Press ESC to close

Padella bruciata: 4 consigli per pulirla

Quando il cibo brucia, la padella e la pentola rappresentano una vera sfida per la pulizia. Anche se esistono diversi prodotti per la pulizia degli utensili da cucina, ti suggeriamo di considerare soluzioni semplici ed economiche basate su prodotti che probabilmente hai già in casa.

Di fronte allo spettacolo del cibo bruciato e saldamente incrostato sul fondo della pentola o della padella, ti fermi un attimo e sospiri perché sai cosa ti aspetta. Non importa, ti sveliamo un modo straordinario per rimuovere questi depositi bruciati e ripristinare la pulizia della tua pentola.

Fondo della pentola bruciato

Cosa fare se il fondo della pentola o della padella brucia?

Non è raro distrarsi e dimenticare di spegnere il fuoco o ridurre l’intensità per poi ritrovarsi a combattere il grasso bruciato sul fondo di pentole, padelle e pentole. Se stai pensando di rinunciare al tuo utensile, niente panico! C’è una soluzione che dovrebbe incoraggiarti a salvarlo. Grazie ad un ingrediente molto semplice, potrete eliminare il materiale bruciato sul fondo della pentola e ridarle così lucentezza senza danneggiarla.

Acido citrico

L’acido citrico è comune come detergente per le superfici del bagno o dei sanitari, ma non solo. Nel caso che ci interessa, è molto efficace contro i residui bruciati che si depositano sul fondo di alcuni utensili da cucina. E questo è ancora più vero se lo unite al sale.

Per prima cosa versate dell’acqua pulita nel contenitore incrostato e poi fatela bollire. Versare nell’acqua un cucchiaio di sale grosso e un altro di acido citrico quindi mescolare gli ingredienti per aiutarli a sciogliersi. Quando notate i primi segni di ebollizione, aspettate 5 minuti prima di togliere la pentola dal fuoco.

Acqua bollente nella pentola

Lascia riposare l’acqua bollente per un’ora per far agire il prodotto, quindi svuota la pentola. Successivamente, risciacquatelo mettendolo sotto un getto di acqua fredda e utilizzando una spugna imbevuta di detersivo per piatti per rimuovere eventuali residui di sgrassatore. Non ci vorrà molto per riscoprire una pentola come nuova e per di più piacevolmente profumata.

Strumenti di cucina

aceto bianco

Riscalda la pentola sul fornello e, una volta abbastanza calda, aggiungi con attenzione l’acqua dell’aceto proteggendo gli occhi. Aspettatevi una reazione scoppiettante che scioglierà e ammorbidirà le incrostazioni quindi prendete un cucchiaio di legno per raschiare via le zone bruciate.

Pastiglia per lavastoviglie

Pastiglia per lavastoviglie

Come ormai sappiamo, le pastiglie per lavastoviglie non servono solo per pulire gli utensili da cucina . E questo grazie alla loro capacità di disgregare le macchie ostinate sul fondo della pentola. Per sfruttare l’effetto strofinante, versare l’acqua nel contenitore bruciato quindi aggiungere la pastiglia. Fate bollire l’acqua e fate cuocere a fuoco basso per 10 minuti. Questo dovrebbe essere sufficiente per sciogliere gradualmente lo sporco.

Acqua ossigenata

Il perossido di idrogeno ha capacità detergenti in grado di rimuovere macchie ostinate, odori e batteri. Nel caso di una pentola bruciata, l’acqua ossigenata è tanto più efficace in quanto può rimuovere macchie organiche come quelle del cibo bruciato. Per utilizzare questo smacchiatore potete decuplicare il suo effetto mescolandolo con bicarbonato di sodio che ha capacità abrasiva e deodorante. Otterrete una pasta che poi strofinerete contro le incrostazioni utilizzando una spugna pulita e ruvida. Tutto quello che devi fare è lasciare agire il prodotto per qualche minuto prima di strofinare nuovamente e risciacquare con acqua pulita. Il tuo piatto dovrebbe brillare di nuovo.