La lavatrice merita un posto di rilievo in ogni casa. Giustamente, visto che è uno degli elettrodomestici che si usano frequentemente e che preserva il bucato di tutta la casa. Eppure, col tempo, a causa dell’usura e dei cattivi gesti, la lavatrice finisce per indebolirsi e non funzionare più altrettanto bene. È quindi importante prendersene cura correttamente e mantenerlo regolarmente. Ovviamente tutti gli accorgimenti sono buoni per preservarne la longevità e le potenzialità. Per questo la tecnica che vi proponiamo oggi vale davvero la deviazione. Sai perché sarebbe una buona idea mettere un sacchetto di plastica in lavatrice?

L’idea di integrare un sacchetto di plastica nella lavatrice ti può sembrare folle, ma in questo campo le nostre nonne erano un passo avanti a noi. E si scopre che per prolungare la vita del tuo dispositivo, questa tecnica si è ampiamente dimostrata valida. Ti diciamo di più.

Sacchetto di plastica

Cosa succede se metti un sacchetto di plastica nella lavatrice?

Indispensabile in ogni casa, la lavatrice va quindi curata al meglio per beneficiare delle sue competenze il più a lungo possibile. Come sapete, anche le macchine all’avanguardia non sono sempre in grado di evitare efficacemente alcuni parassiti come capelli, peli di animali o tutti i tipi di lanugine. Soprattutto quando si tratta di coperte e biancheria da letto su cui sono stati seduti i tuoi animali domestici.

Per risolvere questo problema, alcune persone acquistano speciali palline di lanugine per il lavaggio in lavatrice. Ma non sono sempre determinanti: essendo troppo piccoli perdono rapidamente la loro efficacia, si attaccano ai vestiti e non si muovono correttamente nel tamburo, la loro azione è prevalentemente locale.

Non scoraggiatevi, però, esiste un’altra soluzione, sicuramente insolita ma funzionale. Per sbarazzarsi di tutti quei capelli e lanugine per sempre, un sacchetto di plastica farà il trucco.

Come funziona il sacchetto di plastica in lavatrice?

Quindi, un semplice sacchetto di plastica ordinario aumenterà l’efficienza di lavaggio , prolungherà la vita della lavatrice e ti farà risparmiare denaro sul detersivo.

È stato dimostrato che durante il lavaggio si forma elettricità statica all’interno dell’apparecchio, a causa dell’attrito dei vestiti tra di loro e contro la superficie del cestello. Di conseguenza, il sacchetto di plastica attirerà tutti i capelli, la pelliccia di animali, la lanugine e altri detriti tessili.

Un altro vantaggio: permette di distribuire uniformemente il detersivo durante il lavaggio, il che ti impedirà di utilizzarne più del necessario.

Un consiglio: meglio non usare una borsa a fantasia, perché può sfregare e rovinare i tessuti. Preferisci sempre una borsa trasparente dal colore neutro.

NB : questo accorgimento aiuta anche a prolungare la vita dei filtri della tua lavatrice, in quanto anche i detriti di sporco si accumulano nel sacco.

macchia sui vestiti

Come rimuovere le macchie dalla biancheria per la casa?

Diamine, una macchia su una tovaglia, un asciugamano o un capo di abbigliamento! Con i nostri buoni consigli naturali, arrivi alla fine in un batter d’occhio.

Burro

Raschiare il tessuto per eliminare l’eccesso, senza stenderlo, con un coltello. Cospargere generosamente la macchia con la terra di Sommières. Lasciare per mezz’ora. Spazzola. Su tessuti naturali come cotone o seta, il succo di limone tiepido è molto efficace. Versarlo sulla macchia, strofinare leggermente, lavare come al solito, quindi risciacquare.

Cioccolato

Passare il tessuto sotto l’acqua fredda, quindi stenderlo e raschiare il cioccolato con la lama di un coltello. Immergi un panno pulito nell’alcol denaturato, quindi tampona delicatamente le tracce. Sciacquare abbondantemente con acqua molto fredda.

Candeggina

Versare immediatamente l’alcol denaturato sulla macchia. Questo trucco funziona solo se intervieni immediatamente. Ottime notizie, perché quanti vestiti colorati sono stati rovinati da una semplice proiezione di candeggina!

Cipria

Immergere un pezzo di cotone in alcool a 90°, quindi strofinare la parte macchiata con esso.

Pennarello

Metti dell’alcol a 90° su un pezzo di cotone, quindi tampona la macchia. Non accadrà dall’oggi al domani; dovrai ripetere l’operazione, facendo attenzione a non spargere l’inchiostro. Lo supererai con pazienza.

Caffè

Fai scorrere immediatamente l’acqua fredda sul tessuto mentre strofina. Se ne rimane, strofinare con un panno imbevuto di aceto bianco. Sciacquare con acqua fredda.

Muffe

Inumidisci un panno pulito, immergilo nel bicarbonato di sodio, quindi strofina le macchie. Ripetere se necessario. Quindi, immergi il capo nell’acqua dell’aceto (10 misurini di acqua per 1 misurino di aceto) per alcuni minuti, quindi mettilo in lavatrice.

Uovo

Eliminate l’eccedenza con la lama di un coltello, senza stenderla, quindi immergete la parte macchiata del capo in acqua fredda con il succo di un limone. Lasciare in posa dieci minuti, risciacquare.

Erba

Versa qualche goccia di aceto bianco direttamente sulla macchia d’erba e poi tampona con un panno pulito o un batuffolo di cotone. Lasciare agire per dieci minuti quindi lavare in lavatrice a seconda della natura del tessuto. L’alcol a 90° sarà efficace quanto l’aceto bianco, ma non sarà più efficace.

Rossetto

Sciogliere la sostanza grassa che compone il rossetto con due possibili soluzioni: utilizzare o acqua con aceto o latte detergente. Nel primo caso preparate una miscela di acqua e aceto bianco (50/50), imbevete un panno pulito e strofinate la macchia di rossetto fino a farla scomparire. Nel secondo caso massaggiare la macchia con latte detergente. Eliminare l’eccesso con la lama di un coltello, quindi cospargere la traccia di terra di Sommières; lasciare in posa dieci minuti, quindi spazzolare.

Sangue

Piuttosto corri al rubinetto dell’acqua fredda e strofina la macchia sotto l’acqua corrente. Non correre con l’acqua calda, cucinerebbe semplicemente il sangue, che macchierebbe le fibre. Se la macchia è vecchia, immergi un pezzo di cotone in aceto bianco puro, quindi tampona la macchia senza sosta. Hai finito l’aceto bianco? Sciogliere due compresse di aspirina effervescente in mezzo bicchiere d’acqua, immergervi un pezzo di cotone, strizzare un po’ e strofinare.

Vino rosso

Lavare il tessuto il prima possibile in acqua fredda. Ancora una volta, niente acqua calda! Se non puoi scivolare via per riparare il danno, agisci dopo, asciuga: prima di mettere il capo in lavatrice strofina la macchia di vino con un pezzo di sapone di Marsiglia secco.