Le verdure perenni sono piante che possono essere piantate una volta e raccolte per anni. Sono a bassa manutenzione e richiedono poco o nessun lavoro.

Introduzione: cos’è una pianta perenne?

Le piante perenni sono piante che crescono per più di due anni. Queste piante possono essere identificate dalla loro capacità di sopravvivere per più di un anno dopo il primo gelo.

Le piante perenni vengono spesso coltivate nei giardini e in altre aree paesaggistiche perché tornano ogni anno, richiedono meno manutenzione e forniscono colore durante le stagioni.

Una pianta perenne è una pianta che vive per tre o più anni, ritornando ogni primavera dopo essersi spenta durante l’inverno.

Ci sono degli svantaggi nel piantare piante perenni?

Le piante perenni sono ottime per l’ambiente. Sono sostenibili, richiedono meno acqua e non devono essere ripiantati ogni anno. Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi nel piantare piante perenni che dovresti conoscere.

1) Le piante perenni possono essere difficili da mantenere perché richiedono diserbo e potatura annuali.

2) Le piante perenni richiedono più spazio delle annuali perché diventano più grandi nel tempo.

3) Può essere difficile prevedere di quante piante perenni avrai bisogno, quindi potresti ritrovarti con troppe o non abbastanza piante.

Le 10 migliori verdure perenni che puoi piantare una volta e raccogliere per anni

Le verdure perenni sono piante che possono essere coltivate nello stesso posto per molti anni. Sono chiamate perenni perché tornano ogni anno senza doverle ripiantare.

Ecco un elenco delle 10 migliori verdure perenni che puoi piantare una volta e raccogliere per anni:

1. Asparagi

La pianta è originaria della regione mediterranea, ma ora viene coltivata commercialmente in molti paesi del mondo.

La pianta appartiene alla famiglia delle Liliaceae e al genere Asparagus. L’asparago può crescere fino a 3 metri di altezza, ma è più comunemente raccolto all’altezza della vita. Ha un gambo carnoso con un grappolo di piccoli fiori bianchi e bacche viola-verdastre.

L’asparago è una delle verdure più popolari in Europa e Nord America. Può essere consumato crudo o cotto e ha un sapore distinto che alcune persone trovano sgradevole mentre altri lo adorano.

2. Rabarbaro

Il rabarbaro è una pianta che cresce nel terreno. È un ortaggio comunemente usato per fare torte.

La pianta del rabarbaro può crescere ovunque da uno a cinque piedi di altezza e fino a tre piedi di larghezza. Le foglie sono grandi e di forma circolare con bordi seghettati e di colore verde intenso. Il gambo è tondo, spesso e di colore rosso. Le piante di rabarbaro hanno grandi foglie verdi con bordi seghettati che possono crescere fino a tre piedi di larghezza e da uno a cinque piedi di altezza. Il gambo della pianta è di colore rossastro, rotondo, spesso e succoso se consumato crudo.

3. Carciofo di Gerusalemme

Il topinambur è un tipo di tubero imparentato con il girasole e viene coltivato da secoli in Nord America.

Il topinambur è un tipo di tubero imparentato con il girasole e viene coltivato da secoli in Nord America. La pianta è originaria del Nord America, dove è stata coltivata per la prima volta dai nativi americani. Fu introdotto in Europa nel XVII secolo, ma divenne popolare come coltura commestibile solo alla fine del XIX secolo.

La pianta del topinambur è una pianta perenne con fiori viola che fiorisce dalla fine dell’estate fino al gelo. I tuberi possono essere consumati crudi o cotti dopo essere stati sbucciati, affettati o grattugiati in qualsiasi piatto.

4. Erba cipollina all’aglio

L’erba cipollina all’aglio è un’erba popolare che viene utilizzata in molti piatti. Può essere consumato crudo o cotto. Il sapore dell’erba cipollina all’aglio è simile a quello dell’aglio, ma è più delicato e meno piccante.

L’erba cipollina all’aglio è stata utilizzata per scopi medicinali e culinari per secoli. Nella medicina tradizionale cinese, l’erba veniva usata per trattare una varietà di disturbi tra cui mal di stomaco, indigestione e congestione.

Nella medicina occidentale, l’erba ha proprietà antibiotiche che la rendono utile nel trattamento di infezioni batteriche come l’acne o la bronchite.

5. Porri selvatici

Le piante di porro sono piante perenni che crescono allo stato selvatico e prosperano nei climi temperati. Sono spesso visti come erbacce perché crescono in una varietà di habitat e possono essere invasivi.

Esistono due tipi di porri: quelli che hanno una base bianca e quelli che hanno una base viola. I porri a base bianca sono più comuni di quelli a base viola, ma entrambi i tipi possono essere utilizzati in cucina.

6. Rafano

Il rafano è una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae. È originario dell’Europa e dell’Asia, ma si può trovare anche in altre regioni del mondo.

È una pianta rustica che può crescere fino a 2,5 metri di altezza e ha foglie lunghe e sottili. La radice della pianta di rafano viene utilizzata come spezia e condimento per piatti come arrosto di manzo, piatti di pesce, hamburger e panini. Le radici vengono grattugiate o macinate in una pasta prima di essere mescolate con aceto, acqua o altri liquidi per fare salse come wasabi o salsa di senape.

7. Radice di levistico

La radice di levistico è una pianta perenne della famiglia delle carote. Può crescere fino a tre piedi di altezza e ha una radice spessa e carnosa che può essere consumata cruda o cotta.

La radice di levistico viene utilizzata per molti scopi diversi, tra cui aromatizzare cibi e bevande, oltre ad essere usata in medicina. Viene anche utilizzato per produrre la Lovage Root Beer, popolare nel 19° secolo.

8. Acetosa

L’acetosa è una pianta perenne chiamata anche “erba acida” o “erba acida”. È un’erba comune in Nord America, Europa e Asia.

Le foglie sono usate come erba nelle insalate e nelle zuppe. Le radici possono essere bollite per fare un tè.

9. Rafano

Il rafano è una verdura perenne coltivata in climi temperati. Viene anche chiamato “rafano bianco” o “rafano ungherese”. Questa pianta ha un sapore piccante, che la rende un condimento popolare.

In passato, le persone coltivavano questa pianta per scopi medicinali. Tuttavia, ora viene utilizzato principalmente come condimento e per preparare salse.

10. Cavolo

Il cavolo è un ortaggio a foglia verde appartenente alla specie Brassica oleracea.

Il cavolo è un ortaggio a foglia verde appartenente alla specie Brassica oleracea. Il cavolo appartiene alla stessa famiglia di cavoli, broccoli, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles. Esiste da oltre 2000 anni e si ritiene abbia avuto origine nell’antica Roma. Il cavolo riccio era originariamente coltivato nei paesi del Mediterraneo, ma negli ultimi decenni è diventato popolare in Nord America e in Europa.

Il cavolo è disponibile tutto l’anno con l’alta stagione da novembre a marzo. Può essere trovato nella maggior parte dei negozi di alimentari fresco o congelato con la sua alta stagione da novembre a marzo.

Conclusione:

Le verdure perenni sono un’ottima alternativa alle verdure annuali perché producono più cibo e non hanno bisogno di essere ripiantate ogni anno.