Caldi ed eleganti, i mobili in legno sono l’ideale per chi desidera una casa rustica e calda. Tuttavia, se non vengono utilizzati per un lungo periodo, potrebbe manifestarsi uno sgradevole odore di muffa. Scopri come superare questo problema con alcuni consigli ingegnosi.

Che si tratti di cassettiere, librerie o armadi, i mobili in legno riescono a coniugare tradizione e modernità.

Quando restano chiusi per lungo tempo, però, può succedere che all’interno si diffonda un odore sgradevole, soprattutto se si tratta di mobili vecchi. Questo odore deriva dal ristagno dell’aria interna ma anche dall’invecchiamento del legno.

È possibile riscoprire la freschezza dei legni e profumarli in poco tempo.

Mobili di legno

 

Prima che inizi

Inizia aprendo le ante dei tuoi mobili in legno e svuotandole.

A volte, infatti, l’odore di chiuso può provenire anche da oggetti o vecchi vestiti. Pertanto, è importante toglierli dall’armadietto e pulire o lavare tutto ciò che odora.

Non rimettere gli oggetti nei mobili fino al termine della pulizia.

Per una pulizia profonda

Ora è il momento di pulire i tuoi mobili in legno. Questo è un passaggio fondamentale per eliminare i cattivi odori.

Per questo avrete bisogno di 3 litri di acqua, 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio e circa 30 g di sapone di Marsiglia in scaglie (circa 30 g di trucioli). Amalgamare il tutto e passare questo preparato sulle superfici interne con una spugna morbida.

Asciugare poi con un panno in microfibra.

Mobili in legno puliti

 

Per ringiovanire il legno

Per eliminare efficacemente gli odori di muffa, però, dovrai nutrire il legno in modo da ringiovanirlo. Per questo potete utilizzare un balsamo che funge da rimedio infallibile per donare una seconda vita al legno.

Prendi una ciotola di medie dimensioni e versaci dentro mezzo bicchiere di olio d’oliva. Aggiungi quindi 10 grammi di sapone solido di Castiglia, il succo di mezzo limone e da 5 a 6 gocce dell’olio essenziale che preferisci.

Stendere il balsamo sulla superficie utilizzando un pennello. Se lo desideri puoi applicarlo anche sul legno esterno per nutrirlo e farlo brillare.

Consigli antiodore

Anche se hai pulito a fondo i mobili e ravvivato il legno, l’odore potrebbe ritornare dopo alcune settimane o mesi. Questo fattore dipende essenzialmente dall’età del legno.

Puoi provare ad eliminare i cattivi odori inserendo all’interno dei mobili un deodorante per ambienti o un assorbente di odori fai da te.

Bustine profumate

 

· Bustine profumate

Prendi un sacchetto di stoffa di piccole e medie dimensioni e riempilo con bucce d’arancia essiccate, petali di rosa essiccati e bastoncini di cannella. Mettete anche un po’ di cotone imbevuto di un olio essenziale profumato: i più indicati sono quelli alla lavanda e al sandalo.

Quindi posiziona la borsa in un angolo dei tuoi mobili. In poche ore avrà già riempito l’intero spazio interno di un profumo dolce e inebriante.

· Una ciotola che assorbe gli odori

Oltre alle bustine profumate, puoi inserire nei tuoi mobili anche un assorbente di odori del Sistema D: il bicarbonato di sodio.

Prendi una piccola ciotola e versaci dentro 3-4 cucchiai di questa polvere. Questo prodotto ha un potere assorbente molto elevato e libererà i mobili dall’odore del legno vecchio.

Se preferisci, puoi versare qualche goccia di olio essenziale profumato sul bicarbonato per sprigionare un profumo meraviglioso.

Se oltre all’odore del legno vecchio, nei vostri mobili c’è anche odore di muffa, provate questi altri rimedi!