Per motivi di ecologia, molte famiglie scelgono di utilizzare tessuti fatti in casa riutilizzabili dopo aver usato il bagno. Questa iniziativa è acclamata da alcuni, preoccupati di salvare l’ambiente evitando l’uso della carta igienica, ma criticata da altri che si sentono inorriditi dall’idea. Ma questo “tessuto di famiglia” è davvero una buona idea?

Il panno riutilizzabile, vantaggio o svantaggio?

L’uso della carta igienica è da tempo l’unico modo per ripulire dopo essere andati in bagno, ma si scopre che non è il metodo più efficace poiché genera problemi ginecologici e persino infezioni delle vie urinarie . L’attrito con la carta è la causa principale. Inoltre, alcune persone optano per la biancheria per la casa, ritenendo che non sia solo più igienica ma anche più ecologica.

Inoltre, un francese consuma circa 17 grammi di carta igienica al giorno, ovvero 6,2 chili all’anno. Inoltre, gli esperti ritengono che l’uso della carta igienica dovrebbe essere vietato. Infatti, sostengono, allo stesso tempo, che la carta igienica è costosa sia per il consumatore che per l’ambiente. Secondo loro, uccide circa 27.000 alberi al giorno in tutto il mondo, il che contribuisce alla massiccia deforestazione.

Inoltre il costo della carta igienica può letteralmente aumentare se privilegiamo marchi di lusso che sfruttano le esigenze sempre più frequenti dei consumatori in termini di comfort e vendono quindi prodotti di fascia alta facendo affidamento anche sullo spessore piuttosto che sulla morbidezza, il colore o anche il profumo.

Senza dimenticare il pericolo che può rappresentare la carta bianca, che i produttori non esitano a sbiancare con il cloro per rendere più appetibile il prodotto, o addirittura a gettare nella tazza della carta igienica biodegradabile, e che contribuisce all’inquinamento delle acque.

Quindi pro o contro il bucato?

Se questa iniziativa ha deliziato i difensori dell’ecologia, altri non hanno esitato a criticarla, soprattutto quando si tratta di mettere più volte in lavatrice il panno usato per riutilizzarlo. Questa azione di lavaggio richiederebbe la stessa quantità di acqua e sapone , o anche elettricità quando si utilizza la lavatrice. Pertanto, stimano che potrebbe essere costoso come usare la carta igienica.

Inoltre, sui social, assistiamo al disprezzo di alcuni internauti nei confronti dei tessuti familiari con commenti poco convenienti.

Tuttavia, altre persone incoraggiano con veemenza questa iniziativa fornendo esempi delle loro esperienze personali con questa biancheria per la casa.

Una donna anonima ha parlato con BuzzFeed della sua esperienza familiare e ha persino affermato: “Nella mia mente, l’acquisto e l’uso di carta igienica usa e getta stava letteralmente buttando i soldi nel water!” “, aggiungendo” Chiariamo le cose: le persone che usano la biancheria per la casa per l’igiene, non hanno un solo pezzo di stoffa. Abbiamo dozzine di piccole strisce di tessuto. Questo utente ritiene che queste salviette debbano essere considerate allo stesso livello della biancheria intima utilizzata quotidianamente.

Alcuni hanno addirittura auspicato il ritorno del bidet in bagno, che secondo loro è più sano e pratico e il suo investimento sarebbe meno oneroso.

Lo scopo di questa azione è rendere il mondo un posto migliore per tutta l’umanità e proteggere il pianeta . Certo, si tratta di un gesto che non darà frutti all’istante, ma se tutti saranno coinvolti i risultati si faranno sentire nel tempo.

Quindi sei pro o contro l’utilizzo di queste famose salviette di stoffa!