Press ESC to close

Come propagare un’orchidea? La guida passo passo

Cosa c’è di meglio di un’orchidea per portare fiori in casa in inverno? Puoi averne 2 al prezzo di 1, scopriamo come! Se la phalaenopsis ha tanto successo è grazie alla sua capacità di adattarsi alla temperatura costante (tra 18 e 20°C) dei nostri interni.

Come propagare un’orchidea?

Per propagare la tua orchidea, utilizza solo strumenti puliti e disinfettati con alcool (cesoie da giardino, coltello affilato). Pulisci accuratamente le radici dell’orchidea. Taglia la parte inferiore delle radici con uno strumento affilato e sterile.

Rimarrai con un’orchidea con radici e una senza radici.

radice dell'orchidea

Pianta entrambi i lati in  vasi individuali  con nuovo substrato e muschio fresco.

Piantare un'orchidea

Ecco come appare la parte tagliata con le radici nel vaso. Innaffia  entrambe le orchidee utilizzando il metodo dell’immersione in acqua.

Radice di orchidea in vaso

Prenditi cura delle  orchidee  !

Orchidea in vaso

In breve tempo l’orchidea svilupperà la sua prima foglia e la vecchia orchidea svilupperà nuove radici.

Orchidea in vaso

Come prendersi cura di un’orchidea?

Leggero

Si accontenta di una posizione luminosa , senza luce solare diretta, a meno di un metro da una finestra. Inoltre, gli piace essere abbeverato e nutrito allo stesso ritmo in ogni stagione! Tuttavia, con un po’ di attenzione, è possibile ampliare la scelta anche ad altri generi: Zygopetalum, Oncidium, Miltoniopsis, Cattleya… Queste orchidee presentano rigonfiamenti o pseudobulbi alla base. Queste producono foglie e accumulano riserve dalla primavera all’autunno per fiorire in inverno e arrestare la loro crescita. Dovrete quindi ridurre le annaffiature ed eliminare il concime, anche se la profusione di fiori potrebbe invogliarvi a fare il contrario!

L’acqua

L’eccesso di acqua è la principale causa di  mortalità delle orchidee. Le loro radici, come assorbenti, assorbono il liquido anche se è troppo per loro! Bisogna dare loro il tempo di asciugarsi e imparare a dosare pesando il vaso di coltivazione: se vi sembra leggero annaffiate, se vi sembra pesante aspettate.

Fertilizzante

Non dimenticare di nutrire le tue orchidee  : tutto l’anno per le phalaenopsis e dalla primavera all’autunno per le altre. Un metodo semplice consiste nell’aggiungere del fertilizzante ogni 15 giorni all’acqua delle annaffiature, alternando un fertilizzante per la crescita e un altro per i fiori.

Orchidea: le giuste azioni da adottare

1- Immergere  il vaso di coltura, quando il substrato è ben schiarito, per circa 10 minuti. in acqua non calcarea, quindi lasciarlo scolare.

2- Spruzzare  acqua, se la temperatura nella stanza è superiore a 20°C, intorno alle piante. L’acqua non deve ristagnare alla base delle foglie.

3- Con un’umidità inferiore al 60%,  posizionare i vasi su un grande vassoio impermeabile  rivestito con muschio o palline di argilla umide