà un contenitore impermeabile profondo 8 centimetri nel quale metterete della sabbia o del muschio di sfagno per inumidirlo. Il primo passo è  tagliare il gambo a 30 centimetri dalla pianta  con un coltello affilato. Dividete poi quest’ultimo in pezzetti da 7 centimetri assicurandovi che in ogni sezione sia presente un bocciolo. Assicurati di mettere la sabbia nel vassoio e di posizionare i pezzi dell’orchidea Phalaenopsis o di qualsiasi altra specie nel contenitore che coprirai con la plastica. Per far ricrescere questo fiore, posizionalo al riparo dal sole, idealmente in un luogo a 15 gradi Celsius. Dopo alcune settimane puoi esporre la piantagione ad una temperatura compresa tra 24 e 30 gradi. Dovrai annaffiare la pianta con parsimonia ogni giorno. Dopo aver osservato i germogli e le radici, puoi tagliare i pezzi dell’orchidea. Per moltiplicarli dovrai ripiantarli in piccoli contenitori in cui avrai messo terra vulcanica, corteccia e muschio di Spagnum sopra il quale avrai versato una piccola quantità d’acqua. La pianta va ripiantata con i germogli rivolti verso l’alto e le talee vanno coltivate in luogo luminoso e riparato dal sole. Per vedere i piccoli fiori crescere velocemente, conserva l’orchidea in un luogo umido. L’irrigazione dovrebbe essere quotidiana ma leggera in modo che il terreno sia fertile.

Orchidea in giardino - fonte: spm