Sia in cucina che in bagno, i tubi ostruiti sono un vero incubo. Sappi che esistono modi semplici ed efficaci per sturarli senza chiamare un idraulico. Basta seguire la nostra guida!

Cosa c’è di più spiacevole che avere il lavandino, il lavabo, la doccia o la vasca da bagno intasati? L’acqua non vuole più defluire e compaiono cattivi odori… Niente panico! ecco 4 metodi rapidi per sturare i tubi.

Come sbloccare un tubo?

Stura il lavandino con uno stantuffo

 

Con il passare del tempo le tubature di casa tendono ad intasarsi. Infatti, anche se cerchiamo di essere vigili, scarti alimentari, residui di cibo, grasso, prodotti detergenti, bagnoschiuma o capelli passano attraverso i tubi, si depositano sulle pareti e finiscono per creare un intasamento. Scopri i nostri consigli per sbloccarli.

1. Aceto bianco e aspirina

Aceto bianco e aspirina per sturare i tubi, ne avrete già sentito parlare. Ti mostriamo i passaggi da seguire.

Come fare ?

  1. Mescolare un bicchiere di aceto bianco con una compressa effervescente di aspirina “tipo Alca Seltzer o Aspégic”.
  2. Versa questa miscela nei tubi attraverso il foro di scarico.
  3. Tappare questo foro con l’apposito tappo o, se non c’è, strizzando con la mano un panno umido (in modo che la reazione chimica avvenga nel tubo e non nell’aria).
  4. Lasciare agire 5 minuti.
  5. Fai scorrere l’acqua calda attraverso i tubi. Questo è tutto, il tuo blocco si è sciolto!

Se non hai una compressa di aspirina, sostituiscila con un cucchiaio di bicarbonato di sodio, è altrettanto efficace.

2. Bicarbonato di sodio e sale

Efficace in caso di intasamento grasso. Ti mostriamo i passaggi da seguire per sbloccare con successo i tuoi tubi.

Come fare ?

  1. Per scioglierlo, mescolare 2 cucchiai di sale e 1 cucchiaio di bicarbonato in un bicchiere d’acqua.
  2. Versare questo composto nelle tubazioni, lasciare agire 10 minuti.
  3. Tappare il foro di scarico con il tappo o con un panno.
  4. Quindi risciacquare con acqua tiepida.

3. Ventosa

Questo è senza dubbio il metodo più conosciuto ma è comunque necessario padroneggiare la vera tecnica per utilizzarlo.

Come fare ?

  1. Infatti, non basta posizionare la ventosa sullo scarico e pompare… Bisogna creare il vuoto perché funzioni, cioè tappare tutti i fori.
  2. Coprire il foro del “troppopieno” con un panno umido in modo che non entri aria.
  3. posizionare la ventosa sullo scarico e far scorrere l’acqua fino a coprire tutta la gomma della ventosa.
  4. Ora puoi premere sulla ventosa per far circolare l’aria.
  5. Ripetere l’operazione fino alla scomparsa dell’ostruzione e allo scarico di tutta l’acqua.

4. Cristalli di soda

Se il tappo è molto resistente, miglioralo utilizzando cristalli di soda, che sono più corrosivi.

Come fare

  1. Utilizzare guanti e occhiali per proteggersi ed evitare ustioni.
  2. Mettere in un contenitore 100 g di cristalli e aggiungere 2 litri di acqua bollente,
  3. Mescolare bene quindi versare questo preparato nella pipa,
  4. Lasciare agire per diverse ore senza acqua corrente,
  5. È meglio farlo la sera prima di andare a letto per lasciarlo riposare tutta la notte.
  6. Risciacquare il giorno successivo.

Se, nonostante tutti questi consigli, il tuo ingorgo persiste, dovrai rimboccarti le maniche e metterti al lavoro.

Come smontare un sifone per sturare il lavandino?

Smontare il sifone

 

Molto spesso se abbiamo difficoltà a sbloccarlo utilizzando un prodotto è perché nel sifone rimangono incastrati elementi solidi come residui di cibo o capelli. In questo caso, deve essere smantellato. Il sifone, conosci questo dispositivo in plastica posto sotto il lavandino, che collega il tuo lavandino ai tubi. Sì, sì, sei perfettamente in grado di farlo! Non vi resta che risvegliare la vostra anima DIY e armarvi di un paio di guanti e di un secchiello.

Come fare ?

  1. Posizionare un secchio o una bacinella sotto il sifone per raccogliere le acque reflue.
  2. Svitare il tappo di scarico, lasciare defluire l’acqua sporca.
  3. Svitare quindi i 2 anelli che servono per fissare il sifone al lavello e alle tubazioni. Attenzione : fare attenzione a non perdere le guarnizioni in plastica all’interno degli anelli. Controllare che non siano caduti nel secchio durante lo svitamento.
  4. Utilizzando guanti di plastica, rimuovere eventuali detriti che causano l’ostruzione. Pulisci bene.
  5. Sostituire il sifone avvitando i 2 anelli. Non dimenticare di sostituire le guarnizioni.
  6. Fai scorrere un po’ d’acqua e il gioco è fatto!

Se con tutti questi consigli e tecniche i tuoi tubi non sono ancora sbloccati… Non devi fare altro che chiamare un idraulico!