Press ESC to close

Come riconoscere un’infestazione da cimici e come eliminarle?

Le cimici dei letti possono provocare punture dolorose e fastidiose. Scopri i 5 segnali per riconoscere la proliferazione di questi insetti e i modi per alleviare questi morsi.

Le cimici dei letti sono difficili da vedere ad occhio nudo. Questi insetti succhiatori di sangue, lunghi circa 5 mm, possono pungere e causare dolore. I loro morsi provocano prurito locale ma anche arrossamento e gonfiore. Ecco come sapere se in casa tua c’è la sgradita presenza delle cimici, questi minuscoli parassiti che, come suggerisce il nome, prendono di mira le camere da letto ma soprattutto letti e materassi.

Questi di solito si installano tra le cuciture dei materassi. Questo è il motivo per cui le cimici dei letti si riproducono e si nutrono del tuo sangue perché aspettano il tuo arrivo per morderti durante la notte.

Cimici – fonte: spm

Ecco i 5 segnali della presenza di cimici dei letti

Le infestazioni da cimici sono abbastanza comuni ma bisogna sapere che non sono legate alla pulizia dell’ambiente.

Per individuarli nei letti  basta cercare uno di questi 5 segnali:

1. Un odore sgradevole nella stanza

Un odore sgradevole, di muffa o di muffa potrebbe indicare un’infestazione di cimici dei letti.

2. La presenza di esuvie

È la copertura esterna che un animale perde durante la muta. Ne trovate tantissimi sia in camera da letto che tra il materasso.

3. Uova di cimici

Sono uova di colore bianco-grigio visibili ad occhio nudo e ogni femmina può deporne fino a 500. Le uova si schiudono in 7-10 giorni e non è raro trovare macchie biancastre sul materasso. Identificare le uova delle cimici dei letti ti aiuterà a capire la gravità dell’infestazione.

4. Macchie di feci

Oltre alle macchie bianche, potresti vedere macchie scure. Alcuni hanno contorni ben definiti, altri no. Questi sono escrementi di cimici dei letti. Puoi trovarli anche come punti neri.

5. Piccole macchie di sangue sulle lenzuola

Può succedere mentre si dorme di schiacciarne più di uno, il che potrebbe spiegare queste macchie di sangue sul materasso.

Rimedi per le punture di cimici dei letti

I morsi delle cimici compaiono con eruzione cutanea e prurito. I sintomi di solito scompaiono entro una settimana senza richiedere alcun trattamento. Per alleviare il prurito puoi sempre utilizzare:

  • Gel di aloe vera
  • Olio dell’albero del tè
  • Un panno umido per lenire la zona interessata

In caso di febbre, dolore o arrossamento in altre parti del corpo, si consiglia di consultare il medico il prima possibile.

Punture di cimici dei letti – fonte: spm

Come sbarazzarsi delle cimici?

Per massimizzare le tue possibilità di successo, devi abbinare un trattamento meccanico a un altro, chimico: con un aspirapolvere, aspira tutti gli angoli della stanza infestata e metti il ​​contenuto del serbatoio in un sacco della spazzatura che hai cura di chiudere. Tessuti, coperte, divani, ecc. devono essere trattati a vapore. con un apparecchio semiprofessionale noleggiato per la giornata. Il giorno dopo è la volta degli insetticidi: li trovate nei negozi specializzati. Si consiglia di indossare una maschera durante l’operazione. Nota: «Questi insetticidi saranno efficaci per quindici giorni», rileva l’esperto che precisa che, anche se le cure termali si stanno sviluppando da diversi anni, i repellenti chimici restano i più utilizzati.

Consegna la biancheria da pulire in lavanderia e/o metti i cuscini nel congelatore (se sono grandi!) per cinque giorni. Altrimenti imballare vestiti e biancheria da letto per lavarli in acqua a 60°.

Inquilino o proprietario, chi paga?

Cimice

Dal 2018, le cure devono essere rimborsate dal proprietario, a meno che il problema non sia imputabile all’inquilino. Con una spesa media di 600 euro per trattamenti professionali, a pagare sono tuttavia, nel 41% dei casi, gli inquilini. “Alcune rare polizze assicurative sulla casa coprono parte dei costi. »

Di fronte alla recrudescenza delle cimici, il governo ha lanciato, dal 2020, un piano di prevenzione e controllo, con il sito stop-punaises.gouv.fr e il numero telefonico dedicato: 0 806 706806. Vi troverete schede pedagogiche che aiutano a riconoscere questi insetti e identificare i loro luoghi preferiti e consigli su come non portarli a casa, soprattutto dopo un viaggio in albergo o in affitto. Primo passo: vagliare la biancheria da letto, i mobili e le pareti all’arrivo. Quando rientri a casa, allontana la valigia dal letto e controlla i tuoi vestiti ed effetti personali prima di lavarli o riscaldarli ad almeno 60°C.