Funzionante 24 ore su 24 e costantemente richiesto, il frigorifero è uno degli elettrodomestici principali della casa. Il suo vantaggio: ci permette di conservare perfettamente i nostri alimenti e di garantirne una maggiore durata. Mettere gli alimenti in frigorifero sembra banale, ma in realtà ci sono delle regole ben precise da seguire. Questi accorgimenti favoriscono una buona conservazione degli alimenti e allo stesso tempo evitano la formazione di muffe e cattivi odori. Naturalmente, in questo caso, puoi sempre contare su alcuni rimedi naturali per risolvere la situazione. Fino ad allora, per evitare la proliferazione di batteri, è fondamentale pulire regolarmente il dispositivo e soprattutto conservare i prodotti nei luoghi appositi.

Ogni cosa ha il suo posto! Per avere i giusti riflessi, ti mostreremo come conservare correttamente la carne. Non trascurare la sua ubicazione: se conservata male, la carne può sviluppare batteri e scatenare diverse malattie. Per preservarne la freschezza, non commettete più certi errori e seguite alla lettera i nostri consigli.

Per conservare correttamente la carne in frigorifero, ecco dove dovresti metterla

Congelare la carne

 

Per garantire il corretto funzionamento del frigorifero è sempre importante seguire alcune regole di utilizzo: impostare la temperatura corretta del frigorifero in base alla temperatura dell’ambiente esterno, evitare di ingombrare i prodotti ed effettuare una  pulizia costante e periodica. È inoltre fondamentale conservare correttamente gli alimenti negli appositi scomparti, perché come sapete le parti interne non avranno mai la stessa temperatura.

Esatto, visto che ne parliamo, dove conservi la carne? Molte persone tendono a commettere lo stesso errore: conservare la carne in qualsiasi parte del frigorifero. Tuttavia, questa cattiva abitudine può essere pericolosa per la salute. Collocare la carne in uno scomparto non idoneo potrebbe farla marcire molto rapidamente. Ma allora quale sarebbe il posto migliore per tenerlo? Tieni presente che la parte più bassa del frigorifero, quella immediatamente sopra i cassetti frutta e verdura, ha una temperatura di circa 2°C. Questa è quindi la zona ideale dove posizionare la vostra carne per mantenerne la freschezza e le proprietà.

Altro errore comune: non seguire le indicazioni di etichettatura e, soprattutto, non controllare la data di scadenza della carne.

Piccolo consiglio: dopo aver cotto una fetta di bistecca, e se non pensate di mangiarla subito, fatela raffreddare il più presto possibile a temperatura ambiente, poi mettetela in frigorifero o nel congelatore in un contenitore ermetico (o nella pellicola trasparente). mangiare). Naturalmente, tenete lontana la carne cotta da quella cruda. Può essere conservato per diversi giorni a -18°C.

Non conservare pezzi di carne di grandi dimensioni nel frigorifero

Carne

 

L’altro aspetto da tenere in considerazione è la quantità di carne da conservare: evitate di conservare in frigorifero pezzi di grandi dimensioni, poiché rischiano di deteriorarsi molto più rapidamente. Gli esperti consigliano di tagliare fette di carne fresca, di maiale o di manzo, in bistecche, braciole e carni assortite, come lingua, rognoni, fegato, cuore e carne per le cotolette.

In genere, le bistecche possono durare dai tre ai cinque giorni nel frigorifero e dai sei ai dodici mesi nel  congelatore .

NB:  per conservare al meglio la carne, preferire la carta paraffinata alle scatole di plastica.