I tubi intasati sono un disagio quotidiano, soprattutto perché possono causare cattivi odori. Il lavandino della cucina, la vasca da bagno o anche il lavandino del bagno quando sono intasati, ci causano molti fastidi e danneggiano il nostro comfort e il nostro benessere. Per non dover più affrontare questo tipo di fastidi, ti invitiamo a provare questo efficacissimo rimedio casalingo per sturare le tubature in pochissimo tempo.

Pensi di non riuscire a risolvere il problema della tua tubazione e stai pensando di chiamare un idraulico professionista? Niente panico ! La soluzione è semplice e consiste nel creare  un detergente ecologico con gli ingredienti a portata di mano.  Questo suggerimento ecologico costituisce un’alternativa ai prodotti chimici dannosi per la salute e l’ambiente. Il suo credo: libera lo scarico dalle ostruzioni, lo disinfetta e  lo deodora liberandolo dai cattivi odori .

Lavandino intasato - fonte: spm

 

Come sturare il lavandino?

Residui di cibo, accumuli di grasso, capelli e peli… I fattori che causano l’ostruzione delle tubazioni variano a seconda che quest’ultima riguardi il lavello della cucina o il bagno.

Se vuoi risparmiare tempo e denaro, non c’è niente come gli ingredienti naturali che probabilmente hai a portata di mano.

Per sturare il lavandino, avrai bisogno dei seguenti ingredienti:

  • ½ tazza di aceto bianco
  • ½ scatola di bicarbonato di sodio
  • Acqua bollente
Bicarbonato di sodio per sturare il lavandino

 

  1. Iniziate versando il bicarbonato nei tubi e poi versate l’aceto bianco.
  2. Da quel momento in poi, si verifica una reazione chimica che distrugge  gli elementi che bloccano lo scarico.
  3. Sigillare l’apertura di scarico con un tappo e attendere 30 minuti prima di rimuovere il coperchio e versare acqua bollente per disintegrare i detriti.
  4. Osserverai che l’acqua scorre liberamente. Se l’ostruzione è ancora presente, ripetere questa procedura una seconda volta.

Oltre a disgregare gli elementi che ostruiscono gli scarichi,  il bicarbonato e l’aceto aiutano a pulirli, disinfettarli ed eliminare i cattivi odori.

Come pulire il sifone per sturare il lavandino?

Se con il suggerimento sopra riportato il lavandino è ancora intasato, potrebbe esserci un blocco nel sifone. Detriti di ogni genere, resti di cibo o anche accumuli di grasso possono ostruire il sifone e quindi bloccare il flusso dell’acqua. È quindi fondamentale pulire lo sporco che provoca questa ostruzione.

Pulizia del sifone - fonte: spm

 

Per fare ciò, è necessario  smontare il tubo per rimuovere tutto lo sporco . Tuttavia questo compito può risultare disordinato ed è necessario in questo caso armarsi di guanti, occhiali e stracci.

  1. Quindi posiziona un secchio sotto il tubo del lavandino in modo che i detriti accumulati possano depositarsi direttamente lì quando apri il sifone.
  2. Allentare il tappo situato nella parte inferiore. Una volta caduta l’acqua nel secchio è necessario svitare e togliere le ghiere filettate che sostengono il sifone.
  3. Quindi pulisci tutti questi elementi con un sapone sgrassante o un antibatterico diluito in acqua.
  4. Una volta completata la pulizia, riposizionare il sifone. Per fare ciò, devi prima rimontare gli anelli filettati e serrarli. Per farlo puoi usare delle pinze o una chiave inglese.
  5. Lasciare scorrere l’acqua per 2 o 3 minuti per garantire il normale flusso dell’acqua o la presenza di possibili perdite.

Una volta portata a termine l’operazione state certi che avrete un sifone pulito, disinfettato e in buone condizioni.