Tra le cattive abitudini che possono portare a spiacevoli incidenti: togliere il telefono dalla ricarica senza scollegare il caricabatterie. Questa azione può sembrare banale, ma una semplice svista può avere gravi conseguenze. Scopri perché non dovresti lasciare il caricabatterie vuoto.

Dopo aver finito di caricare il telefono, è importante scollegare il caricabatterie. Lasciarlo vuoto può portare a conseguenze spiacevoli.

Perché non dovresti lasciare il caricabatterie collegato quando è vuoto?

Non è consigliabile lasciare il caricabatterie collegato quando non si sta caricando il cellulare per tre motivi principali.

Lasciare il caricabatterie collegato vuoto può causare incidenti domestici

Questa svista può provocare un incendio,  soprattutto se il caricabatterie è contraffatto. Quest’ultimo infatti rischia di provocare un cortocircuito che di conseguenza sfocia in un incendio. Tieni presente che anche caricare il telefono  con un cavo USB difettoso o danneggiato  può causare un cortocircuito. Inoltre, fare attenzione a non dimenticare la base collegata senza cavo elettrico. Potrebbe surriscaldarsi e causare un incendio. Ecco perché è importante  rimuovere il caricabatterie dalla presa a muro  non appena il telefono ha terminato la ricarica.

Base di ricarica collegata - fonte: spm

 

Lasciare il caricabatteria collegato vuoto può comportare un consumo eccessivo di energia

Un caricabatterie collegato utilizza l’elettricità,  anche se non è collegato a un telefono.  Infatti, i caricabatterie sono dotati di trasformatori che modificano la tensione della corrente in uscita dalla presa ad una tensione inferiore richiesta dal telefono collegato. Tuttavia, questi trasformatori consumano energia anche se i caricabatterie sono collegati vuoti o  quando la ricarica è completa  ma il telefono rimane in carica.

È vero che il consumo di elettricità di un caricabatterie collegato a vuoto è ridotto, ma comporta un dispendio energetico non indifferente. Inoltre, secondo l’Agenzia per l’ambiente e la gestione dell’energia (Ademe), il consumo di tutti i cosiddetti dispositivi di standby convenzionali, compresi anche i caricabatterie collegati, può generare costi che arrivano  fino a 80 euro all’anno per famiglia.  Il consumo dei dispositivi in ​​standby  viene definito consumo nascosto. Rappresenta fino all’11% della bolletta energetica di una famiglia francese.

Carica il telefono - fonte: spm

 

Lasciare il caricabatterie collegato vuoto può ridurne la durata

Quando si lascia ripetutamente un caricabatterie collegato quando non in uso, si riduce la sua durata.  Il tuo caricabatterie potrebbe anche consumarsi più rapidamente  e dovrai quindi acquistarne uno nuovo. Tuttavia, non è facile trovare un buon caricabatterie originale. La maggior parte dei caricabatterie venduti a prezzi ridotti  sono caricabatterie economici,  chiamati anche caricabatterie generici. Quest’ultimo può causare rischi di scossa elettrica o incendio, soprattutto se rimane collegato alla presa per lunghe ore , ad esempio durante la notte.

  • Elettrificazione:  la resistenza dei caricabatterie economici è bassa. Cioè lasciano passare la corrente elettrica. Se si tiene collegato un caricabatterie generico durante la notte,  si potrebbe verificare una perdita elettrica  e di conseguenza causare elettrificazione. È vero che, a differenza dell’elettrocuzione,  l’elettrificazione non è mortale.  D’altra parte, può causare ustioni e lesioni gravi.
  • Incendio:  quando si lascia il telefono in carica durante la notte,  la batteria può surriscaldarsi  e provocare un incendio, soprattutto se il telefono si trova vicino a tessuti infiammabili. Inoltre  è molto pericoloso tenere il caricabatterie sotto il cuscino  quando si carica il telefono a letto. Il calore del caricabatterie può effettivamente rimanere intrappolato sotto il cuscino e accenderlo.