Con il termine “tarlo” si intendono numerose specie di insetti che attaccano il legno. Questi insetti scavano gallerie nei mobili e provocano notevoli danni. I tarli, infatti, sono parassiti che possono nascondersi nei mobili in legno, in genere mobili vecchi e umidi, nelle travi in ​​legno o anche nei pavimenti, soprattutto quando il livello di umidità è elevato. A volte le infestazioni da tarli passano inosservate per anni perché le larve rimangono nascoste nel legno fino a diventare insetti adulti, gli scarabei. In questo articolo spieghiamo come riconoscere questi parassiti e cacciarli in modo efficace.

Il merlo, lo scarabeo domestico, il lyctus, la termite, la formica carpentiera e il tarlo sono tra i parassiti che possono attaccare i manufatti in legno e causare danni significativi ai mobili in legno e ai pavimenti in parquet. Gli insetti mangiatori di legno perforano e mangiano il legno quando sono nello stadio larvale. Per riconoscere un’infestazione da tarli ci sono dei segnali da individuare.

Come riconoscere un attacco di tarlo?

Anche se a volte capita che l’attacco dei tarli rimanga discreto per lungo tempo, alcuni segnali possono rivelare la presenza di insetti del legno:

  • Piccoli fori rotondi o ovali nel legno: questi fori hanno bordi taglienti e sembrano nuovi. È possibile infilare un ago o un cacciavite in questi piccoli fori.
  • Gallerie: Le gallerie sono tunnel scavati dai tarli per nutrirsi
  • Segatura sotto legno infestato
  • Un pavimento danneggiato
  • Un legno che si decompone
  • Insetti morti vicino al legno
  • La presenza di uova
  • La presenza di larve di tarli
  • La comparsa dei coleotteri adulti tra i mesi di maggio e ottobre

Errori da non fare per evitare i tarli?

Mobili di legno

 

Si consiglia di adottare misure preventive per proteggere i mobili in legno. Non farlo resta un errore che può costare caro e portare al deterioramento dei mobili stessi. Puoi optare per un trattamento del legno effettuato da un professionista per evitare l’infestazione da tarli. Puoi anche utilizzare un prodotto a base di xilofene che puoi trovare nei negozi di bricolage, oppure applicare una lacca, una cera, una pittura o una vernice. Inoltre, si sconsiglia l’installazione di mobili e oggetti in legno interni in  ambienti umidi e non esposti al sole . Infatti, la ventilazione di una stanza e la luce del sole tengono lontani i parassiti dal legno.

Come cacciare i tarli?

Se avete riscontrato la presenza di tarli nei mobili in legno, dovreste assolutamente verificare se anche i vostri pavimenti e le vostre travi non sono interessati da questo problema. Dobbiamo agire il più rapidamente possibile per limitare i danni causati da questi parassiti. I tarli, infatti, col tempo possono indebolire il legno e provocare il crollo di uno o più mobili. In questo senso, dovete assolutamente armarvi delle azioni giuste per porre fine a questo problema e, se necessario, rivolgervi ad un professionista per trattare a fondo l’infestazione di questi dannosi parassiti nella vostra casa. Ecco alcuni modi naturali per eliminare i tarli:

  • Il calore

L’umidità favorisce la comparsa dei tarli nei mobili. Per eliminare questi insetti all’inizio di un’infestazione si può utilizzare l’aria calda di un asciugacapelli.

  • aceto bianco

L’aceto bianco è essenziale per la pulizia ecologica. Potete pulire i mobili con l’aceto bianco, avendo l’accortezza di introdurre il prodotto nei fori per scacciare i tarli.

  • Olio di lino

L’olio di semi di lino può agire efficacemente per respingere i piccoli insetti. Immergere i mobili con olio di lino per eliminare i tarli.

  • Succo di cipolla

Il succo di cipolla è uno degli insetticidi naturali più potenti contro i parassiti. Strofina i mobili con una spugna imbevuta di succo di cipolla per eliminare i tarli.

Se dopo l’ispezione rilevi la presenza di tarli, eliminali con questi trattamenti naturali. Se l’infestazione è significativa e i tuoi mobili vengono attaccati ferocemente, chiama un professionista.