Press ESC to close

Perché è fondamentale avere un riccio nel proprio giardino?

Tutti conoscono questo piccolo mammifero dall’aspetto caratteristico: sembra quasi un peluche, ma non lasciarti ingannare dal suo muso tenero, il riccio resta un animale selvatico ricoperto di spine che ti punge se ti avvicini troppo. . Tuttavia, è una specie protetta e i giardinieri la adorano. E per una buona ragione, poiché si nutre principalmente di insetti, lumache, chiocciole e altri vermi, è un ottimo alleato per combattere la piaga dei parassiti del giardino. Se hai un riccio in giro, non scacciarlo!

Riccio in giardino

Il riccio frequenta gli ambienti più diversi, ma è molto attaccato agli spazi rigogliosi dove può scavare, arrampicarsi e arrampicarsi. Devi sapere che è un animale molto solitario e non ama la compagnia, tranne che nel momento dell’accoppiamento. Solitamente è più probabile trovare un nido di riccio durante i periodi caldi, dalla primavera all’estate. Va in letargo per il resto dell’anno. È un animale notturno che caccia attivamente di notte e dorme tranquillamente nel suo nido durante il giorno. Molti non lo sanno, ma avere questi animaletti in giardino fa ben sperare. Per gli agricoltori i ricci sono molto preziosi, per questo spesso cercano di attirarli e di creare un ambiente il più vicino possibile al loro ambiente naturale. Scopri perché dovresti averne sempre uno!

Perché dovresti avere dei ricci in giardino?

Un riccio in giardino

Negli ultimi anni, nonostante siano molto utili per le colture agricole, i ricci sono diventati sempre più rari nei  giardini . Agricoltori e giardinieri cercano di sedurli il più possibile offrendo loro un ambiente favorevole in cui rifugiarsi e moltiplicarsi.

Perché il più grande vantaggio dei ricci è che si nutrono di insetti dannosi per le piante, ma anche di lumache o roditori. La loro presenza è quindi molto ambita in giardino.

Come attirarli?

Un bambino guarda un riccio

Attirare i ricci nel tuo giardino non è un compito facile. Questo animale non troverà riparo sotto una siepe chiusa, carica di umidità e situata in una zona molto frequentata. Ha bisogno di spazio e calma. Il luogo in cui può vivere il mammifero deve essere molto simile al suo ambiente naturale. Avere ampi spazi verdi è un vantaggio notevole. Ma attenzione, per la sua incolumità l’ambiente non deve contenere buche aperte e profonde, poiché potrebbe caderci dentro.

Non devono essere presenti barriere o parti taglienti in cui questi piccoli animali possano ferirsi. Va inoltre sottolineato che in giardino non si devono utilizzare prodotti fitosanitari, che possono essere pericolosi per la sopravvivenza dei  ricci . Allo stesso modo, cani e gatti possono rappresentare una minaccia per questi piccoli mammiferi. Altri predatori del riccio sono la volpe, la civetta, la civetta e il tasso.

Dal punto di vista nutrizionale, non bisogna mai dargli dolci, carboidrati, cibi fritti o conditi. Evitate anche il latte vaccino o quello di mandorla. Cosa mangia esattamente? Come abbiamo detto, il riccio è un insettivoro: può quindi nutrirsi di lumache, formiche, ragni lombrico, ecc. Tuttavia la sua dieta può variare e comprendere alcuni alimenti come uova, pollo crudo, prosciutto cotto, frutta fresca, bollita. carote o miele.

Consigli utili da ricordare

Giardino della casa

Quindi, per attirare i ricci, quando progetti il ​​cortile, pianta alcuni grandi alberi. Potete scegliere diversi tipi di arbusti, perché il riccio preferisce rifugiarsi in questi angoli piuttosto che negli spazi aperti. Ricordatevi di evitare pinete e luoghi eccessivamente umidi.

Il riccio cercherà il cibo tra le  foglie morte  degli alberi, sulle quali costruirà un nido. Ricorda che si sente al sicuro nei luoghi rigogliosi: se vuoi che rimanga nel tuo giardino il più a lungo possibile, assegnagli un angolo dove non ci siano piantagioni agricole. Infine, per la sua comodità, installa una grande ciotola d’acqua, perché questo piccolo animale selvatico ama nuotare.