Press ESC to close

Perché non mette uno strofinaccio sulla porta del forno?

In cucina, gli strofinacci sono dei veri e propri supereroi della pulizia! Pronti a salvare il nostro piano di lavoro e le stoviglie da ogni tipo di sporco. Ma siamo onesti cari lettori, dopo una buona giornata di utilizzo, sembrano più la tela di un maestro moderno che stoffe degne di questo nome… E la ciliegina sulla torta, diciamocelo, molti di noi istintivamente li appendono alla porta del forno dopo l’uso! Se pensate che sia un gesto banale, non lo è…

Detto questo, non parliamo nemmeno dello sporco e dei detriti che questi poveri strofinacci raccolgono in cucina e che li trasformano in veri e propri nidi di batteri pieni di germi e microbi di ogni tipo! Per questo motivo, bisogna avere cura di metterli in un luogo isolato che non sia certo la porta del forno. Decrittazione!

Perché dovresti evitare di mettere gli strofinacci sulla porta del forno?

Strofinaccio appeso alla porta del forno

Quando sei nel bel mezzo di una cottura di fretta, con le mani bagnate e il tempo che sta per scadere, è del tutto normale che tu non presti attenzione a dove riponi gli strofinacci da cucina. Di conseguenza, li appendi alla porta del forno. Questoatto impulsivo è tutt’altro che igienico e potrebbe avere conseguenze negative per la tua salute e quella della tua famiglia. Infatti, una  volta appesi alla porta del forno o del frigorifero , finiscono per contaminare queste superfici.

Inoltre, nella foga del momento in cucina, tutti tendiamo a toccare la porta del forno con le mani pulite per recuperare un piatto, monitorarne la cottura o addirittura assaggiarlo direttamente con le dita. Da quel momento in poi, non c’è più alcun riflesso che ci ricordi i batteri rimasti su questo famoso bar… Fa riflettere.

Qual è il posto migliore per riporre gli strofinacci da cucina?

Strofinacci appesi al muro

Se non è la porta del forno o la porta del frigorifero, dove devono essere riposti gli strofinacci da cucina? La risposta è semplice: appendili su un porta strofinaccio attaccato a una parete che non sia umida e non vicino al lavandino.

Innanzitutto, è perché abbiano un posto specifico come tutti gli altri utensili da cucina, poi perché non contaminino le superfici che entrano in contatto con il cibo e infine perché non sfiorano la fiamma del forno… Vi risparmiamo i dettagli di quest’ultimo punto…

Come si puliscono gli strofinacci da cucina nel microonde?

Gli strofinacci sono elementi essenziali per la cucina solo se sono puliti! E per mantenere, non c’è  niente di meglio dell’alta temperatura del microonde che sarà in grado di sterilizzarli e disinfettarli dai germi e dai batteri che ospitano. In effetti, lavarli con il resto dei tuoi vestiti in lavatrice è una pessima idea, semplicemente perché i germi finiranno per diffondersi sui tessuti che entrano in contatto diretto con il tuo corpo e saranno felici di moltiplicarsi in un ambiente così umido!

Tuttavia, per un risultato di pulizia ottimale, è sufficiente seguire questi passaggi:

  1. In una bacinella di acqua calda o tiepida, strofinare bene i panni sporchi con il detersivo abituale o anche con un detergente convenzionale prima di lasciare riposare il prodotto;
  2. Piegateli e metteteli in un sacchetto di plastica adatto al microonde;
  3. Mescola una parte di aceto bianco con due parti di acqua, quindi versa il composto nel sacchetto;
  4. Mettilo nel microonde per 2 minuti;
  5. Lascia raffreddare gli strofinacci prima di recuperarli con le pinze. Congratulazioni, missione compiuta!

Come si lava un nuovo strofinaccio da cucina?

Strofinaccio da cucina

I nuovi strofinacci   sono solitamente ruvidi al tatto, ma puoi facilmente ammorbidirli prima del primo utilizzo. Ecco come farlo:

  1. Metteteli in ammollo per qualche ora in acqua fredda per rilassarli.
  2. Quindi metterli in lavatrice ed eseguire un rapido lavaggio a freddo (30°C) senza strofinarli o strizzarli.
  3. E infine, lasciali asciugare all’aria in modo naturale e voilà!

Cucinare è un’arte, l’igiene è una disciplina…