Press ESC to close

Perché devi mettere una bustina di tè in un lavandino pieno di piatti?

Spesso tendiamo a bere il nostro tè e a gettare il sacchetto nella spazzatura. Si tratta però di un errore poiché quest’ultimo può permettervi di beneficiare di vantaggi inarrestabili. Tra questi, quello di pulire i piatti sporchi. Una cosa è certa: inviterai presto le bustine di tè nella tua routine quotidiana!

Dopo aver consumato il nostro tè, potremmo avere il riflesso di gettare il sacchetto direttamente nella spazzatura. Tuttavia, mantenerlo ti aiuterà in molte attività domestiche quotidiane.

Potrebbe sembrare strano, ma in realtà è un trucco davvero sorprendente. Se fino ad ora nessuno ti ha mai detto di mettere una bustina di tè nel lavandino con i  piatti sporchi  o se semplicemente non ci hai mai provato… Beh, dovresti perché i risultati sono sorprendenti.

Il tè ti aiuterà!

Un bicchiere di tè caldo

La maggior parte di noi butta via le bustine di tè usate. Le persone che non hanno la lavastoviglie apprezzeranno particolarmente questo suggerimento. Il tè è ottimo per combattere il grasso, quindi alcune bustine di tè tornano utili quando si cerca di pulire i piatti sporchi. Il tè dissolve le macchie d’olio, rendendo molto più semplice la pulizia di pentole e padelle.

Usa la bustina di tè usata per rimuovere il grasso dai piatti sporchi

Un lavandino pieno di piatti

La prossima volta che finisci di preparare il tè, non buttare via subito la bustina di tè. Se hai qualcosa nel lavandino, come la ciotola appiccicosa di farina d’avena del mattino o una pentola difficile da pulire della cena, immergi la bustina di tè direttamente nell’acqua calda. Lasciare in ammollo per un po’. Il tè dovrebbe aiutare a sciogliere lo sporco indurito, così puoi pulire facilmente al mattino strofinando poco o niente e usando meno detersivo per i piatti.

Il lato pratico del  consiglio  è che puoi applicarlo a tutto ciò che ha bisogno di un po’ di cure amorevoli quando hai una bustina di tè usata a portata di mano. Premi delicatamente le posate sporche per sciogliere lo sporco oppure, se il lavandino è tutto pulito, dai un’occhiata al piatto girevole del microonde.

Fai solo attenzione a non premere troppo forte altrimenti strapperai la borsa.

Pulisci le finestre e i pavimenti in legno già che ci sei

Pulisci il pavimento

Se hai bustine di tè extra usate e i piatti sono pronti, potresti anche farne buon uso, giusto? Questi tannini magici presenti nel tè possono pulire le finestre sporche come puliscono i piatti sporchi. Basta strofinare una bustina di tè umida su una finestra, uno specchio o un paio di occhiali che necessitano di pulizia e pulire con un panno o un tovagliolo di carta.

Il tè nero può anche essere un ottimo modo per pulire i pavimenti in legno. Invece, fai bollire una pentola d’acqua e aggiungi cinque o sei bustine di tè. Attendi 10 minuti, aggiungi l’infuso nel secchio per la pulizia e lava il pavimento. La miscela di tè e acqua rimuove qualsiasi accumulo di sporco sui  pavimenti .

Una breve storia del tè in Occidente

Il tè fu introdotto in Europa nel 1600 ed era un lusso apprezzato dalle élite. Una casa che serviva adeguatamente il tè era considerata la massima raffinatezza e i ritratti spesso raffiguravano famiglie benestanti che si godevano la bevanda. Il commercio del tè era dominio degli olandesi finché la famiglia reale britannica non entrò in azione con l’avvento della Compagnia delle Indie Orientali, il cui commercio principale era il tè.