Press ESC to close

Perché devi versare il bicarbonato di sodio nel bollitore?

Con l’uso il calcare si incrosta nel bollitore e forma residui di sostanza bianca. Inoltre, che si tratti di acciaio inox o di plastica, è necessario pulirlo regolarmente per decalcificarlo: non solo per evitare che si deteriori troppo velocemente, ma soprattutto per evitare che rovini le vostre bevande calde. Così come la caffettiera, poiché la usiamo quasi ogni giorno, la manutenzione del bollitore è essenziale. Ecco alcuni consigli efficaci per rimuovere il calcare.

Secondo Hague Quality Water, uno dei produttori di materiali per il trattamento dell’acqua più famosi al mondo, il calcare che si forma nel bollitore è causato dai minerali (calcio e magnesio) che si trovano nell’acqua dura. Inoltre, con il tempo e l’usura, il calcare finisce per accumularsi, lasciando antiestetici segni nel bollitore. Non si tratta di cambiarlo però! Basta prendersene cura adeguatamente utilizzando i giusti rimedi. Non è necessario pensare a spendere troppo o optare per prodotti che spesso sono dannosi per l’ambiente. Ci sono alcuni ingredienti naturali che funzioneranno perfettamente.

Calcare sul fondo di un bollitore – provenienza: spm

Come rimuovere i depositi di calcare dal bollitore? Ecco 3 metodi semplici e naturali

Non c’è bisogno di guardare troppo lontano, probabilmente hai già la soluzione nella tua dispensa. Alcuni ingredienti naturali ed ecologici come il limone, il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco sono ottime alternative ai prodotti chimici. Sono rinomati per le loro prestazioni di pulizia, rimozione delle macchie e disinfezione. In più rimuovono efficacemente i residui di calcare e tartaro. Ciliegina sulla torta: questi rimedi della nonna eliminano anche i cattivi odori. Il tuo bollitore pulito, brillante e deodorato!

1. Come decalcificare un bollitore con il limone?

  • Mescola circa 30 ml di succo di limone con 500 ml di acqua, quindi versa il composto nel bollitore.
  • Lasciare agire la soluzione per un’ora prima di portare a ebollizione il bollitore. Versare nel lavandino.
  • Quindi sciacquare accuratamente il bollitore e versare un po’ d’acqua per farla bollire nuovamente.
  • Fai un altro risciacquo per dissipare l’odore di limone.

2. Come decalcificare un bollitore con bicarbonato di sodio?

  • Riempi il bollitore con acqua e mescola con un cucchiaino di bicarbonato di sodio.
  • Lasciare agire per una ventina di minuti prima di portare a ebollizione il bollitore.
  • Lasciare poi in ammollo per altri 20 minuti.
  • Versare la soluzione nel lavandino e risciacquare abbondantemente con acqua fredda.

3. Come decalcificare un bollitore con l’aceto?

  • Per prima cosa riempi il bollitore con una miscela di acqua e aceto bianco (in parti uguali).
  • Lasciare in ammollo per un’ora.
  • Quindi fai bollire il bollitore.
  • Quindi toglietelo dal fuoco e lasciatelo riposare per altri 15-20 minuti.
  • Versare nel lavandino e sciacquare accuratamente il bollitore.

Perché c’è del calcare nel bollitore?

Quando l’acqua viene riscaldata, i minerali in essa contenuti (come ioni calcio e bicarbonato) si combinano e formano depositi di calcare. Quest’ultimo, che si presenta sotto forma di uno strato biancastro, non è altro che il risultato di una reazione tra questi composti che precipitano sotto l’effetto del calore.

Il calcare è pericoloso per la salute?

Secondo la qualità dell’acqua dell’Aia, il calcare di per sé non è un male. Anche le acque minerali lo contengono. L’acqua dura quindi non è dannosa per la salute, poiché contiene calcio e magnesio, due minerali essenziali per l’organismo. Tuttavia, un’acqua troppo ricca di calcare può causare altri problemi quotidiani: seccare la pelle e i capelli, incrostare gli elettrodomestici, danneggiare gli indumenti, danneggiare le piante, intasare i tubi, ecc. Per questo spesso è consigliabile filtrare l’acqua. acqua dura per evitare tutti questi inconvenienti.

Alcuni specialisti sostengono che i calcoli renali si verificano quando nel corpo si accumulano sostanze come calcio e ammoniaca. Tuttavia, nessuna ricerca ha stabilito un reale legame tra il consumo di acqua dura e un aumento del rischio di calcoli renali.

Bollitore elettrico – fonte: spm

Possiamo prevenire la comparsa del calcare nel bollitore?

Un recente video condiviso su YouTube ha rivelato un suggerimento per prevenire la formazione di calcare. Questo non ha funzionato per tutti, ma potrebbe valere la pena provarlo. Pertanto,  per evitare la formazione di depositi di calcare, è necessario svuotare il bollitore  non appena terminata l’ebollizione dell’acqua, e soprattutto lasciarlo aperto per aerare.

Una cosa è certa: col tempo, il calcare e le incrostazioni finiscono sempre per depositarsi permanentemente nel tuo bollitore se non ne fai la manutenzione regolarmente.

Qualunque cosa accada, per facilitare questa disincrostazione, le soluzioni proposte in questo articolo si rivelano molto efficaci. Puoi usarlo il più spesso possibile per eliminare tutti i residui di calcare in modo da mantenere il tuo bollitore sempre pulito e disinfettato. In più, questi sono prodotti naturali ed economici che spesso hai a casa.