Press ESC to close

Perché non versare acqua sulla padella dopo la cottura?

Dopo la cottura, per facilitare la pulizia, quasi tutti noi abbiamo l’abitudine di versare automaticamente sulla pentola sporca acqua fredda con un po’ di detersivo per piatti. Anche il metodo si è dimostrato valido, poiché i residui di cibo non si seccano e basta passare una spugna per disinfettare e far brillare l’utensile. Solo che questa abitudine non è così saggia come sembra. Spieghiamo perché.

Sebbene possa sembrarti robusta, non solo una padella può danneggiarsi se la sua superficie di cottura viene bruciata, ma un uso improprio può anche rovinare il suo rivestimento antiaderente, tra le altre cose. Se non lo mantieni adeguatamente, rischi di deteriorarlo prima del tempo. Naturalmente, dopo aver cucinato, molte persone sono riluttanti a lavare e sgrassare questo utensile, soprattutto quando sono presenti zone bruciate. Questo compito può trasformarsi rapidamente in un vero e proprio lavoro di routine. Ma forse non stai utilizzando il metodo ideale? Scopri perché non dovresti più versare acqua fredda dopo aver cucinato e come pulire efficacemente i piatti sporchi.

Versi l’acqua sulla padella sporca dopo la cottura? Evita di farlo in futuro!

Una padella sporca dopo la cottura

Cosa c’è di sbagliato nel versare acqua su pentole o padelle sporche dopo la cottura? Tuttavia, questo sembra essere il modo migliore per pulire i contenitori più rapidamente. Ebbene, sappi che questa abitudine che ti semplifica la vita può fare anche molti danni. Capirai perché.

Non è tanto versarvi sopra dell’acqua  o lavare immediatamente l’utensile a causare il problema. Allo stesso modo non lo è nemmeno l’accumulo di germi e microbi che crescono in un contenitore di acqua calda insieme a residui di cibo. C’è un altro motivo per cui non dovresti farlo.

Una pentola piena di acqua fredda è esposta a un improvviso sbalzo di temperatura. Tale shock termico può danneggiare la superficie. Hai notato che le tue vecchie pentole sembrano deformarsi sul fornello e non riescono a rimanere completamente piatte su di esso? Il motivo probabilmente deriva dall’abitudine di versare acqua fredda subito dopo aver terminato la cottura.

Dovresti sapere che i metalli si espandono leggermente quando vengono riscaldati, per poi tornare gradualmente alla loro forma originale. Questo processo non dovrebbe essere interrotto da un raffreddamento rapido. A causa della temperatura molto elevata durante la cottura dei cibi, questo problema riguarda soprattutto pentole, padelle e altre padelle.

Le pentole  calde non devono essere  raffreddate rapidamente con acqua fredda. La superficie può quindi deformarsi e iniziare a rompersi nel tempo. Il fondo diventerà irregolare e oscillerà sul piano cottura invece di restare piatto.

E le conseguenze non sono trascurabili: il cibo potrebbe scaldarsi molto più del previsto, le bruciature potrebbero moltiplicarsi nel contenitore e la cottura potrebbe risultare insufficiente.

Come pulire efficacemente i piatti sporchi?

Lavare i piatti sporchi

Pulire i bicchieri   da tè  e da succo o anche lavare i piattini dove metti il ​​panino non è poi così difficile. Di solito è veloce. Diventa un po’ più complicato con posate e piatti ben macchiati dopo cena. Ovviamente, la vera piaga è quella maledetta padella su cui hai fritto il cibo. Come regola generale, i contenitori unti che contengono una quantità massima di residui di cibo appiccicosi sono spesso i più difficili da pulire.

Certo, l’ammollo e il lavaggio intenso sono efficaci ma richiedono troppo tempo. Come rendere il compito più semplice e meno restrittivo? Basta usare i fondi di caffè. Molti non lo sanno, ma è un ottimo sgrassatore: è perfettamente possibile usarlo come detergente naturale per rimuovere il grasso ostinato dai piatti. E questo grazie al suo leggero potere abrasivo che permette di rimuovere efficacemente le macchie di cottura più ostinate. I grani agiranno come piccole spazzole e faciliteranno la rimozione del grasso superficiale.

Come procedere?

Mescolare 2 o 3 cucchiai di fondi di caffè in una tazza di acqua tiepida fino ad ottenere una consistenza liquida e aggiungere un po’ di detersivo per piatti. Strofinare con una spazzola morbida. Con questa miscela potrai pulire in modo rapido ed efficace posate, piatti, pentole e padelle. Inoltre, i grani sono così morbidi e delicati che non danneggiano i piatti, a differenza di un panno affilato o di spazzole rigide.

Questo consiglio è molto utile anche per pulire delicatamente le piastre di cottura!