Press ESC to close

Vetri e specchi sporchi: 5 consigli per pulirli senza lasciare tracce

Pulire finestre o specchi è un compito che a molti sembra restrittivo. Puoi infatti dedicare lunghi minuti a lucidare una finestra, ma senza ottenere il risultato sperato, perché ti accorgi che le macchie persistono ancora. Scopri questi 5 consigli per pulire vetri e specchi senza lasciare aloni.

Invece di perdere molto tempo a lucidare le finestre per pulirle, opta per suggerimenti rapidi ed efficaci

Acqua distillata

1. Utilizzare acqua distillata

In apparenza, l’acqua del rubinetto e l’acqua distillata sembrano simili, ma sono ben lungi dall’avere lo stesso effetto su finestre e specchi. Infatti, mescolare il detergente con l’acqua del rubinetto, che è dura, rischia di lasciare segni visibili sulla superficie del vetro. A causa del suo alto contenuto di minerali, come calcio e magnesio, l’acqua dura può lasciare residui o aloni che possono rovinare la superficie delle finestre o degli specchi. Per questo motivo si consiglia di utilizzare acqua distillata, che non contiene i minerali dell’acqua dura. In questo modo sarai sicuro di non ritrovarti con tracce di calcare.

aceto bianco

2. Usa l’aceto bianco

Questo prodotto naturale multiuso è ottimo sia in cucina che nella manutenzione della casa. Quando pulisci le finestre, usa aceto bianco distillato. Questo aceto è prodotto a partire dallo zucchero di canna e contiene solo il 5% di acido acetico, che lo rende atossico e sicuro per la pelle , oltre ad essere un formidabile antibatterico.

In un flacone spray, mescola acqua distillata in parti uguali con aceto bianco distillato e poi spruzza le superfici delle finestre e degli specchi. Puoi anche sfruttare le virtù dell’alcol denaturato per pulire il vetro. Per fare questo, mescola una tazza di acqua distillata, con una tazza di alcol denaturato e un cucchiaio di aceto bianco. L’alcol denaturato ti permetterà di eliminare i segni sul vetro , in modo da ottenere un risultato impeccabile.

3. Ridurre la schiuma

A volte abbiamo l’impressione che più schiuma c’è migliore sarà la pulizia, ma non sempre è così. La schiuma può lasciare segni sgradevoli sulle superfici di vetro, quindi eliminare lo sporco dalle finestre o dagli specchi non richiede molto liquido o schiuma. Ad esempio, puoi mescolare 2 litri di acqua con 2 litri di alcol denaturato e aggiungere solo 3 gocce di detersivo per piatti. Versare il composto in uno spruzzatore per ottenere un lavavetri pronto all’uso.

4. Dì addio ai tovaglioli di carta

Forse non ti aspettavi questa notizia, ma è ora di mettere via il tuo rotolo di carta assorbente. Infatti, se utilizzati sul vetro, i tovaglioli di carta lasciano segni e depositi di lanugine. Scegli quindi un panno in microfibra, una spatola per la pulizia o anche della carta di giornale che non solo pulisce il vetro senza lasciare segni, ma gli restituisce anche la lucentezza.

5. Lucidare il vetro

E per concludere con stile la tua sessione di pulizia, non dimenticare di lucidare il vetro. Questa operazione serve come ritocco finale per garantire che le superfici in vetro siano completamente pulite. Lucidare il vetro con un panno in microfibra o con un panno di daino pulito per rimuovere eventuali segni rimasti.

In questo modo passerai meno tempo a lucidare vetri e specchi, ma soprattutto eviterai di ritrovarti con tracce di calcare o pelucchi, anche dopo aver dedicato grande impegno alla pulizia meticolosa delle superfici vetrate.