Press ESC to close

Sbarazzati della muffa nel bagno con un ingrediente che hai a casa

Inutile dirlo, il bagno resta uno dei luoghi centrali della casa dove la pulizia è fondamentale. È qui che manteniamo la nostra igiene e ci puliamo quotidianamente. Purtroppo lo sporco tende ad accumularsi insidiosamente nei wc, nei lavandini e nelle docce.

Il motivo sono sicuramente i diversi prodotti che utilizziamo quotidianamente: possono portare alla comparsa di umidità nell’ambiente che innesca muffe  nella nostra doccia o vasca.

È quindi importante sapere come procedere per eliminarlo. Ecco consigli per pulire in modo semplice, efficace e soprattutto economico!

Candeggina – fonte: spm

Con candeggina

Mescola candeggina e acqua in una bottiglia spray e agita. Applicalo su tutte le superfici, comprese pareti, piastrelle e piatti doccia. Dopo aver spruzzato la miscela, attendere 15-10 minuti. Quindi utilizzare una spazzola o una spugna per strofinare le superfici. Una volta risciacquate bene, le pareti saranno completamente pulite.

Bicarbonato di sodio – fonte: spm

Bicarbonato di sodio e aceto per rimuovere umidità e muffa

Se vuoi pulire il tuo bagno senza utilizzare prodotti chimici, bicarbonato e aceto sono comunque la soluzione ideale. Versare questi prodotti in una bottiglia di plastica e agitare energicamente fino a quando non saranno ben miscelati. Successivamente, applica la soluzione nelle zone della doccia dove la muffa è ben visibile e attendi circa trenta minuti affinché faccia effetto.

Trascorso questo tempo strofinate la superficie con una spazzola, risciacquate con acqua tiepida e asciugate il tutto con un panno pulito.

Muffa – fonte: spm

Ammoniaca per eliminare odori di muffa e muffa

Nelle aree più difficili da pulire, è meglio applicare l’ammoniaca. Mescolare questo prodotto con un po’ d’acqua in un secchio e versarlo sulle superfici ammuffite. Dopo un po’, strofinate tutte le zone con un panno o una spugna e noterete che il fungo viene rimosso molto facilmente.

Ricordarsi di ventilare il bagno durante e dopo la pulizia. Per proteggersi, in termini di sicurezza, è meglio indossare maschera e guanti.

Prodotti essenziali per la pulizia della casa

Il bicarbonato di sodio (o soda) è essenziale per rimuovere tappeti e moquette, pulire pentole e padelle, deodorare scarpe o lettiere per gatti. Inoltre, fa brillare le argenterie come i rubinetti, e lo smalto dei lavandini e delle vasche da bagno. Questa polvere bianca, leggermente abrasiva, ha anche proprietà anticalcare. Elimina quindi i depositi di calcare nella lavatrice e nei sanitari. Sostituisce quindi molti prodotti industriali senza alcuna tossicità per l’organismo e per l’ambiente! Il prezzo è di circa 4€ al kg.

L’aceto bianco,  chiamato anche aceto di alcol, è completamente biodegradabile. Ed è un vero coltellino svizzero! A base di zucchero di barbabietola, viene trasformato in alcol poi in acido acetico titolato a 8°. Utilizzato in ambito alimentare, risulta essere anche un ottimo prodotto multiuso per la casa: da solo disincrosta e scioglie il calcare, deodora, disinfetta e addolcisce l’acqua troppo dura. Ammorbidisce anche il bucato. Calcolate circa 0,50 € per 1 litro di aceto.

Il sapone di Marsiglia , a base di soda e oli vegetali, è l’ingrediente principale dei detersivi per bucato a spreco zero. Si trova in scaglie, in blocchi o in versione liquida. Le sue proprietà sgrassanti e antimacchia eccellono sia sul cotone che sui tessuti più delicati o sulla lana. Rimuove anche tappeti e moquette e pulisce superfici come pietra o marmo. Attenzione alla sua composizione: non deve contenere alcun colorante, conservante, grasso animale o alcun additivo. L’etichetta Véritable Savon de Marsiglia è il garante della sua qualità. Quanto costa ? Circa 4€ per 400 g.

Il limone  è un meraviglioso antisettico e antibatterico. Bastano poche gocce di succo per smacchiare il bucato e, grazie agli oli essenziali contenuti nella sua scorza, deodora tutta la casa lasciando un profumo tonificante: lavastoviglie, frigorifero e forno (tradizionale o microonde). Viene in soccorso anche per decalcificare un rubinetto o il bollitore. Calcolate circa 0,40€ per un limone giallo.

Il percarbonato di sodio, composto da carbonato di sodio e perossido di idrogeno, è un buon sgrassatore. Ha anche qualità sbiancanti. Una volta sciolta in acqua tiepida, questa polvere bianca rimuoverà le macchie più ostinate come macchie di sangue, vino o erba. Grazie alle sue proprietà antibatteriche è efficace anche contro le muffe.

La terra Sommières  assorbe le macchie di grasso presenti sugli indumenti o sui tessili d’arredamento (dal tessuto dei divani ai tappeti) senza lasciare macchie. Viene utilizzato anche per sgrassare la pelle o la pelle scamosciata. Neutralizza anche le macchie di vino sulla tovaglia o di urina su un tappeto o sui cuscini. Questa argilla in polvere ultrafine può infatti assorbire fino all’80% del suo peso in acqua! Per 1 kg calcolate circa 7,50 €.

Qualche goccia di oli essenziali  può essere inserita nelle nostre ricette. Ricorderemo il limone, per le sue qualità antibatteriche e il suo profumo vitaminico. Tea tree, antisettico e antimicotico, elimina tarme e muffe e igienizza il bucato. Durante l’inverno diffondete in casa l’olio essenziale di eucalipto per le sue proprietà antisettiche e antivirali, così come quello di lavanda che, dalla notte dei tempi, svolge funzioni antibatteriche, antivirali, antisettiche e antifungine, favorendo il sonno. Naturalmente questi prodotti vanno utilizzati con alcune precauzioni.

Panni in microfibra per la pulizia

Per una pulizia naturale, la microfibra è l’ideale. Con le loro fibre 50 volte più piccole di quelle del cotone, questi panni catturano lo sporco negli angoli più piccoli e hanno una buona capacità di assorbimento. Efficaci senza detersivo, consentono un notevole risparmio di prodotti e di acqua! I loro formati e colori sono vari e adatti al compito domestico da svolgere. Per trovare il modello giusto sappi che più poliammide contiene il materiale, più sarà assorbente. Quindi, per pulire vetri o specchi, scegliete una microfibra liscia, con almeno il 30% di poliammide: risultato senza aloni garantito! Per quanto riguarda gli schizzi e i liquidi versati in cucina o in soggiorno, optate per un tessuto più denso, 50% poliestere, 50% poliammide. Potrete anche raccogliere la biancheria usata per confezionare i vostri panni: camicie o magliette di cotone, vecchie lenzuola e strofinacci strappati vi saranno utili per lucidare. È una pulizia a zero rifiuti!

Come evitare che la muffa ritorni?

Per evitare la comparsa di muffe nel seminterrato, è imperativo intervenire tempestivamente, in particolare pulendo lo scarico del seminterrato, evitando di coprire il pavimento con un tappeto o una moquette e soprattutto evitando di conservare una grande quantità di mobili e indumenti. in condizioni povere.