Press ESC to close

Come pulire il radiatore in modo che funzioni in modo efficiente? 4 semplici passaggi

Per risparmiare energia e denaro è importante pulire regolarmente i termosifoni in modo che possano riscaldare la casa in modo uniforme. Questa pulizia può essere effettuata utilizzando questo puntale infallibile in 4 fasi che consente un migliore comfort termico.

Se vuoi vedere una differenza sulla bolletta e ridurre al minimo il consumo di energia, devi evitare la perdita di calore. È importante pulire il radiatore da tutti i lati per una migliore efficienza del dispositivo.

Perché pulire dietro i termosifoni?

Se è importante pulire questi apparecchi che riscaldano l’aria ambiente è perché tendono ad accumulare polvere. Anche quando d’estate smettono di funzionare, quest’ultima si attacca al termosifone. Risultato: questo fenomeno ne impedisce l’efficacia e  la buona diffusione del calore . Queste perdite aumentano il consumo energetico e si ripercuotono sulla bolletta della luce o del gas, che in inverno è possibile ridurre. Ecco perché è importante pulire il radiatore. Questo gesto aiuta anche a prevenire il rischio di allergie e di cattivi odori legati all’accumulo di polvere.

Radiatore in ghisa - fonte: spm

Quali sono i passaggi prima di pulire la parte posteriore del radiatore?

Prima di pulire questo apparecchio per il riscaldamento domestico, è necessario seguire i seguenti passaggi:

Passo 1

È innanzitutto importante spegnere l’elettricità al radiatore se è elettrico. Prima della pulizia, verificare che questo sistema di riscaldamento sia freddo toccandolo. Queste precauzioni sono necessarie per evitare qualsiasi incidente domestico.

Spurgo radiatore - fonte: spm

2° passo

Utilizzando un accessorio per aspirapolvere, spolverare l’aspirapolvere aspirando tutto ciò che si è accumulato, anche sul retro del radiatore. Focus sulle alette per una migliore efficienza di pulizia.

Passaggio 3

Questo passaggio prevede la rimozione dei detriti residui con una spazzola specifica per la pulizia dei termosifoni o con un piumino. Assicurati di posizionare un giornale o un asciugamano sotto il radiatore per non sporcare il pavimento con la polvere che cade.

Passaggio 4

Se non disponi di questo strumento che ti permetterà di raggiungere gli angoli più difficili, puoi realizzarlo da solo. Per fare ciò, basta attaccare un panno a un bastoncino per la pulizia o  utilizzare un asciugacapelli  per rimuovere la polvere in eccesso tra gli spazi vuoti del dispositivo. Eccovi con un termosifone pulito che vi aiuterà ad affrontare al meglio l’inverno!

Realizza risparmio energetico - fonte: spm

Come pulire un radiatore elettrico?

Esistono alternative per pulire un radiatore, soprattutto se elettrico. Questo dispositivo che permette di riscaldare l’interno della stanza è il più semplice da pulire. Dopo averlo scollegato, inizia passando un panno umido sulla superficie prima di rimuovere eventuali residui di polvere con una spugna imbevuta di acqua e sapone. Lasciare agire il prodotto pulente  prima di rimuovere il detersivo con un panno umido, quindi utilizzare un altro panno in microfibra asciutto o un asciugamano pulito per asciugare. Per questa operazione necessaria alla manutenzione del radiatore, evitare l’uso di composti abrasivi che rischiano di creare graffi. Puoi rendere immacolata questa attrezzatura utilizzando ingredienti naturali come l’aceto bianco, una soluzione acida per pulire tutta la casa o il bicarbonato di sodio. Si prega di notare che assicurarsi che il riscaldatore elettrico sia completamente asciutto prima di riaccenderlo.

Termostato elettronico - fonte: pinterest

Come spurgare un radiatore?

Per garantire il corretto funzionamento di un radiatore che funziona utilizzando un circuito di acqua calda, è importante mantenerlo scaricandolo regolarmente almeno una volta all’anno. Il motivo è che durante l’estate è probabile che si infiltrino delle bolle d’aria nel circuito dell’acqua del radiatore, il che ha l’effetto di provocare un sibilo, segno che il dispositivo non si riscalda correttamente. Questo calo di prestazioni comporta quindi un aumento dei consumi energetici e di fatto del costo della bolletta.