Press ESC to close

Come utilizzare la maionese scaduta per concimare le piante?

La tua maionese è andata a male? Naturalmente non può più essere consumato. Ma non buttarlo via, perché puoi riciclarlo nei modi più inaspettati! Potresti non saperlo, ma puoi riutilizzarlo per prenderti cura delle tue piante d’appartamento e favorirne la crescita. Se sei un appassionato di giardinaggio, probabilmente saprai già che per mantenere sane le tue piante è importante pulirne le foglie per eliminare la polvere che si accumula sulla loro superficie. Tuttavia, i giardinieri più esperti rivelano che la maionese scaduta è molto efficace per assolvere a questo compito. Un consiglio semplice e molto economico!

Maionese scaduta, amica delle piante

Se una pianta d’appartamento viene lasciata sporca per troppo tempo, la polvere non solo ne deteriorerà l’aspetto, ma le impedirà anche di assorbire la luce solare e l’anidride carbonica, compromettendo il processo di fotosintesi. Tuttavia, mescolando la maionese scaduta con un po’ d’acqua otterrete un’ottima soluzione per pulire le foglie, donando loro più lucentezza e anche concimando la pianta stessa.

Immergi semplicemente un panno di cotone pulito nella miscela e inizia a pulire la parte superiore del fogliame. Questo suggerimento funziona meglio con piante d’appartamento con foglie larghe e lisce, come la sansevieria o l’alocasia.

Maionese

Il grande vantaggio è che la maionese non solo ravviverà le tue piante, ma ti aiuterà anche a rimuovere i residui appiccicosi che si accumulano sulle piante come la linfa. Questo processo migliorerà ulteriormente la loro salute e preverrà lo sviluppo di malattie. E questo grazie al suo contenuto di aceto, olio vegetale e tuorli d’uovo presenti nella maionese. Tuttavia, quando pulite le foglie, non dimenticate di eliminare ogni residuo di questa miscela che potrebbe rimanere attaccato. Si rimuovono facilmente con un panno in microfibra e un po’ di acqua tiepida.

È importante sapere che questo metodo funziona solo su piante da interno e non è consigliato per quelle da esterno, poiché sono esposte al sole e possono essere irritate dalla presenza della maionese.

Altri consigli per prenderti cura delle tue piante

Asciugamani vecchi

Ogni volta che vai in vacanza, spesso ti preoccupi di annaffiare le piante. Un vecchio asciugamano ti aiuterà a risolvere questo problema: basta immergerlo completamente nell’acqua. Quindi prendi un piattino e versaci dentro anche l’acqua. Mettici sopra l’asciugamano imbevuto e posiziona sopra il piattino. In questo modo, le  radici  delle piante  assorbiranno l’umidità dall’asciugamano e rimarranno idratate. Come scegliere il piattino della misura giusta? Mettilo capovolto sulla parte superiore della pentola e potrai determinare se è adeguato o troppo piccolo. L’importante è che possa contenere abbastanza acqua da inumidire adeguatamente tutto il terriccio.

Zucchero

Zucchero

Vuoi raccogliere dei fiori dal  giardino  per decorare la tua casa? Per mantenerli freschi e sani più a lungo, basta aggiungere un cucchiaio di zucchero all’acqua del vaso e posizionare lì i fiori. Questo suggerimento aiuterà a evitare che appassiscano troppo velocemente.

Spazzolino da denti e dentifricio

Chi l’avrebbe mai detto, ma lo spazzolino sarà molto utile per pulire vasi e foglie di piante. Allo stesso tempo, l’uso del dentifricio aiuta a prevenire l’invasione di parassiti nel giardino. Agirà come un repellente contro tutte le piccole creature. Inoltre, durante la sessione di giardinaggio, avere un dentifricio a portata di mano è un’ottima idea per alleviare e lenire la pelle dopo una possibile puntura d’ape.

Spezie

Pepe nero

Infine, sono molte le spezie da cucina che si rivelano molto utili in giardino. Ad esempio, la cannella è molto apprezzata per tenere lontani conigli, formiche o scoiattoli dalle vostre piante. Allo stesso modo, grazie alle sue proprietà antisettiche, la curcuma fungerà da perfetto insetticida per tenere lontane le formiche, lo stesso vale per il pepe nero che protegge anche le vostre piante dagli insetti grazie alle sue proprietà antibatteriche. Basta cospargerne un po’ sulle piante o mescolare pepe nero macinato in acqua calda, riempire un flacone spray e usarlo sul terreno.