Non hai spesso l’opportunità di ricaricare le batterie all’aria aperta? Un’alternativa a questo esiste: installare piante in casa. Oltre ad offrire un tocco lussureggiante alla tua vita quotidiana e ad arricchire la decorazione, le piante hanno il potere di rilassarti e calmarti. E, naturalmente, il balcone rimane l’ambiente ideale per accogliere fioriere e vasi di fiori profumati. Ma prima di realizzare questo piccolo angolo di verde, sappiate che questo ambiente non è favorevole a tutte le specie. Alcuni possono farti del male e persino infastidire i tuoi vicini. Quali piante sono da evitare in balcone e quali, al contrario, vi hanno un posto speciale? Ti diciamo tutto.

Quali piante non possono sopravvivere su un balcone?

Come puoi immaginare, esistono diverse specie di piante resistenti che si acclimatano perfettamente sul balcone, mentre altre rischiano di morire prematuramente se vengono coltivate lì. Non c’è mistero in questo: il contatto diretto con i raggi del sole può provocare un disseccamento irreparabile delle piante, senza nemmeno darvi il tempo di intervenire.

Camelia

In altre parole, se il balcone è esposto a sud, la luce eccessiva può causare molti danni, soprattutto a piante fragili come le camelie. Se hai qualche conoscenza di giardinaggio, probabilmente saprai che è fondamentale scegliere un luogo adatto e una posizione adeguata per le piante. Una regola d’oro? La luce solare non dovrebbe assolutamente essere diretta direttamente sul fogliame. Dovresti invece privilegiare una zona ombreggiata e ventilata. E a parte il sole, anche un ambiente particolarmente ventoso può danneggiare le piante delicate! Attenzione agli spifferi: se sono potenti e frequenti, ci saranno inevitabilmente delle ripercussioni sulla salute delle vostre piante. Come avrai capito, installare le piante sul balcone non è un compito facile, poiché sono tanti i parametri di cui tenere conto.

Orchidea

Se prendiamo  le orchidee , per esempio. Questi magnifici fiori necessitano di luce ma non di esposizione diretta al sole. Queste piante non sono quindi adatte alla vita all’aria aperta. È meglio installarli vicino a una finestra, proteggendoli con tende o persiane.

Cactus invernale

Tra le piante da evitare di posizionare sul balcone troviamo anche i cactus invernali. Questa specie ama le temperature fresche (intorno ai 10°C) e non tollera l’impatto dei raggi solari. D’altro canto, in ambienti interni, non considerate di installarlo vicino a una fonte di calore come un caminetto o un termosifone, potrebbe anche essere dannoso per lo stesso.

Piante imponenti

Oltre alle piante troppo fragili e delicate, dimenticatevi anche le specie troppo imponenti! Prima di tutto, l’idea è di non ingombrare il balcone. Deve rimanere arioso e raffinato per non rovinare l’estetica dell’ambiente. È quindi importante valutarne correttamente le dimensioni prima di acquistare le piante, anche solo per evitare complicate circolazioni sul balcone. Se alcuni sono troppo grandi, non ci stanno. Per la coltivazione in vaso, non considerare le radici grandi, non entreranno nei tuoi vasi piccoli!

Scalatori

Allo stesso modo, fate attenzione alle piante rampicanti: certo, sono particolarmente ornamentali, ma rischiano di dare fastidio ai vicini se cadono sulle finestre o sui propri balconi.

Piante con spine

Infine, va da sé, sarebbe più saggio evitare tutte le piante con spine: non è divertente pungersi ogni volta che si esce sul balcone!