Press ESC to close

La toilette è una delle parti del bagno con più batteri. Per questo motivo è necessario pulirli frequentemente. Un trucco efficace con i fondi di caffè ti permetterà di farlo in pochissimo tempo. Una cosa è certa: adotterai presto questo gesto nella tua vita quotidiana! I servizi igienici possono emanare rapidamente cattivi odori. E se utilizzassi i fondi di caffè per pulirli a fondo? Questo suggerimento ti farà risparmiare tempo prezioso per la pulizia. Il caffè è una bevanda essenziale, con cui iniziare la giornata, per la vostra dose mattutina di energia. I fondi di caffè sono un prodotto di scarto molto comune che può essere utilizzato in diversi modi. Può essere versato nel WC per purificarlo e rimuovere lo sporco. Elimina i cattivi odori I fondi di caffè possono essere utili per sostituire i  più svariati prodotti per la pulizia  come deodoranti naturali, smacchiatori o, ad esempio, per pulire ed eliminare i cattivi odori dai WC. Per beneficiare di quest’ultimo beneficio, dovrete prendere i fondi di caffè dalla caffettiera (o ciò che resta delle capsule che avete utilizzato) e versarli in un litro d’acqua a temperatura ambiente. Poi tutto quello che devi fare è versarlo nel water e tirare lo sciacquone. Con questo metodo riuscirete ad eliminare i cattivi odori grazie all’aroma del caffè. Per ottenere i migliori risultati l’ideale sarebbe utilizzare almeno tre cucchiai di fondi di caffè in un litro d’acqua. Dovrete ripetere questa operazione ogni due giorni o ogni volta che si avverte un  cattivo odore  nel vostro bagno. Naturalmente questo consiglio funziona molto meglio in inverno che in estate. Sgrassare le superfici Mescolare i fondi di caffè con acqua calda. Potete aggiungerlo anche al  bucato  con qualche goccia di aceto bianco e un pizzico di bicarbonato. Questo ti aiuterà ad avere il lavello, il piano cottura o la padella ben disinfettati e lucenti. Si consiglia di fare attenzione con l’aceto bianco poiché può essere abrasivo e danneggiare le superfici. Sturare il lavandino I fondi di caffè possono fare miracoli. Versalo nel lavandino, quindi aggiungi sopra il detersivo per piatti e l’acqua bollente. Si consiglia di non utilizzare questo accorgimento troppo spesso per evitare di danneggiare il lavello.

Spesso, dopo aver preparato la pasta, versiamo l’acqua direttamente nel lavandino. Questo però è un errore perché vi permetterà di beneficiare di un grande vantaggio: prendervi cura delle vostre piante. Scopri come utilizzarlo per avere splendidi raccolti!

Spesso l’acqua della pasta viene buttata nel lavandino senza poter beneficiare appieno dei suoi benefici. E per una buona ragione, oltre a prenderti cura delle tue piante, può permetterti di beneficiare di altri benefici insospettabili. Ecco perché dovresti conservarne alcuni il più spesso possibile!

L’acqua di cottura della pasta è molto utile per annaffiare le piante. Questa tecnica è poco conosciuta ma permette di fornire importanti nutrienti alle vostre  piante  in vaso o seminate nel vostro giardino.

Perfetto come acqua per le piante

Cucinare la pasta per avere acqua

È essenziale annaffiare le piante per mantenerle sane. Tuttavia non è necessario utilizzare acqua minerale o acqua del rubinetto.

Potete riciclare l’acqua di cottura della pasta, che deve prima essere lasciata raffreddare. Non va utilizzato se è stato precedentemente salato.

Quando queste condizioni saranno soddisfatte, dovrai versarlo in un annaffiatoio per irrigare le tue piante.

Noterai i benefici in breve tempo perché l’ acqua  in questione è ricca di amido e sali minerali. In questo modo concimerai il terreno senza usare fertilizzanti!

Riciclare l’acqua di cottura della pasta

Innafiando le piante

Esistono diversi modi per riciclare l’acqua di cottura della pasta.

  • Aggiungi lucentezza ai tuoi capelli: sembra un consiglio insolito ma funziona. Con l’acqua della pasta puoi donare una bellissima lucentezza ai tuoi capelli. Per fare questo, versa con attenzione l’acqua raffreddata sopra la testa. I capelli devono essere completamente bagnati in anticipo. Lascia riposare l’acqua per dieci minuti. Quindi risciacquare con acqua pulita o uno shampoo delicato.
  • Mettere in ammollo i legumi: lenticchie, fagioli, ceci…molti legumi necessitano di essere messi in ammollo prima della cottura, preferibilmente durante la notte. Ciò accorcia i tempi di cottura, fa risparmiare energia e, soprattutto, rende questi alimenti più digeribili. Invece di usare l’acqua potete metterli a bagno anche nell’acqua della pasta.
  • Utilizzo per zuppe e stufati: come per le salse, è possibile aggiungere acqua di cottura anche a qualsiasi zuppa o stufato. Per farlo è sufficiente versarvi dentro l’acqua della pasta. L’amido presente nell’acqua addensa leggermente la zuppa.
    Minestra
  • Sgrassare le stoviglie: Pulire le stoviglie sporche con l’acqua di cottura della pasta permette di utilizzare pochissimo sapone e ottenere stoviglie perfettamente sgrassate e lucenti. Basta riempire il lavello con acqua di cottura, lasciare le stoviglie in ammollo per qualche minuto e poi risciacquarle con una spugna e detersivo per piatti.