Press ESC to close

Ecco come far crescere un melo dal seme per mangiarlo tutto l’anno

La mela è uno dei frutti più consumati. Crostata, composta o clafoutis, le ricette per gustare questo frutto succulento non mancano. Oltre al suo gusto dolce e aspro, non vanno trascurati i benefici per la salute delle mele. Del resto conosciamo bene il detto popolare che dice “una mela al giorno toglie il medico di torno per sempre”. Per sfruttare al massimo questo frutto, scopri come far crescere un melo da pochi semi, per avere un raccolto biologico.

Dopo aver addentato la mela, non buttare via i suoi semi. Serviranno come semi per far crescere il tuo melo e goderti appieno le mele dolci. Scegliete però i semi di una mela biologica, per beneficiare di un melo privo di ogni traccia di pesticidi. Per far crescere il tuo albero da frutto, devi attraversare delle fasi.

Come far crescere un melo da un seme?

Passaggio 1: asciugare i semi di mela

Glitch - fonte: spm

Raccogliete i semi dal vostro frutto e puliteli bene per eliminare la polpa e la polpa del frutto.

Dopo aver pulito i semi, asciugateli con un panno e poneteli all’aria aperta per eliminare ogni traccia di umidità.

Passaggio 2: germinare i semi

Avvolgi i semi in un tovagliolo di carta o un tovagliolo umido. Riponeteli quindi in un sacchetto di plastica ermetico o in una scatola di plastica che metterete in frigorifero . È importante creare le condizioni invernali per i semi, perché è in questo periodo che sviluppano germogli e radici. Puoi anche far germinare i semi nel cotone umido, o nel Sopalin, invece che nella carta assorbente.

Il processo di germinazione richiede tempo, quindi dovresti lasciare i semi nel frigorifero per almeno 8 settimane. Tieni presente che anche se hai creato un inverno artificiale per i tuoi semi,  è meglio farli germinare durante la stagione invernale in modo da poterli seminare all’inizio della primavera , dopo le gelate, quando i semi emergono dalla dormienza. . Dopo aver germinato i tuoi semi, potrai passare alla semina.

Semi germogliati - fonte: spm

Passaggio 3: seminare i semi

Per fare ciò, scegli un vaso contenente terriccio a pH neutro. Fai un buco nel terreno un po’ più grande della dimensione del tuo seme. Poiché il giovane germoglio è ancora fragile, fai attenzione quando inserisci il seme germinato nella buca. Il germoglio dovrebbe essere rivolto verso il basso.

Per stimolare la crescita del tuo melo  puoi aggiungere solo compost,  senza utilizzare fertilizzanti.  Quindi copri il seme con la terra comprimendolo delicatamente e innaffia il terreno. Mantieni il vaso a temperatura ambiente, in ombra parziale. I meli apprezzano il caldo, ma il sole potrebbe bruciare il tuo piccolo melo ancora fragile. Dopo qualche settimana noterete la comparsa delle prime foglie. Solo allora potrai posizionare il vaso in pieno sole.

Semina di semi di melo - fonte: spm

Passaggio 4: trapiantare il melo

Quando il tuo melo avrà raggiunto i 10 cm di altezza, portalo fuori. Puoi rinvasarla in un vaso capiente, ma è preferibile trapiantarla nel terreno. Il tuo melo avrà bisogno di spazio e sole. Un melo necessita infatti  di più di 6 ore di luce solare al giorno. Per quanto riguarda il terreno, scegliere un substrato a pH neutro, ben drenato e che trattenga l’acqua.

Quando il tuo albero inizia a mettere radici nel terreno, annaffialo ogni 10-12 giorni. Puoi  distanziare le annaffiature man mano che il tuo albero cresce.  Tuttavia, se il clima è molto secco, scegli l’irrigazione settimanale o una volta ogni due settimane.

Mele - fonte: spm

Per avere un albero di mele ed essere sicuri di avere anche dei frutti, è consigliabile non accontentarsi dei semi di un’unica varietà di mele, ma raccogliere due tipi diversi di semi per piantarli insieme. Il melo , infatti,  è un albero da frutto autosterile . Quindi il polline di una specie di melo non è sufficiente a fecondare i fiori dello stesso melo e produrre così i frutti. Questo vale anche per  altri alberi da frutto  come il ciliegio, il susino o il pero.

Cura del melo

Non è necessario potare il tuo giovane melo , questo ritarderà solo la fruttificazione, soprattutto perché il melo generalmente ha bisogno di tempo per fruttificare. D’altra parte, puoi rimuovere i rami malati o morti. Ricordatevi inoltre di eliminare i germogli per evitare di avere rami che dovranno essere potati.

Quando il tuo albero è abbastanza grande, dagli un po’ di fertilizzante in primavera per concimarlo. Evita i fertilizzanti misti  usati sia per fertilizzare un albero che per uccidere le erbacce.  Questo tipo non è adatto ai meli.

Queste istruzioni ti permetteranno di coltivare il tuo melo in casa per goderti il ​​sapore delle mele biologiche. Devi solo essere paziente!