Quando raccogli e prepari le tue olive, pensa alle tante possibilità di utilizzarle in cucina… tapenade, olive ripiene, olive nell’insalata, olive al mattino, olive alla sera, olive all’ora di cena! Cosa c’è di meglio, vero?

Che ne dici di raccogliere e preparare le olive fresche proprio come piacciono a te
?

Se vivi vicino a un ulivo (probabilmente se vivi nel sud della Francia), è ora di iniziare!

Le olive maturano tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.
Molte volte le persone lasciano cadere le olive e vengono sprecate in gran numero. Questo può essere dovuto alla necessità di lavorare le olive prima che possano essere consumate, forse se fossero consumabili direttamente dall’albero non ci sarebbe tanto spreco. A meno che non vengano spremute crude per il loro bellissimo olio, le olive sono insopportabilmente amare se mangiate fresche. Vai avanti, provane uno.

 

Quindi ti suggerisco di rivedere una tecnica per eliminare questa amarezza e ottenere i sapori che desideri.

Passaggio 1: raccolta

Quando trovi un albero che produce, noterai alcune cose. Per prima cosa, guarda quanto è nodosa e contorta la corteccia, è così bella. In secondo luogo, alcune olive sono probabilmente verdi e alcune hanno un aspetto viola scuro o nero. Più l’oliva è scura, più è matura. Quando acquisti olive verdi nel negozio, proprio come i peperoni verdi, stai acquistando frutta acerba. Scegli una proporzione che si adatta ai tuoi gusti. Puoi gustare molte varietà di olive, ma ciò non dovrebbe impedirti di provare ciò che cresce localmente. Inoltre, assicurati di scegliere buoni contenitori di vetro che si chiudano bene.

 

2a fase: vaiolatura e invasatura

Gran parte dell’amarezza di un’oliva viene dal nocciolo. Puoi tenere il nocciolo all’interno, ma il processo richiederà molto più tempo per rimuovere l’amaro, puoi anche incidere l’oliva se non vuoi denocciolarla completamente. In caso contrario, consiglio di acquistare un denocciolatore per ciliegie o olive (si trova su Amazon ). Di solito puoi trovarli in qualsiasi negozio che vende articoli per la cucina. Quando porti il ​​tuo raccolto di olive, inizia a denocciolarle e a lavorare gli avambracci. Denocciolarli vi permetterà anche di farcirli! Poi riempite il/i vasetto/i con le olive snocciolate in modo da lasciare circa 2 cm di spazio sotto il coperchio.

Sfida bonus : salva alcuni semi e falli germogliare per far crescere ancora più ulivi!

Passaggio 3: utilizzare una buona dose di sale

Avrai bisogno di molto sale per questo metodo. Assicurati di usare il sale da decapaggio o da conserve. Se questo è difficile da trovare, usa una varietà di sale grosso. Ne avrai bisogno per togliere l’amarezza dalle olive facendo quella che viene chiamata salamoia (o acqua super salata). Questo processo fermenta anche le olive e aggiunge un nuovo incredibile strato di favore. Prepara una miscela di 1 tazza di acqua per 1,5 cucchiai di sale. Se fai bollire la miscela, il sale si dissolverà più velocemente e purificherai un po ‘di più l’acqua. Inoltre, se versi la salamoia calda sulle olive, creerai un sigillo molto più stretto, prevenendo la crescita microbica e una migliore potenza del sale. Fai abbastanza in modo che la miscela possa riempire il volume rimanente dei tuoi contenitori leggermente sotto il coperchio. Sigilla i tuoi contenitori e mettili in un luogo buio che rimarrà a temperatura ambiente. Aspetta una settimana.

 

4° passaggio: ripetere il passaggio 3

Dopo una settimana puoi versare la salamoia e provare un’oliva per vedere quanta amarezza è stata rimossa. Fai di nuovo il bagno di salamoia per le tue olive nel passaggio 3 se sono ancora troppo amare. Questo processo richiede solitamente tra le tre e le cinque settimane, a seconda delle tue preferenze per l’amaro e il sapore fermentato.

5a fase: diverse sfumature di marinate

Una volta che le olive corrispondono ai tuoi gusti, puoi preparare una salamoia più leggera e aggiungere il tuo aceto preferito, insieme a erbe e spezie per unirti alla festa. Dureranno per mesi se mantieni una buona tenuta, anche a temperatura ambiente.

Dopo aver fatto le tue olive, puoi finalmente usarle ovunque in cucina!