Press ESC to close

Come si pulisce lo stucco delle piastrelle senza strofinare?

Lo stucco per piastrelle è spesso esposto all’umidità e a tutti i tipi di schizzi, sia in cucina che in bagno, tendono a sporcarsi, annerirsi e degradarsi nel tempo. Le alternative naturali ti consentono di ripristinare facilmente la lucentezza delle fughe delle tue piastrelle. Ve lo raccontiamo noi.

Cosa sporca lo stucco per piastrelle?

Con il passare del tempo, le piastrelle possono deteriorarsi, soprattutto in corrispondenza delle fughe. Polvere, acqua stagnante e altri liquidi entrano, il che favorisce la crescita di batteri e lo sviluppo di muffe. Se non vengono puliti correttamente, possono annerirsi e degradarsi rapidamente.

Come si pulisce lo stucco sporco delle piastrelle del pavimento senza strofinare?

Lo sapevi? È del tutto possibile pulire lo stucco delle piastrelle senza passare ore a strofinare! A volte, devi solo circondarti degli ingredienti giusti per dare loro un bell’aspetto pulito. Prodotti sani ed ecologici sono in grado di rimuovere lo sporco incrostato e neutralizzare la proliferazione dei batteri sulle articolazioni. Ecco come farlo:

  1. Utilizzando una scopa o un aspirapolvere, pulire la superficie delle piastrelle.
  2. Immergere un mocio in acqua tiepida e pulire la superficie delle piastrelle con esso, per rimuovere polvere e residui di sporco.
  3. Quindi prepara il tuo prodotto per la casa. Per questo, avrai bisogno dei seguenti ingredienti:
  • 8 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 4 cucchiai di acqua ossigenata
  • 1 cucchiaino di detersivo per piatti
  1. In una ciotola, mescola il bicarbonato di sodio e il perossido di idrogeno fino ad ottenere una pasta.
  2. Quindi aggiungere il detersivo per piatti e applicare la miscela sulle fughe.

Cautela

Testare il composto su una piccola area delle piastrelle. Alcuni materiali possono scolorirsi a contatto con i suddetti prodotti. Se non noti nulla di insolito, continua la pulizia.

  1. Lasciare agire la pasta detergente per 5-10 minuti.
  2. Quindi utilizzare una spugna, uno spazzolino da denti o un asciugamano umido per pulire la superficie. Ripetere questo processo se necessario.
  3. Lascia asciugare all’aria!

Et voilà, vos joints de carreaux sont éclatants de propreté ! Vous vous demandez sûrement ce qui rend cette solution si efficace ? C’est l’action nettoyante de ces différents produits. D’une part, le bicarbonate de soude arrive à pénétrer la surface poreuse des joints et à éliminer les taches sans être trop abrasif. Le peroxyde d’hydrogène quant à lui est une bonne alternative à l’eau de javel. Il permet de blanchir et nettoyer en profondeur ce type de surface. Et avec la petite touche de liquide vaisselle, vous éliminez plus facilement les taches de graisse ainsi que l’encrassement des joints, que ce soit sur le carrelage mural ou celui du sol !

Quel autre produit nettoyant écologique choisir pour les joints de carrelage ?

En matière de nettoyage des joints de carrelage, on peut utiliser tout un tas de produits ménagers. Mais il existe d’autres options naturelles plus douces pour vos carreaux qui sont tout aussi efficaces :

  • Vinaigre blanc :

En tête de liste, le vinaigre blanc est l’allié ménage dont on ne peut se passer. Grâce à sa forte teneur en acide acétique, il est souvent utilisé pour ses propriétés nettoyantes et désinfectantes.

  • Bicarbonate de soude :

Ce produit multi-usages, légèrement abrasif, est très efficace lorsqu’il s’agit d’éliminer les taches sur les sanitaires et les saletés incrustées.

  • Percarbonate de sodium :

Cousin du bicarbonate de soude, le Percarbonate de sodium est un excellent nettoyant et blanchissant capable de retirer les saletés en profondeur et d’éliminer les micro-organismes et les bactéries en surface.

  • Jus de citron :

Si vous cherchez un bon nettoyant, le jus de citron riche en acide citrique est ce qu’il vous faut. Il agit comme un excellent détachant et blanchissant. Et en plus, il sent bon !

