Press ESC to close

Perché potare i cespugli di rose a settembre e come farlo?

Il cespuglio di rose è un arbusto da fiore robusto e vigoroso. I suoi fiori dai colori diversi rallegrano i giardini, soprattutto in primavera. Ma in assenza di una manutenzione regolare, è facile ritrovarsi con un arbusto disordinato. Diventa allora necessaria la potatura. Scopri perché è necessario potare i cespugli di rose a settembre e come farlo correttamente.

La potatura è un passaggio importante per tutte le piante. Ciò ne favorisce la fioritura o la fruttificazione, inoltre aiuta a proteggerli dalle malattie e a renderli più vigorosi. Detto questo, per prenderti cura del tuo cespuglio di rose e ottenere una fioritura abbondante, considera di potarlo dall’inizio dell’autunno.

Perché potare i cespugli di rose a settembre e come farlo correttamente?

Cespuglio di rose

Per mantenere il tuo cespuglio di rose, favorirne la crescita sana e stimolarne la fioritura. È richiesta una taglia.

  • Perché potare il cespuglio di rose a settembre?

Con l’arrivo dell’autunno, cioè dal 23 settembre, i rosai necessitano di una potatura preparatoria, prima della potatura più severa della primavera. La potatura autunnale è considerata facoltativa ed è meno praticata, ma è comunque utile perché aiuta  a mantenere l’arbusto  e integra la potatura primaverile. La potatura autunnale, infatti, permette di pulire i cespugli di rose. Tuttavia, questo è sconsigliato nelle regioni con climi freddi per non rischiare di indebolirlo.

La potatura autunnale è vantaggiosa per molte varietà di cespugli di rose. Per quanto riguarda i rosai non rifiorenti, cioè che fioriscono una sola volta a stagione,  è consigliabile potarli dall’inizio dell’autunno,  oppure attendere la fine dell’inverno. Anche le rose rifiorenti che fioriscono più volte durante la stagione  necessitano di una potatura autunnale.  Questo aiuta a favorire  la formazione di nuovi rami  per prepararsi alla successiva fioritura.

  • Come potare correttamente il cespuglio di rose?

Potare il cespuglio di rose

Per potare con successo il cespuglio di rose in autunno, rimuovi il legno morto, i ramoscelli fragili e i rami vecchi dalla base utilizzando delle cesoie da potatura. Rimuovere anche i rami malati o marci. Se li tieni, il tuo arbusto potrebbe deteriorarsi in inverno e contaminare le piante vicine. Elimina anche le foglie morte alla base dei cespugli di rose  ed evita di aggiungerle al cumulo di compost.  Questi possono portare malattie che colpiscono i cespugli di rose e quindi aumentare il rischio di contaminazione.

Dopo questa pulizia, accorcia anche il tuo cespuglio di rose che consiste nel ridurre la lunghezza dei rami. Se vuoi conservarli, assicurati di tagliarli solo a metà.  Mantieni quelli più vigorosi  e potali obliquamente, 1 cm sopra una gemma che ti sembra rivolta all’esterno del ramo. Se poti troppo corto, rischi di rendere il tuo cespuglio di rose più vulnerabile al freddo e alle gelate invernali.  Anche i rami che ingombrano il cuore del tuo cespuglio di rose devono essere potati.

Quando si pota il cespuglio di rose, è anche importante  distinguere tra polloni e giovani germogli.  Un pollone è un ramo secondario che cresce sui rami principali del tuo arbusto o pianta. Il pollone non produce fiori né frutti e impoverisce la tua pianta perché ne assorbe la linfa. Si consiglia quindi di rimuovere questo ramo aereo  per favorire lo sviluppo e la fioritura del cespuglio di rose.  Puoi riconoscere un buongustaio dal suo fogliame. Le foglie hanno 7 lobi, invece di 5. I giovani germogli vanno però preservati,  perché daranno successivamente un ramo fiorito.

Questa potatura autunnale pulisce il tuo cespuglio di rose dai rami malati o vecchi che lo ingombrano e  incoraggia la fioritura del tuo arbusto.