Press ESC to close

Le orchidee fioriranno tutto l’anno se le innaffi con questo prodotto naturale

Le orchidee sono piante da fiore perenni con fogliame sempreverde. Alcune varietà, come l’orchidea phalaenopsis, sono facili da coltivare in casa. Possono quindi illuminare la tua casa con i loro colori vivaci e vari. Ma per ottenere una fioritura spettacolare, è importante concimare la tua orchidea. Scopri questi 4 fertilizzanti infallibili per far rifiorire le tue orchidee tutto l’anno.

I fertilizzanti fanno bene alle piante. Forniscono loro sostanze nutritive per favorirne la crescita, ma anche la fioritura o la fruttificazione. Per fertilizzare le tue orchidee e ottenere una bella fioritura tutto l’anno, puoi utilizzare questi 4 fertilizzanti naturali.

Quali sono i 4 fertilizzanti infallibili per far fiorire le orchidee tutto l’anno?

Ecco 4 fertilizzanti naturali per favorire la fioritura delle tue orchidee e goderti i loro bellissimi fiori durante tutto l’anno.

1. Gusci d’uovo per fertilizzare le orchidee

I gusci d’uovo  sono benefici per le piante . Ricche di potassio e calcio,  fungono da fertilizzante naturale. Per favorire la fioritura delle tue orchidee, schiaccia i gusci delle uova con un pestello e un mortaio e mettili in una casseruola con acqua. Portare la miscela a ebollizione, quindi togliere la pentola dal fuoco  e lasciarla in infusione per 8 ore.  Filtrate la vostra preparazione e conservate la soluzione ottenuta in frigorifero. Usa questa infusione di gusci d’uovo per innaffiare le tue orchidee.

Puoi anche schiacciare i gusci d’uovo e spargerli sul terriccio della tua pianta in fiore.

Orchidee Phalaenopsis

2. Acqua di cottura del riso come fertilizzante per orchidee

L’acqua di cottura di alcuni cibi, come il riso, è molto efficace nella concimazione delle orchidee,  purché quest’acqua non sia salata.  Dopo aver cotto il riso, raccogliete l’acqua di cottura e lasciatela raffreddare,  prima di utilizzarla per annaffiare le vostre orchidee.

Oltre al riso potete utilizzare anche l’acqua di cottura delle patate. Questo tubero può fornire alle tue piante potassio, ma anche un po’ di fosforo. Per farlo vi basterà conservare l’acqua di cottura delle patate e utilizzarla per annaffiare le vostre orchidee quando si sarà raffreddata. Puoi anche cuocere piccoli pezzi di patate con la buccia e  poi aggiungerli direttamente al vaso delle piante. 

3. Latte di mucca per fertilizzare le orchidee

Il latte vaccino è ricco di calcio e proteine ​​azotate utili  per la buona crescita delle orchidee.  Il latte ha anche proprietà antimicotiche e può essere utilizzato  per prevenire le malattie crittogamiche  che possono  colpire le tue piante come l’oidio.  Per fertilizzare le tue orchidee, aggiungi un po’ d’acqua al cartone del latte usato, se c’è ancora un fondo di latte, quindi innaffia le tue piante. Tuttavia, fai attenzione  a non usare troppo latte vaccino,  in quanto ciò può portare a cattivi odori e rallentare la crescita delle tue piante.  In nessun caso dovrebbe sostituire l’irrigazione con acqua. Preferisci anche il latte scremato o parzialmente scremato, piuttosto che il latte intero.

Suggerimento:  per combattere le malattie fungine delle piante, diluire 1 parte di latte in 4 parti di acqua e innaffiare le piante con questa soluzione una volta ogni 2 o 4 settimane.

orchidee

4. Tè verde come fertilizzante per orchidee

Il tè verde è molto utile per le piante. Grazie al suo contenuto di azoto, può essere utilizzato per concimare naturalmente le orchidee e favorirne la fioritura. Per farlo vi basterà aprire una bustina di tè verde  e spargerne il contenuto sul terreno della vostra pianta. Questo trucco può essere utilizzato una volta al mese, durante la primavera, ma anche in estate.

Oltre a questi fertilizzanti esistono altri fertilizzanti naturali come il sale Epsom ricco di magnesio, le bucce di banana ricche di potassio e azoto o anche i fondi di caffè che sono un fertilizzante essenziale per  tutte le piante.

Questi 4 fertilizzanti naturali ti permetteranno di concimare le tue orchidee, in modo da favorirne una buona crescita e stimolarne la fioritura durante tutto l’anno.