Parcheggiare o trovare un parcheggio è diventato un vero e proprio percorso ad ostacoli in alcune città. Non è raro, infatti, passare ore alla ricerca di un posto libero dove parcheggiare il proprio veicolo. Tuttavia e in caso di emergenza, alcuni automobilisti non esitano a parcheggiare in doppia fila senza pensare veramente alle conseguenze. Cosa rischiano in questo caso? Spiegazione.

La doppia sosta non solo intralcia la circolazione stradale ma espone anche l’automobilista a pesanti sanzioni.

A quali sanzioni ti esponi parcheggiando il tuo veicolo in doppia fila?

Indubbiamente l’auto è il mezzo di trasporto più utilizzato per spostarsi quotidianamente. Pertanto, ogni automobilista deve adottare  un comportamento irreprensibile  in termini di guida. Tuttavia, non è raro che alcuni automobilisti abbiano poco tempo e infrangano le regole, incluso il parcheggio in doppia fila, per una serie di motivi. Così facendo  ostacolano  la circolazione stradale . Una pratica non priva di conseguenze, poiché espone il reo ad alcune sanzioni di cui potrebbe benissimo fare a meno.

Parcheggi in doppia fila: sanzioni

Generalmente quando si parla di doppia sosta ci si riferisce ad  un veicolo parcheggiato  all’esterno di uno spazio riservato al parcheggio, poiché quest’ultimo è già occupato da un’altra auto .

In effetti, alcuni automobilisti non esitano a parcheggiare in doppia fila, quando desiderano effettuare brevi soste. Quando altri preferiscono questa pratica quando non riescono più a trovare un posto disponibile per parcheggiare. Ben consapevoli che questa manovra ostacola volutamente il traffico, si lasciano segnalare la presenza del proprio veicolo utilizzando le luci di emergenza. È chiaro che alla fine questo non cambia la situazione. Per una buona ragione,  il parcheggio in doppia fila è considerato un parcheggio scomodo, ai sensi dell’articolo R417-10 del codice della strada , come riportato dal sito  legifrance.gouv.fr

In questo caso, l’eventuale sosta degli automobilisti in doppia fila, considerata sosta fastidiosa, è passibile di sanzioni, tra cui:  una multa forfettaria di 35 euro, aumentata a 75 euro,  in caso di superamento del termine di pagamento. Ma non è tutto! L’autore del reato rischia anche l’immobilizzazione e il sequestro del suo veicolo, in caso di assenza o rifiuto di spostare il veicolo, come riportato dal sito  service-public.fr . Inoltre, quando si verifica il doppio parcheggio. Il parcheggio è descritto come molto scomodo. È passibile di una multa di classe 4 di 135 euro.

Sequestro del veicolo

Quali altre fermate sono considerate parcheggi scomodi?

Oltre al parcheggio in doppia fila,  altre fermate sono considerate parcheggi scomodi  :

  • Sugli spazi riservati  ai servizi pubblici , taxi, veicoli per le consegne e trasporto passeggeri;
  • Su piste ciclabili, confini, aree di incontro e greenways compresi;
  • Sulle corsie riservate ai pedoni;
  • Sulle spalle, salvo in caso di estrema necessità;
  • Sugli spazi che impediscono a un altro conducente di entrare o uscire da un parcheggio;
  • In luoghi che danno accesso a idranti, stazioni di ricarica per veicoli elettrici e strutture sotterranee;
  • Su qualsiasi strada pubblica designata dall’ordine della polizia municipale;
  • Tra il bordo della carreggiata e una linea continua, costringendo così altri utenti della strada ad attraversare la linea;
  • In luoghi che impediscono agli utenti della strada di distinguere e vedere semafori e segnali.
Veicolo parcheggiato su una pista ciclabile

Come puoi vedere, il parcheggio in doppia fila è sconsigliato anche in caso di estrema emergenza. In questo modo eviterai qualsiasi rischio di multa e immobilizzazione del tuo veicolo.