L’inverno è spesso sinonimo di freddo estremo, periodo durante il quale le temperature possono abbassarsi molto bruscamente per diversi giorni. Una situazione che generalmente richiede un sistema di riscaldamento efficiente. Ma far funzionare il riscaldamento a pieno regime potrebbe far salire alle stelle la bolletta elettrica. Ecco alcuni consigli per risparmiare senza ridurre il termostato.

Risparmiare sul riscaldamento senza tremare è del tutto possibile e fattibile. Come ? La risposta può essere trovata in questo articolo.

Come risparmiare sul riscaldamento senza avere sempre freddo?

Risparmia sul riscaldamento

 

Più che una constatazione è un dato di fatto. I prezzi dell’energia, del gas, dell’olio combustibile e dell’elettricità sono in costante aumento. Qualunque siano le ragioni di questo aumento, la produzione di riscaldamento rappresenta i due terzi della bolletta energetica di una casa. Una spesa significativa per la maggior parte delle famiglie francesi. Una situazione che difficilmente migliorerà e che potrebbe spingere alcune persone a restare senza riscaldamento per tutto il mese invernale. Tuttavia è del tutto possibile ridurre le spese di riscaldamento e allo stesso tempo evitare che i costi energetici aumentino vertiginosamente. Per raggiungere questo obiettivo è sufficiente adottare quotidianamente eco-azioni per un consumo più responsabile . Abitudini che ti permetteranno di ridurre le bollette energetiche ottenendo risparmi tutt’altro che trascurabili.

Tieniti al caldo in inverno. fonte: sp

 

Sigillare porte e finestre per ridurre i costi di riscaldamento

Una delle prime azioni da considerare per ridurre i costi di riscaldamento e quindi risparmiare energia è ottimizzare l’isolamento delle finestre e delle porte. Infatti, questa apparecchiatura può presentare  crepe o giunti usurati e strappati che consentono l’ingresso di correnti d’aria fredda . In questo caso è sufficiente ispezionare il telaio delle finestre e delle porte, cercando il minimo difetto. Per rimediare a questo è possibile migliorare la tenuta di finestre e porte. Puoi quindi prendere in considerazione l’installazione di giunti di calafataggio sui bordi delle finestre o sui lati della porta, optando per guarnizioni in schiuma, gomma o silicone. Sebbene sia più economica e facile da installare, la guarnizione in schiuma è considerata la meno resistente, a causa del suo lato adesivo che non garantisce un isolamento ottimale. La guarnizione in gomma è più resistente e più efficace dal punto di vista isolante e può essere installata in diversi modi: incollata, graffata o inchiodata. La guarnizione siliconica, dal canto suo, è quella che offre maggiori garanzie contro le infiltrazioni d’acqua e le dispersioni di calore, essendo applicata mediante pistola.

Nonostante tutto e prima di fare la vostra scelta,  ricordatevi di verificare la compatibilità delle vostre apparecchiature,  legno, alluminio o PVC  con il tipo di installazione prevista , nonché lo spessore e la lunghezza dei giunti che vorrete utilizzare sull’intera supervisione.

Isolare una finestra prima dell'arrivo dell'inverno. fonte: sp

 

Mantieni la tua attrezzatura per ridurre la bolletta del riscaldamento

Per ridurre le bollette energetiche, utilizzare il riscaldamento in modo efficiente non sarà sufficiente se non ti ricordi di effettuare la manutenzione delle tue apparecchiature. Infatti, è consigliabile  spolverare regolarmente i radiatori affinché funzionino correttamente . Infatti, l’accumulo di polvere all’interno di queste apparecchiature, siano esse elettriche o ad acqua calda, impedisce la corretta circolazione del calore all’interno del vostro interno. Il tuo radiatore diventa quindi meno efficiente ed è costretto a consumare energia aggiuntiva per funzionare meglio. Lo stesso vale per le caldaie, queste apparecchiature devono essere manutenute annualmente rivolgendosi a un professionista autorizzato. Ciò ne garantirà il corretto funzionamento ed eviterà qualsiasi consumo energetico eccessivo.

Infine, non dimenticare di far spazzare il camino. Questa azione non solo eviterà ogni rischio di intossicazione da monossido di carbonio e di incendi dovuti all’intasamento della canna fumaria, ma consentirà anche di risparmiare energia. Non esitate quindi a rivolgervi ad uno spazzacamino che sia in possesso di una qualifica professionale e di un’autorizzazione che lo autorizza a svolgere questa attività.

Spazzare un camino. fonte: sp

 

Inoltre potrete sempre rivolgervi ad un tecnico che, dotato di termocamera, vi permetterà di testare la qualità dell’isolamento e individuare zone di infiltrazione d’aria esterna ed interna e individuare così eventuali problemi di perdite energetiche. Ti aiuterà a trovare soluzioni adatte alla tua casa, permettendoti di realizzare notevoli risparmi.