Il balsamo d’api è un bellissimo fiore che non solo cresce bene nella maggior parte dei terreni, ma ha anche un dolce profumo. Spesso visto crescere nei giardini, la pianta può crescere fino a tre piedi di altezza e avere foglie che possono coprire un’area fino a cinque piedi quadrati. In questo articolo, scopri come coltivare e prenderti cura del balsamo d’api e alcuni dei suoi usi.

Cos’è il balsamo d’api?

Il balsamo d’api (Monarda didyma) è una pianta erbacea perenne della famiglia della menta. È originario del Nord America, Europa e Asia. Il balsamo d’api cresce fino a 2-3 piedi di altezza con foglie opposte e produce fiori profumati da 1 pollice a fine estate. I fiori vengono impollinati dalle api e il nettare viene utilizzato da colibrì e farfalle.

Il balsamo d’api può essere coltivato in pieno sole o in ombra parziale e funziona meglio in terreni umidi e ben drenati. Scava le radici in autunno per consentire alla pianta di senescere e svernare in una cornice fredda. In primavera, ripiantare in terreno fresco.

Il balsamo d’api è benefico per la pelle grazie al suo alto contenuto di monardin, che ha proprietà antibatteriche e astringenti. È stato dimostrato che l’olio essenziale del balsamo d’api aiuta a curare ferite, psoriasi, eczema e altre condizioni della pelle.

Come coltivare e prendersi cura del balsamo per api nel tuo giardino

Sappiamo tutti che il balsamo d’api è una pianta benefica che può essere utilizzata in vari modi, ma sapevi che anche coltivarlo è facile? Se vivi in ​​un clima caldo, il balsamo d’api crescerà facilmente dai semi in casa. Una volta piantato, dagli molta acqua e fertilizza con un fertilizzante bilanciato una o due volte all’anno. Se non sei sicuro della cura del balsamo d’api, dai un’occhiata alla nostra guida qui sotto!

Coltivazione da seme indoor

Il balsamo d’api è una delle piante più facili da coltivare dal seme. Metti semplicemente i semi in un mix di terriccio umido e conservali in un luogo caldo per circa 8 settimane. Puoi farlo anche in casa, ma assicurati di metterli in un luogo caldo durante i mesi invernali, quando non crescono attivamente. Non è raro che il balsamo d’api impieghi un po’ di tempo per germogliare, quindi non rinunciare a quei semi a metà! Quando sei pronto per piantarli, attendi che siano cresciuti di diversi centimetri prima di piantarli all’aperto nel tuo giardino.

Oltre a usarlo come pianta da bordura o tappezzante, il balsamo d’api può anche essere piantato come aggiunta commestibile al tuo orto. Sebbene non abbia molto sapore e consistenza, il balsamo d’api ha livelli molto bassi di acido ossalico, che lo rendono sicuro come aggiunta a insalate, pane e altri piatti. Mangialo fresco o asciugalo nel tè. Assicurati solo di rimuovere i semi prima di usarlo in qualsiasi piatto che verrà consumato crudo. Mentre il balsamo d’api è attualmente utilizzato nelle pratiche di medicina naturale in tutto il mondo, ci sono ancora alcune precauzioni che devono essere prese quando lo si utilizza in medicina. L’uso più comune di questa erba è per il sollievo artritico, ma tieni presente che mentre la pianta sembra funzionare su questa condizione in molte persone, non ci sono prove sufficienti dietro la sua efficacia perché la FDA lo approvi.

Benefici del balsamo d’api

Il balsamo d’api è un fiore meraviglioso da coltivare nel tuo giardino. Ecco cinque benefici del balsamo d’api che dovresti sapere:

1. Il balsamo d’api è un’ottima fonte di vitamina C. Questo nutriente aiuta a mantenere il corretto funzionamento del sistema immunitario e può aiutare a prevenire raffreddori e altre infezioni.

2. Il balsamo d’api ha proprietà antiossidanti che possono aiutare a proteggere il corpo dai danni causati dai radicali liberi.

3. Il balsamo d’api è una buona fonte di acidi grassi omega-3, che sono utili per mantenere la salute del cuore e prevenire condizioni come ictus e demenza.

4. Il balsamo per api può aiutare a migliorare gli sbalzi d’umore e i disturbi d’ansia. È stato dimostrato che l’olio essenziale contenuto nel balsamo d’api ha effetti antidepressivi.

5. Il balsamo d’api è un repellente naturale per insetti, il che significa che può aiutare a tenere lontani i parassiti dalle tue piante.

Conclusione

Congratulazioni per aver coltivato questo meraviglioso fiore! È importante prendersene cura per ottenere il massimo dalla sua stagione di fioritura.