Press ESC to close

Come realizzare uno spray fatto in casa per eliminare gli afidi dal tuo giardino?

Le tue piante sono vittime di un’invasione di afidi? Il problema deve essere risolto rapidamente per non peggiorare la situazione. Le tue piante potrebbero soffrire molto più di quanto immagini. Se sei ostile ai pesticidi tradizionali, alcuni rimedi naturali possono essere molto efficaci nel combattere questi parassiti. Devi essere consapevole che un attacco da parte degli afidi è dannoso sia per le piante del tuo giardino che per quelle da interno. Questi insetti si riproducono molto rapidamente e si nutrono di succhi vegetali. Scopri velocemente come proteggere le tue piante!

L’afide è un insetto mordace-succhiatore della famiglia degli Afidi. Nel mondo esistono quasi 5000 specie. Questi parassiti erbivori causano molti danni alle piante e alla fine le distruggono. Si nutrono infatti della loro linfa perforando le foglie per inghiottirne il succo. Arrivano in vigore in primavera e vivono sulle piante, sia in casa che in giardino e nelle serre domestiche. Per mantenere le vostre piante in salute, è urgente trovare soluzioni radicali per combattere questa piaga.

Afidi sulle piante – fonte: spm

Come riconoscere i primi segni dell’arrivo degli afidi?

Un’infestazione apparirà abbastanza rapidamente se controlli regolarmente le piantagioni del tuo giardino e le tue piante d’appartamento. Dovresti controllare soprattutto il dorso e gli steli ombreggiati delle piante sane mentre crescono. Lo svantaggio principale è che è difficile rilevarne la presenza senza un’attenta ispezione. In effetti, potresti non notarli mentre innaffi o svolgi alcuni lavori superficiali in giardino.

Se a prima vista non vedi gli afidi, controlla sempre sotto le foglie per assicurarti che non siano in giro. Sapendo che non sono gli unici a devastare le tue piante, esiste un intero elenco di insetti dannosi che provocano malattie.

Gli afidi adorano i succhi delle piante fresche di cui si nutrono. In particolare quello che nasce da viti, fusti, fiori, frutti, germogli, foglie e, in alcuni casi, anche radici. Nota che preferiscono germogli nuovi, teneri e succosi. Quindi sii molto vigile e cerca sempre di individuarli per bandirli dall’ambiente!

Spruzzare le piante – fonte: spm

Come preparare uno spray per combattere gli afidi?

Prima di considerare l’uso di pesticidi chimici e altri preparati particolari, spesso dannosi per la natura, sarebbe bene ricorrere a  soluzioni naturali e sicure sotto forma di prodotti fatti in casa . Tra gli ingredienti ecologici apprezzati per la lotta agli afidi troviamo l’aceto. Questo è un ottimo modo per scacciare questi parassiti dal tuo giardino. Basta diluire l’aceto in acqua, preferibilmente nella proporzione 1:10. È importante non fare il contrario!

Basta versare la miscela in un flacone spray e spruzzare le piante infette da afidi. Fatelo il più spesso possibile per sradicare questo problema.

Come combattere gli afidi in modo naturale?

Tieni presente che i metodi naturali per combattere gli afidi non sono solo economici, ma anche ecologici, quindi senza pericolo per le tue piante o per altri insetti. È quindi meglio applicare i prodotti chimici solo come ultima risorsa. Ricorda che questi sono i nemici mortali delle api. Dobbiamo quindi evitare di abusarne!

L’altro ingrediente naturale che vi proponiamo come rimedio casalingo non è altro che la cipolla. Il decotto di questo condimento ha un effetto protettivo e preventivo contro alcune malattie fungine.

Tagliare la cipolla

Come prepararlo?

1. In una casseruola versare 1 litro d’acqua e aggiungere 3 cipolle affettate sottili (senza sbucciarle).
2. Cuocere per 15 minuti.
3. Una volta che la miscela si è raffreddata, versare la miscela in uno spruzzatore.
4. Spruzzare il decotto di cipolla sulle piante a rischio.

Ripetere il trattamento ogni 3 giorni. Se non avete la cipolla a portata di mano, funziona anche con l’aglio che funge anche da repellente naturale. Per preparare il decotto all’aglio, mettere a bagno 5 spicchi tritati in un litro d’acqua per 24 ore. Quindi far bollire la soluzione per 15 minuti e filtrare. Aspetta che si raffreddi e spruzzalo direttamente sugli afidi.