  • Peroxyde d’hydrogène :

Avec ses propriétés antibactériennes et antifongiques, il élimine rapidement les saletés sur les joints et les surfaces de votre cuisine et les pièces humides comme la salle de bain, avec un résultat optimal à la clé.

Comment maintenir les joints de carrelage propres ?

Vous l’aurez compris, la meilleure façon de garder des joints de carrelage toujours propres et sains est d’éviter l’accumulation de saletés au quotidien. Mais comment s’y prendre ? Voici quelques bons réflexes à adopter chez vous :

  • Placez un tapis à l’entrée pour essuyer la semelle de vos chaussures.
  • Essuyez les pattes des animaux domestiques qui peuvent transporter des saletés de l’extérieur.
  • Nettoyez les joints avec un peu de peroxyde d’hydrogène tous les 3 jours ou une fois par semaine pour prévenir l’apparition de moisissures. Cet entretien régulier laissera vos joints propres.
  • Aérez régulièrement la salle de bain et la cuisine afin de libérer les vapeurs d’eau et permettre au carrelage de sécher. Vous éviterez ainsi l’installation de la moisissure au fil du temps sur les joints.
  • Opta per una pulizia almeno settimanale per mantenere il pavimento in ottime condizioni. Ciò dovrebbe includere anche la pulizia dei rubinetti che perdono sulle articolazioni e lasciano macchie ostinate.

Sigillare le giunzioni

Affinché durino più a lungo, le articolazioni devono essere protette dall’umidità eccessiva. Questo viene fatto applicando con cura il sigillante o il sigillante siliconico direttamente sui giunti. Un procedimento che deve essere fatto in armonia con la finitura delle piastrelle. Segui la guida!

  1. Scegli un prodotto adatto alle tue piastrelle. Alcuni sigillanti funzionano solo con un tipo di fuga delle piastrelle.
  2. Pulisci lo stucco e le piastrelle usando il metodo sopra. Passa una soluzione di aceto e acqua sul giunto per una finitura impeccabile.
  3. Applicare il sigillante lungo un’intera linea utilizzando una spugna o un pennello.
  4. Assicurati di coprire bene le fughe per creare una barriera a tenuta stagna.
  5. Lasciare asciugare per 10 minuti e poi pulire la superficie con un panno asciutto.
  6. Applicare una seconda mano per ottenere il risultato desiderato.
  7. Lasciare asciugare il sigillante evitando di camminarci sopra o di usare la doccia. Questa operazione può richiedere fino a 48 ore, a seconda del prodotto.

E il gioco è fatto, le fughe sono perfettamente resistenti all’umidità e alla muffa! Non esitare a informarti prima di acquistare il tuo sigillante. Alcuni sono più durevoli di altri e hanno meno probabilità di rompersi.

Domande frequenti

Come si sbianca lo stucco per piastrelle annerite in bagno e nella doccia?

Esistono diversi ingredienti che possono aiutarti a sbiancare le fughe delle piastrelle, come aceto e bicarbonato di sodio. Ma puoi anche usare dentifricio, pietra di argilla o sapone nero. Con la sua composizione di olio di lino, olio d’oliva e potassa, quest’ultimo agisce come un ottimo detergente e detergente. Basta diluire un tappo in un litro di acqua calda e poi strofinare con uno spazzolino da denti. Effetto garantito.

Come si rimuove lo sporco dallo stucco delle piastrelle del bagno e lo si pulisce?

Basta una soluzione di aceto, acqua e qualche goccia di detersivo per piatti per rendere le piastrelle del bagno pulite e scintillanti. Mescolare i due ingredienti e strofinare con una spugna abrasiva e pulire con un panno imbevuto di acqua pulita. Il sale grosso è anche una buona alternativa per rimuovere lo sporco dalle fughe delle piastrelle negli angoli delle pareti. Le tue piastrelle sono come nuove con questi buoni prodotti naturali!

Quanto tempo devo aspettare prima di rifare le fughe delle piastrelle del pavimento?

Se vuoi rifare le fughe delle piastrelle. Fallo dopo un anno su superfici della casa che sono spesso frequentate dai tuoi familiari.